I Rotariani alpini all’86ª Adunata

    0
    4

    Nello splendido clima di partecipazione dell’Adunata gli alpini rotariani, guidati dal presidente generale di C.A. Franco Cravarezza, hanno celebrato il secondo anniversario di costituzione della Amicizia (Fellowship) all’insegna di valori comuni, rotariani e alpini, e dei progetti di solidarietà e di collaborazione di mutuo interesse.

    All’insegna della condivisione di questi valori hanno commemorato due Caduti piacentini che, a 111 anni uno dall’altro, hanno compiuto fino in fondo il loro dovere con onore: il capitano Pietro Cella, prima Medaglia d’Oro alpina e il primo maresciallo Daniele Paladini, del 2° reggimento Genio pontieri, Croce d’Onore alla Memoria, ucciso in Afghanistan nel 2007 mentre prestava servizio con la Brigata alpina Julia.

    Particolarmente interessante è stato l’allestimento di una mostra di schelter-box – tende unifamiliari dotate di materassini, vettovaglie, un depuratore per l’acqua e un kit per bambini – 600 dei quali sono stati distribuiti nei giorni del terremoto in Emilia, soprattutto a famiglie che vivono in aziende agricole. Infine, la sfilata con la sezione di Pordenone di una delegazione di rotariani alpini, a significare continuità e l’appuntamento per il prossimo anno.