Computer per l’Universit di Herat

    0
    33

     

    Con la donazione di 30 computer completi di accessori il Provincial Reconstruction Team, comandato dal colonnello Luca Covelli, ha contribuito alla realizzazione di due aule multimediali dell’Università di Herat, indispensabili ai giovani studenti afghani. La cerimonia di consegna del materiale informatico si è svolta nell’aula magna dell’università, alla presenza del preside della facoltà di arte, prof. Rehmany, del vice preside della facoltà di medicina e di alcuni docenti universitari afghani.

    Il comandante di Regional Command West, generale di brigata Paolo Serra, segue e coordina con attenzione tutte le attività di ricostruzione e sviluppo svolte dal Civilian Military Cooperation (CIMIC) in ogni angolo dell’estesa regione dell’ovest dell’Afghanistan. In modo particolare è sensibile alla ricerca scientifica e alla formazione dei giovani afghani, che rappresentano il futuro dell’Afghanistan.

    L’Università di Herat è tra le migliori del Paese e vanta un’antica tradizione culturale, specialmente nel campo della letteratura e delle materie umanistiche. Negli ultimi 20 anni si sono laureati e specializzati circa 1.300 studenti che al momento lavorano al servizio della società afghana. Attualmente 247 professori insegnano nelle 11 facoltà che sono frequentate da circa 5.500 studenti, dei quali il 47 sono donne. Una partecipazione così alta di donne rappresenta un concreto successo della società di Herat dalla caduta del regime talebano che vietava l’istruzione scolastica alle donne.

    Pubblicato sul numero di febbraio 2009 de L’Alpino.