BERGAMO Borgounito: 80, e 25 nuovi iscritti

    0
    267

    Chissà se ottant’anni or sono i fondatori del Gruppo di Borgounito, sezione di Bergamo, immaginavano che il loro sodalizio sarebbe stato così longevo. Il compleanno è cominciato con una rassegna di cori alpini e la presentazione del libro Per non dimenticare , che raccoglie fotografie, lettere e testimonianze di alpini e non, donato dal Gruppo a tutte le famiglie delle cinque località: Berzo San Fermo, Borgo di Terzo, Luzzana, Grone e Viganò San Martino, che fanno capo a Borgounito.

    La cronaca della giornata, alla presenza dei consiglieri nazionali Antonio Arnoldi e Sebastiano Favero, ha ricalcato il copione delle nostre tante manifestazioni di gruppo, con alzabandiera, sfilata con la banda, cerimonia al monumento ai Caduti, Santa Messa e discorsi delle autorità. Ma quello che si vuole qui portare a conoscenza, non è tanto l’ottantesimo, che è per tutti senz’altro un bel traguardo, ma il fatto che nei giorni seguenti alla manifestazione, si è avuto un incremento di ben venticinque nuovi alpini iscritti, dando così un buon motivo di orgoglio a Santino Cuni, attuale capogruppo.

    Considerando i tempi che corrono, con l’abolizione della leva ed il calo degli iscritti, questo notevole incremento non può che renderci soddisfatti, augurandoci che l’Adunata del 2010 a Bergamo, sia anch’essa motivo di sprone per tanti alpini dormienti .

    Raffaele Vitali

    Pubblicato sul numero di febbraio 2010 de L’Alpino.