BASSANO DEL GRAPPA In Slovacchia, cori e storia

    0
    10

    Grazie all’idea del sottotenente alpino Fabio Bortolini che da vent’anni opera con la sua attività in Slovacchia, anche l’ANA ha avuto il suo spazio alla serie di rassegne di imprenditoria, arte, musica, moda e folklore che hanno invaso le principali città nel contesto di un festival dedicato al nostro Paese.

     

    Sono stati proposti concerti del coro sezionale “Edelweiss ANA Monte Grappa” nelle principali città, una mostra sugli alpini curata dal socio Ivano Pasquale, e, per finire, uno stand enogastronomico allestito nella città di Poprad in collaborazione con la “Pro Bassano”. La delegazione era guidata dall’assessore Annalisa Toniolo mentre la rappresentanza alpina era guidata dal vice presidente sezionale Lino Borsa.

    Il programma prevedeva come prima tappa Bratislava dove il coro sezionale, diretto da Massimo Squizzato, ha dato un concerto all’interno della cattedrale, alla presenza dell’ambasciatore d’Italia Roberto Martini e di un folto pubblico attento e caloroso. È la prima volta che la storica cattedrale ospita un coro alpino, grazie alla disponibilità del vescovo Stanislav Zvolensky. La delegazione si è spostata poi a Poprad, ridente cittadina ai piedi dei Monti Tatra.

    Qui era organizzata la parte principale della manifestazione con l’apertura dello stand nel centro storico, l’inaugurazione delle mostre sugli alpini e sulle Dolomiti e, per concludere, con il secondo concerto del coro ANA. Ultimo appuntamento, al monumento dedicato ai Caduti. Dopo gli inni nazionali e i saluti delle autorità slovacche e italiane – sempre presente l’ambasciatore Martini – il vice presidente della Sezione ha consegnato una pergamena ai famigliari dei soldati slovacchi che nella Prima Guerra Mondiale combatterono con i soldati italiani sul Piave.

    Flavio Gollin