Era naja

    0
    32

    Continuo a leggere sul giornale la richiesta del ripristino del servizio militare. Questo come augurio di una miglior crescita dei giovani improntata sul rispetto reciproco e sull’amore verso gli altri e la Patria. Ora, spesso mi chiedo sottovoce: ma quelli che oggigiorno vanno a malmenare i maestri a scuola per un cattivo voto dato ai propri figli non erano quelli che hanno fatto il servizio militare? Inoltre: come potrebbe crescere e con quali valori un giovane che si troverebbe a vedere gli sprechi e gli imboscati che c’erano nelle caserme? Per fare un esempio mi impressionarono molto le teglie di pesce spada avanzate giornalmente e buttate nei sacchi neri per darle in pasto ai maiali. In ragione di ciò non credo che lo Stato abbia attualmente le risorse per attuare quanto richiedete. Infine le armi iper sofisticate attuali richiederebbero una alta specializzazione e non servirebbe a nulla far esercitare i militari con fucili o bombe a mano, solo spreco.

    Sergio Velasco

    Per ordine. Chi va a malmenare gli insegnanti è qualche cretino non chi ha fatto la naja. Nelle caserme gli imboscati erano esattamente proporzionali a quelli dalla schiena dritta che si trovano anche fuori. Infine quanto agli sprechi, beh non è che i giovani vivano nella frugalità di un Paese virtuoso. A meno che non siano ciechi.