ALESSANDRIA – Bravi alpini

    0
    53

    Il 18 e 19 giugno si è tenuto, a Terzo, il 53º raduno della Sezione di Alessandria. Un evento veramente sospirato dagli alpini alessandrini, poiché rinviato per ben due volte, a causa della pandemia. Gli alpini terzesi, capitanati dal capogruppo Luigi Ghiazza, hanno visto concretizzati i loro sforzi organizzativi con una eccellente due giorni: sabato 18, presso la sala civica Benzi, uno straordinario conferenziere, lo storico prof. Michele D’Andrea, ha tenuto un convegno sulla Grande guerra. Particolarità, immagini, storie poco conosciute, curiosità e canti hanno coinvolto e piacevolmente sorpreso i convenuti.

    Alla sera il coro Valtanaro ha tenuto un apprezzatissimo concerto, esibendosi nel meglio del suo repertorio di canti alpini. Domenica 19 il raduno ha visto la partecipazione di dieci vessilli, cinquantaquattro gagliardetti, del gonfalone della Provincia e di sei Comuni limitrofi, diverse autorità locali, provinciali e dell’Ana, del Consiglio direttivo sezionale al completo, nonché di un rilevante numero di alpini attorniati dalla popolazione locale. È poi seguita la sfilata per le vie cittadine inframezzata da due momenti: l’omaggio alla lapide in ricordo del tenente Guido Severino Boezio, eroe del Monte Nero, e successivamente alla stele che ricorda i Caduti e Dispersi in Russia.

    La Messa ha concluso il raduno nel corso del quale si è svolta la benedizione del monumento dedicato alla memoria dei Caduti alpini. Un dovuto plauso agli alpini terzesi e al capogruppo che hanno visto premiati i loro sforzi (anche economici) con il successo di questo raduno sezionale e la realizzazione del monumento.

    Gian Luigi Ceva