30.2 C
Milano
lunedì, 17 Giugno, 2019

CREMONA-MANTOVA – I bocia di Caselle Landi

Premiata la storia Il concorso nazionale per le scuole “Il Milite… non più ignoto” è approdato anche sul territorio di Cremona. Il Presidente sezionale Giovanni Alchieri e il Capogruppo Bassa Lodigiana Castiglione d’Adda, Gianluigi Ferrari hanno premiato nel polo scolastico di Caselle Landi, la classe vincitrice che ha presentato un progetto davvero interessante partito proprio dalla ricerca dei Caduti attraverso il monumento del paese. 

CREMONA-MANTOVA – In Guinea una splendida realtà

Quando il mio amico padre gesuita mi chiama, se posso, corro a dare il mio piccolo contributo come volontario. Accade da 40 anni! Io alpino del Val Chiese, quest’anno come l’anno scorso sono in Guinea Conakry, in un piccolo villaggio della prefettura di Boffa, Sobanet, dove i padri gesuiti hanno preso in carico un orfanotrofio con una ventina di bambini, denominato “Maison des enfants”. 

CREMONA-MANTOVA – In cammino per i Caduti

Un paio d’anni fa, per pura casualità, scoprimmo che a Casalpusterlengo, in un angolo del piazzale della stazione ferroviaria, esisteva un monumento dedicato specificatamente ai Caduti e Dispersi della Campagna di Russia, viste le condizioni fatiscenti, il Gruppo decise di intervenire per pulirlo e restaurarlo. 

Raduno degli alpini di Cremona-Mantova a Castelleone

Il 3 e 4 giugno Castelleone ospiterà la festa della Sezione Ana di Cremona-Mantova. Sabato alle ore 18 Messa in parrocchia, alle 21 concerto del Coro Vallecamonica e dal Coro Ana Sezione Cremona. Domenica l’inizio è per le ore 9; alle ore 11,30 verrà inaugurata la sede del gruppo alpini di Castellerone e verrà scoperta la lapide in memoria del sten. Giulio Riboli, Medaglia d’Oro al V.M.

CREMONA-MANTOVA – Per Battisti, da Mantova a Trento

Con un pellegrinaggio a Trento, nel centenario del martirio di Cesare Battisti, il Gruppo di Mantova ha voluto rendere omaggio all’indimenticabile figura dell’eroe trentino, impiccato dagli austriaci il 12 luglio 1916 nel Castello del Buonconsiglio, per mano del boia viennese Lang. L’iniziativa ci ha portato prima a visitare il Museo nazionale storico delle Truppe Alpine al Doss Trento.

“La marcia dell’ultima notte” in ricordo del sacrificio dell’Armir

Il prossimo 11 febbraio il gruppo di Castiglione D’Adda organizza la seconda edizione de “La marcia dell’ultima notte”, in ricordo del sacrificio dell’Armir durante la ritirata di Russia e del Beato don Carlo Gnocchi, cappellano della Divisione Tridentina.

"Alpini di ieri e di oggi" a Guardamiglio

Dal 22 ottobre al 6 novembre a Guardamiglio (Lodi) si terrà "Alpini di ieri e di oggi", una manifestazione in cui le penne nere saranno le protagoniste. L'apertura il 22 con le cerimonie e con il conferimento al gen. C.A. Federico Bonato, comandante delle Truppe Alpine, della cittadinanza onoraria di Guardamiglio.

“Ricostruire l’uomo”, serata in ricordo di don Gnocchi a Cavacurta

Il gruppo di Castiglione d’Adda, nell'ambito del ricordo del 60° anniversario della scomparsa del Beato don Carlo Gnocchi, il prossimo 2 settembre, ore 21 presso la chiesa di San Bartolomeo apostolo di Cavacurta (Lodi), organizza una lettura ad alta voce dal titolo “Ricostruire l'uomo”. 

CREMONA – La marcia dell’ultima notte

Sono stati oltre 150 i partecipanti alla prima edizione della “Marcia dell’ultima notte”, organizzata dal Gruppo di Castiglione d’Adda. All’imbrunire gli alpini sono partiti dal monumento ai Caduti e Dispersi in Russia, eretto nel piazzale della stazione di Casalpusterlengo (Lodi) e hanno percorso 7 chilometri di strade secondarie, nella campagna della Bassa Lodigiana, fino alla chiesina di Terranova dei Passerini. 

"La marcia dell'ultima notte" a Casalpusterlengo a Terranova

Il 13 febbraio gli alpini del gruppo di Castiglione D’Adda organizzano “La marcia dell’ultima notte”, in ricordo del sacrificio dell’Armir durante la ritirata di Russia e nel 60° anniversario della scomparsa del Beato don Carlo Gnocchi.

CREMONA – Festa sezionale ricordando la Grande Guerra e i suoi eroi

Cinquecento alpini, quaranta gagliardetti, dieci vessilli sezionali, in rappresentanza di Gruppi e Sezioni provenienti da Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna. Questi i numeri dell’adunata sezionale che quest’anno si è tenuta a Mantova, organizzata dal locale Gruppo e dalla Sezione di Cremona. Per ricordare il centenario della Grande Guerra, la settimana si è aperta con una serie di manifestazioni, iniziate dall’inaugurazione, presso la Casa di Rigoletto in piazza Sordello, della mostra di reperti e cimeli d’epoca intitolata “Fra rocce e ghiacciai. Memorie della Grande Guerra”. 

La sede di Rivolta d’Adda intitolata a don Gnocchi

Domenica 14 giugno a Rivolta D'Adda (Cremona) si terrà l'inaugurazione della nuova sede del gruppo alpini in via Galilei 3. La nuova baita sarà intitolata al cappellano alpino, il Beato don Carlo Gnocchi.

ULTIMI ARTICOLI

Campionato Ana di tiro a segno a Conegliano

La 50ª edizione del campionato Ana di carabina libera a terra e la 36ª edizione di pistola standard si svolgeranno il 6 e 7...