Brigata alpina Cadore costituzione fanfara congedati

    0
    10

    Finalmente ci siamo! Gli alpini della Cadore ritornano a sfilare con la propria fanfara! Dopo molti anni, troppi, ritorna nello schieramento delle nostre Adunate la gioia, l’emozione di vedere schierata, impeccabile come sempre, la fanfara della brigata alpina Cadore .

    Intendiamoci fin da subito però, cari amici alpini, quelli che vedremo ad Aosta saranno i congedati che hanno svolto il loro impagabile servizio di leva nelle fila di questa brigata.
    È come dire: eccoci qua! Pronti ad un altro servizio! Non importa se i nostri rappresentanti politici e militari hanno deciso di sciogliere le fila della Cadore , quello che non potranno mai sciogliere è l’affetto che ci portiamo dentro, il ricordo che abbiamo del servizio militare passato in caserma ad addestrarci meticolosamente e l’emozione di sfilare per le tante strade, i tanti paesi ovunque splendidamente accolti, come figli di un’unica impareggiabile famiglia.
    Ora, ragazzi, non ci resta che darci appuntamento ad Aosta per la prossima adunata! Dai che è tardi! Prepara il tuo zaino, controlla lo strumento e partiamo.
    Aosta ci aspetta, saremmo in tanti, pensa Ti ricordi di Franco, era da Chiuppano, un paese della provincia di Vicenza, suonava la grancassa e di Massimo da Bussolengo?Questo suonava il trombone, e di Daniele (detto Peppo da Montegroppo) da Borgo Val di Taro?E di e ancora di
    Questi e altri 200 circa sono quelli che hanno aderito fino a questo momento, ma potremmo stare qui all’infinito, tanti sono i ricordi di persone, scusate, amici, che riempiono la nostra memoria di ricordi.
    Ma perché lasciare che restino ricordi quando abbiamo l’occasione di rinfrescarli al passo del 33?Dai allora che è tardi! Per confermare la tua presenza ad Aosta collegati ai siti
    www.anavicenza.it o www.vecio.it, troverai altre informazioni. Infine se ci vuoi scrivere questo è il nostro recapito: sezione alpini di Vicenza, commissione giovani, viale D’Alviano, 6 36100 Vicenza. Fax 0444/927353; e mail: anavicenza@iol.it oppure: tsalsa@iol.it

    Ezio Cracco