GERMANIA – Alpini e Gebirgsjäger

    0
    353

    La comunità italiana ha risposto numerosa alla celebrazione commemorativa dei Caduti di tutte le guerre: come in Italia il 4 novembre così in Germania, nella giornata della Memoria (Volkstrauertag): reduci combattenti, autorità civili e militari si ritrovano nei cimiteri per rendere omaggio ai Caduti. Questa giornata italo-tedesca è organizzata da oltre 30 anni dal gruppo alpini di Stoccarda.

    Padre Daniele Sartori ha celebrato nella cappella del Waldfriedhof la Messa, con il coro della nostra missione stoccardese, diretto dal Maestro Detlev Dörner. Fabio De Pellegrini, Capogruppo di Stoccarda e Presidente sezionale ha coinvolto anche i Gruppi di Aalen-Schwäbisch Gmünd di Francoforte, il Nastro Azzurro dei Marinai, una rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri, delle Associazioni italiane e la Sezione dei Gebirgsjäger locali con cui vi è ormai da tre decenni un indissolubile rapporto di amicizia. Nel suo intervento De Pellegrini ha ricordato il centenario dal Milite Ignoto e quei milioni di vite umane cadute al fronte, sotto i bombardamenti e nei campi di prigionia.

    Christian Schweizer, capitano della Sezione dei Gebirgsjäger di Stoccarda, in congedo ormai da alcuni decenni, nel suo intervento ha inteso ricordare quanto la giornata della Memoria sia di vitale importanza per il popolo tedesco su cui pesano ancora come un macigno i milioni di morti. Giulio Mattarocci, presidente dell’Associazione Nastro Azzurro dei marinai italiani in Germania ha evidenziato l’importanza del ritorno ai valori della fratellanza dei popoli, del rispetto, del dialogo e della collaborazione.

    Tony Màzzaro