In alto Lario e Valtellina l’esercitazione del 5 Alpini

    0
    64

     

    Il 5º Alpini, al comando del col. Simone Giannuzzi ha compiuto una complessa esercitazione in alto Lario e in Valtellina durata due settimane. Vi hanno preso parte oltre trecento penne nere della 44ª e 47ª, che hanno installato il campo base al campo sportivo di Colico ed hanno compiuto escursioni anche nei territori di Lecco e Sondrio. In particolare hanno compiuto un’ascensione al Monte Legnone alla quale hanno partecipato anche il gen. D. Alberto Primicerj, comandante delle Truppe alpine e il comandante della Julia gen. Gianfranco Rossi.

    A sera, al rientro, gli alpini sono stati ospiti dei gruppi, come è avvenuto a Morbegno e a Delebio, con il presidente della Sezione Luigi Bernardi, che tanto si era adoperato per la realizzazione di questa esercitazione, che non stava più nella pelle dalla gioia di avere il Quinto praticamente a casa sua, dove era di stanza e al quale quelle valli hanno dato nel tempo migliaia di alpini.

    C’è stato anche un contorno di manifestazioni, con concerti della fanfara nelle vallate e una gara podistica con alpini in armi e in congedo nella quale ci piace segnalare che il comandante del reggimento è giunto secondo. Ma più di tutto è stato il significato simbolico della presenza del 5º in queste valli, e l’affetto di sempre con il quale i suoi alpini sono stati accolti.

    Pubblicato sul numero di gennaio 2010 de L’Alpino.