Alla scoperta delle Grotte di Stiffe

    0
    243

    Le Grotte di Stiffe, si trovano a circa 15 chilometri da L’Aquila, sull’apice della forra sovrastante il piccolo paese di Stiffe, frazione del Comune di San Demetrio ne’ Vestini. In prossimità della grotta è possibile ammirare uno degli angoli più belli di tutto l’Abruzzo: da una parte lo sguardo si adagia sulla placida, morbida visione della conca aquilana, dominata dalla imponente mole della catena del Gran Sasso d’Italia, dall’altra s’inerpica sull’aspra parete rocciosa alta cento metri, che sovrasta l’ingresso della grotta e si perde nella lussureggiante vegetazione della forra, attraversata da sentieri naturalistici.

    Le Grotte di Stiffe sono, tecnicamente parlando, una risorgenza, cioè il punto in cui un fiume torna alla luce dopo un tratto sotterraneo; nel caso di Stiffe, questo punto è situato all’apice della forra che sovrasta il piccolo paese omonimo. La presenza del corso d’acqua, che in alcuni periodi dell’anno raggiunge portate considerevoli, è sicuramente la caratteristica più importante delle Grotte, che a volte sono percorse da un piccolo ruscello le cui acque mormorano e bisbigliano, altre volte vengono attraversate da un fiume che si precipita a valle lungo rapide e cascate.

    Entrando nella grotta i sensi sono investiti dall’ambiente inusuale: la fresca temperatura e i giochi di luce trascinano la mente a ritroso nel tempo; le gocce che cadono fanno rivivere il fenomeno dello stillicidio che ha dato forma alle insolite stalattiti e stalagmiti; la vista si concentra sull’acqua che spumeggia e si perde in lontananza per catturare ogni dettaglio delle concrezioni, con il fiume che fa da guida rumorosa dall’ingresso della grotta, nascondendosi quel tanto che basta per far sentire il silenzio, per poi tornare ad esibirsi con tutta la sua potenza, soprattutto d’inverno, in una maestosa sala dove, precipitando con fragorosa cascata, offre uno spettacolo splendido e affascinante.

    Così come maestosa e imponente appare la sala dell’ultima cascata. In una stretta sala totalmente invasa da un lago profondo cinque metri si abbattono le acque della seconda cascata. Dopo un balzo di venti metri, esse acquistano una velocità tale che il fragore dell’impatto e lo spostamento d’aria provocato creano turbini di acqua e rendono impossibile parlare anche a breve distanza.

    Lo spettacolo selvaggio di questa cascata è accessibile ai visitatori delle grotte dal 2007, da quando, cioè, è stato permesso l’accesso al grande pubblico che potrà quindi vivere le emozioni forti ed inconsuete di solito riservate agli speleologi. La particolarità dell’ultima cascata è data dall’ampiezza della sala che, anche se di dimensioni ridotte rispetto alla prima, accentua in modo suggestivo il getto d’acqua che prorompe da un’altezza di 20 metri.

    Mimmo Iovannitti


    BIGLIETTO SPECIALE PER L’ADUNATA 2015

    Dal 14 al 20 maggio la Progetto Stiffe s.p.a. e il Comune di San Demetrio ne’ Vestini propongono un biglietto di ingresso che permetterà la visita delle Grotte di Stiffe ad un prezzo promozionale di 5 euro (con una riduzione del 50% rispetto al biglietto ordinario di10 euro). Per i gruppi con oltre 20 persone è preferibile la prenotazione, anche per usufruire delle gratuità previste: tel. 0862/86142; fax 0862/86111; cell. 327/9728914. www.grottestiffe.it – info@grottestiffe.it.