Il generale Ivan Felice Resce nuovo comandante delle Truppe alpine

    0
    1007

    Il generale di Corpo d’Armata Ivan Felice Resce è il nuovo comandante delle Truppe alpine. La cerimonia di avvicendamento con il generale di Corpo d’Armata Bruno Iob è avvenuta alla caserma Vittorio Veneto di Bolzano.

    Nello schieramento del reggimento di formazione nel quale era inserita la fanfara della brigata alpina Taurinense erano presenti le bandiere di guerra del 4º reggimento alpini paracadutisti, del 6º reggimento alpini, del 3º reggimento alpini, del 2º reggimento genio guastatori e la Bandiera di istituto della Scuola militare alpina. L’ANA era rappresentata al massimo livello, con il Labaro, che come le bandiere di guerra ha ricevuto gli onori dal reggimento schierato, scortato dal presidente nazionale Corrado Perona, il vice presidente vicario Vittorio Brunello, i consiglieri nazionali Cesare Lavizzari, Attilio Martini e Alessandro Rossi, il direttore generale dell’Associazione Luigi Marca, il revisore dei conti Ildo Baiesi. Presenti anche una quindicina di vessilli, numerosissimi gagliardetti, labari e vessilli di altre associazioni d’arma e il gonfalone della città di Bolzano.

    Il generale Iob,che aveva già assunto a Verona il comando delle forze operative terrestri (è la prima volta che un alpino regge questa carica, che significa la responsabilità di circa l’85 per cento dell’Esercito) ha avuto parole di gratitudine per la nostra Associazione e per il presidente Perona, si è commosso ricordando la recente morte del sergente alpino paracadutista Davide Casagrande, che ha perso la vita in un incidente in Iraq durante la missione di pace e rivolgendosi agli alpini schierati ma parlando a tutti gli alpini ha detto: Sono orgoglioso di voi, di ciò che avete fatto, di ciò che fate in Patria e fuori dal territorio nazionale. Sono orgoglioso di come lo fate: con modestia, senza enfasi ma con grande determinazione e spirito di servizio e professionalità: come si addice agli alpini .

    Parole di grande stima Iob ha rivolto al generale Resce, mio amico e comandante di valore .

    Resce ha ricordato quando 35 anni fa giunse in quella stessa caserma Vittorio Veneto con il grado di tenente. Ha detto di considerare un grande privilegio il comando delle Truppe alpine. L’Italia ha bisogno degli alpini ha detto perché gli alpini sono portatori di tradizioni capaci di esprimere il meglio dell’uomo e del soldato in ogni circostanza . Parlando con i giornalisti il nuovo comandante ha detto che è sua intenzione collaborare con la nostra Associazione per far sì che l’alpino sia presente nella società civile, parte integrante della popolazione del luogo in cui risiede.

    E’ anche l’intendimento della nostra Associazione e del nostro presidente. Auguriamo dunque buon lavoro al generale Resce e altrettanto al generale Iob che ci è sempre stato e ci sarà ancora vicino. Una comunanza sottolineata anche dalla presenza al cambio della guardia degli alpini di Moggio Udinese, che lo ebbero comandante di compagnia: un affetto e una stima, ricambiati, mai venuti meno in tutti questi anni.

    Al termine dellacerimonia il presidente Perona è andato al soggiorno alpino dell’ANA, a Costalovara, dove è stato festeggiato dagli ospiti in una piacevole serata.

    (foto Comando Truppe Alpine)