Il gen. Petti ai lavori del Consiglio Direttivo Nazionale

    0
    4

     

    Il CDN inizia in modo inusuale per la presenza del gen. D. Bruno Petti. É infatti la prima volta che partecipa ai lavori della Consiglio Direttivo Nazionale e, come sottolinea il presidente Corrado Perona, questo testimonia l’amicizia e la sincerità di rapporti che si sono instaurati in questi ultimi anni tra il presidente degli alpini in armi e il presidente degli alpini in congedo.

    Perona afferma inoltre che l’ANA ha apprezzato il lavoro del generale Petti nei suoi 42 anni di servizio al comando dei più prestigiosi reparti delle penne nere. Sotto la naja nascono amicizie che durano tutta la vita. Il comandante delle Truppe alpine, con un attimo di commozione, conferma lo stretto legame, l’apprezzamento e la stima che hanno caratterizzato i suoi rapporti con l’ANA, sentimenti che risalgono alla memoria di suo padre.

    Il lungo percorso della sua carriera, fatto in fraterna comunione con gli alpini in congedo, ha avuto in quest’ultimo anno momenti altamente significativi: a Bassano con la Cittadella degli Alpini , ma soprattutto con le tappe della memoria nel 90º della fine della Prima Guerra Mondiale. Sempre in alta quota, precisa: dal Grappa all’Ortigara, a Cima Vallona, all’Adamello, fino al 3 novembre, a Trento.

    Bisogna continuare a camminare assieme, soprattutto con i giovani in armi, rafforzare i rapporti interpersonali, rinsaldare amicizie . Conclude con un sincero ringraziamento all’Associazione Nazionale Alpini, ricambiato con altrettanto calore.

    Pubblicato sul numero di marzo 2009 de L’Alpino.