Alpini nell’animo

    0
    5

    Sono di Piacenza, nato e cresciuto qui. Compio 50 anni tra pochi giorni e vi voglio ringraziare. Voi alpini mi avete fatto un bellissimo regalo di compleanno. Come quasi tutti i piacentini, alle ormai lontanissime visite militari risultavo alpino complementare, e così sarebbe stato se non fossi entrato in Polizia dove lavoro da tanti anni.

    Avrei potuto fregiarmi del cappello con la penna nera, per la quale nutrivo già un profondo rispetto allora, e lo avrei indossato assieme a Voi, orgoglioso come voi. È andata diversamente e, sempre per rispetto, non indosso quel simbolo che ritengo appartenere solo a chi ha vissuto in prima persona l’esperienza dell’alpinità.

    Ciononostante vi voglio ringraziare con tutto il cuore di esserci, di continuare ad esserci. Avete dimostrato di essere la parte migliore dell’Italia, quell’Italia in cui ho sempre creduto, nella quale hanno creduto e per la quale hanno combattuto i miei nonni e mio padre. Avete dimostrato e dimostrate continuamente che si può essere ancora fieri di essere italiani, nonostante i marcescenti esempi di questi ultimi tempi.

    Il Rispetto, la Solidarietà, lo Spirito di Sacrificio, lo Spirito di Corpo, l’Onestà che ho sempre tentato di onorare e che ho tentato in tutti i modi di instillare, o di far emergere, nei miei allievi poliziotti viene da voi rappresentato al meglio, illuminato davanti a tutti. Appena posso corro in montagna e sono già diversi anni che, grazie a mia moglie, alpina nel più profondo dell’animo, passo le mie ferie sull’altopiano di Asiago e con lei non perdiamo occasione per visitare e soffermarci sui luoghi della Grande Guerra inviando un “grazie” a tutti.

    Con rammarico vedo come le nuove generazioni stiano perdendo quei principi fondanti che ho citato a favore di concorrenza, arrivismo ed altro ma se è vero che è con l’esempio che si può insegnare ai giovani, allora ecco che voi siete l’esempio, lo incarnate! Prego Dio che ci sia per sempre un alpino ad insegnarci i migliori valori della società. Un abbraccio ed un grazie a tutti voi da parte di mia moglie e da parte mia.

    Alessandra e Daniele Fermi – Piacenza

    Cari amici di Piacenza, voi alpini lo siete nell’animo e nello stile di vita ispirato ai nostri comuni valori. È vero che la forma ci divide, ma la sostanza è identica.