ASIAGO – Il quadro alpino

    0
    79

    Un rapporto di amicizia e solidarietà tra la Sezione Asiago e quella di Valdagno, nato in occasione della 79ª Adunata nazionale ad Asiago nel 2006, sono la cornice simbolica ad un quadro delle dimensioni di 15 mq donato privatamente e a spese personali dall’autore Ottorino Ceolato del 5º da montagna, gruppo Sondrio, 2º/’65. È rimasto appeso per più di sedici anni sulla parete dell’abitazione dell’amico Giorgio Dal Sasso, all’altezza del monumento alla beata Giovanna Bonomo, lungo corso 4 Novembre ad Asiago.

    Il quadro alpino così come lo hanno battezzato i passanti avrebbe dovuto restare per soli quindici giorni prima di fare ritorno in pianura. Ma l’originalità dei colori e il posizionamento in una zona centrale e turistica hanno fatto sì che le due Sezioni si accordassero e procrastinassero la restituzione avvenuta lo scorso febbraio. Una delegazione della Sezione di Valdagno alla quale Ceolato è iscritto, è salita in altopiano a recuperare il dipinto tra un brindisi e parole di elogio e ringraziamento verso la famiglia Dal Sasso che in tutto questo tempo ha ospitato l’enorme quadro.

    «Purtroppo – ha sottolineato l’autore – il dipinto è in condizioni precarie poiché nessuno in questi anni si è preso la responsabilità di un restauro specie in termini di sicurezza per i passanti ». Anche la Sezione di Asiago ha voluto omaggiare l’alpino Ottorino Ceolato: il presidente sezionale Enzo Biasia ha voluto ringraziare personalmente gli amici alpini di Valdagno e la famiglia Dal Sasso con una targa ricordo della bellissima Adunata del Triveneto svoltasi lo scorso luglio. Fabio Pernechele