GORIZIA – Quattro motivi per far festa

    0
    19

    Una due giorni alpina a Monfalcone per ricordare i 100 anni dal definitivo ritorno della Città all’Italia, il 9º anniversario dalla beatificazione di don Carlo Gnocchi, il 146º di fondazione delle Truppe Alpine e il 95º anniversario di fondazione della Sezione di Gorizia. Il programma con iniziative di tutto rispetto è stato fortemente voluto dall’amministrazione comunale della città dei cantieri e realizzato in collaborazione con la Sezione di Gorizia. Venerdì la parte più culturale, incentrata sull’inaugurazione delle mostre “100 opere per 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale”, in collaborazione con gli artisti dell’Associazione “Lapis” di Gorizia e la mostra fotografica “Da cappelle di guerra a simboli di pace”, in collaborazione con l’Associazione “Amici dell’Isonzo”. In serata al Teatro Comunale è andato in scena il concerto di cori alpini, finalizzato alla raccolta fondi per l’Associazione SettembreInVita. Sul palco il coro Cive di Paularo della Sezione Carnica, il Coro Ana di Codroipo della Sezione di Udine e il Coro Ardito Desio della Sezione di Palmanova. Nella giornata di sabato l’8º Alpini e la Fondazione don Gnocchi sono stati ospiti dell’Istituto superiore Pertini di Monfalcone per un incontro con gli studenti finalizzato a far conoscere meglio gli alpini. Nel pomeriggio le cerimonie ufficiali: la sfilata aperta dalle rappresentanze e dalle autorità civili e militari ha raggiunto piazza della Repubblica dove il sindaco Anna Cisint ha consegnato alla Sezione di Gorizia le medaglie ricordo, coniate per l’occasione. A seguire, presso il monumento a fianco del Duomo di Sant’Ambrogio, gli onori ai Caduti e la deposizione delle corone. La commemorazione del Beato don Gnocchi è avvenuta nel Duomo dove è stata celebrata la Messa presieduta dal vicario generale dell’Arcidiocesi di Gorizia, mons. Armando Zorzin, assieme ai cappellani militari della regione e a don Vincenzo Barbante, Presidente della Fondazione don Gnocchi. La giornata si è poi conclusa nel modo alpinamente più classico con una pastasciutta per tutti i partecipanti, preparata dai soci del Gruppo di Monfalcone nei locali dell’Oratorio San Michele.

    lePierpaolo Silli