Il grazie del Dipartimento di P.C. per i soccorsi degli alpini in Abruzzo

    0
    83

    Il responsabile del Dipartimento nazionale della Protezione civile in Abruzzo (Com 1) ha inviato al coordinatore della Protezione civile ANA Giuseppe Bonaldi una lettera di ringraziamento per l’opera prestata dai nostri volontari in Abruzzo. Ne riportiamo il testo:

     

    Carissimo ing. Giuseppe Bonaldi,
    a distanza di otto mesi dalla grave tragedia che ha colpito l’Abruzzo, avendo vissuto questa straordinaria esperienza lavorativa, che continua a richiedere il totale impegno di molteplici professionalità, sento il dovere di esprimerLe il mio più vivo apprezzamento per la preziosa opera svolta dai volontari dell’Associazione Nazionale Alpini, che si sono avvicendati in aiuto alla popolazione di questa terra, così duramente provata dall’eccezionale evento sismico.

    La componente del volontariato che, com’è noto, costituisce un elemento fondamentale della complessa macchina gestionale degli eventi calamitosi, si è rivelata, ancora una volta, un’insostituibile risorsa che ha contribuito efficacemente alla riuscita delle operazioni di coordinamento delle fasi dell’emergenza e delle non meno impegnative fasi successive della ricostruzione. Mi preme, particolarmente, rivolgere un sentito ringraziamento ai volontari assegnati al Centro Operativo Misto 1 dell’Aquila, sui quali ho potuto contare sempre e incondizionatamente in questi mesi, apprezzando le eccezionali qualità professionali, le indiscusse doti umane, la straordinaria sensibilità, l’altruismo e la affinata conoscenza civica, che hanno certamente agevolato un compito così arduo, in ragione della delicata situazione di tante persone che hanno dovuto misurarsi con il dolore e la disperazione.

    Volontari. uomini e donne, che si sono spesi senza riserve in una unanime condivisione di intenti, con la finalità ultima di tenere alta l’immagine avanzata dallo Stato, nell’espletamento del compito primario di assistenza. Con questi sentimenti, La prego di voler partecipare la mia più sincera gratitudine a tutti coloro che hanno responsabilmente lavorato con slancio e generosità, nella consapevolezza che la tenace gente dell’Abruzzo, superando questa difficile prova, serberà nel ricordo il motivato impegno profuso dai volontari che hanno saputo rendere onore al nobile valore della solidarietà sociale.

    L’occasione mi è gradita per inviarLe i miei più cordiali saluti.

    Il coordinatore del COM1
    ing. Roberto Gulli

    Pubblicato sul numero di gennaio 2010 de L’Alpino.