5.1 C
Milano
martedì, 23 Aprile 2024

In viaggio nell’Abruzzo aquilano

Il territorio dell’Abruzzo interno, a partire da L’Aquila, è disseminato di luoghi di grande bellezza naturale oltre a cittadine e borghi di grande interesse storico e monumentale. I dintorni de L’Aquila confinano innanzitutto con il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, al quale si può accedere dal sistema delle funivie degli impianti sciistici del Gran Sasso e Campo Imperatore per raggiungere l’hotel Campo Imperatore, dove fu imprigionato Benito Mussolini nel 1943, attraverso Paganica con una sosta al Santuario della Madonna d’Appari (XV secolo) e a quello di San Pietro della Jenca, il primo santuario in Europa dedicato a Papa Giovanni Paolo II.

"Una città viva", incontro con Bruno Fasani a L'Aquila

#alpiniadunata2015

Si è tenuto a L'Aquila,  presso l'Auditorium del Parco, il secondo affollatissimo incontro con le scuole locali sul tema "Le montagne raccontano" a cura della "Società Aquilana dei Concerti B. Barattelli". Ospite d'eccezione mons. Bruno Fasani, direttore de L'Alpino, testata ufficiale dell'Associazione Nazionale Alpini.

I luoghi della rinascita

Rinascere, in una città falcidiata da un sisma devastante che ne ha spento suoni e colori, significa anche riconquistare pezzi di strade, facciate di palazzi, angoli dove parlare. I luoghi, è inevitabile, contribuiscono a formare l’identità di una popolazione. E L’Aquila, da quella maledetta notte del 2009, è alla disperata ricerca della sua “nuova” identità. La vita risorge a piccoli pezzi. Te ne accorgi girando a piedi nel ground zero della tragedia, quello che era il sesto centro storico d’Italia per presenza di beni monumentali. Là, dove prima regnavano solo silenzio, puzza di muffa e vecchi portoni sbarrati dai puntellamenti, qualcosa sta cambiando.

In visita a Pineto

La città di Pineto (Teramo) ha ospitato, il 27 e 28 dicembre scorsi, alcuni presidenti delle Sezioni ANA provenienti da diverse parti d’Italia. L’evento è stato ideato e organizzato dall’amministrazione cittadina in collaborazione con numerose associazioni locali. «Abbiamo fortemente voluto questo incontro per far conoscere il nostro splendido territorio, in vista dell’88ª Adunata Nazionale che si svolgerà il prossimo mese di maggio a L’Aquila», ha dichiarato il sindaco Robert Verrocchio.

Innovazione e cultura

Arrivando a L’Aquila ti capita di gustare un buon caffè in centro, magari accompagnato dal torrone artigianale prodotto in loco da una ricetta centenaria, e trovarti a chiacchierare con un musicista che studia al Conservatorio, piuttosto che un fisico nucleare rientrato dai laboratori del Gran Sasso, o un grande regista che magari sta ultimando le prove di uno spettacolo teatrale o le riprese di un film. Sì, L’Aquila è una città aperta, di formazione, innovazione, creatività. Tornare a L’Aquila, in occasione dell’Adunata nazionale del 2015 per riscoprirla come città densa di centri di eccellenza, cultura e innovazione, è un altro modo possibile per leggere questo territorio nel centro d’Italia; un vero e proprio “distretto culturale e scientifico” di primaria importanza nazionale e internazionale.

Non solo terremoto

La fondazione della città de L’Aquila, a metà del 1200, rappresentò un evento unico nel medioevo italiano essendo nata secondo un disegno armonico senza precedenti nella storia dell’architettura urbana costituita dall’unione di molti castelli-villaggi, calcolati secondo la tradizione in novantanove. Non casualmente la città si identifica proprio dal numero novantanove delle sue piazze e delle sue chiese facendo risalire ai castelli fondativi la costruzione di altrettanti contesti urbani di riferimento. Il monumento civile più celebre della città, pienamente visitabile e fruibile, infatti è proprio la “Fontana delle Novantanove Cannelle”, costituita da altrettanti mascheroni che versano l’acqua, riferibili – secondo la leggenda – ai volti dei fondatori.

L'inno dell'88ª Adunata

“Penne nere per L’Aquila” è l’inno dell’88ª Adunata nazionale, in programma nel capoluogo abruzzese il prossimo maggio. E’ stato realizzato dall’Istituzione Sinfonica Abruzzese e dal Comitato Aspettando L’Aquila 2015, sulla musica di Roberto Molinelli e il testo di Francesco Sanvitale ed è stato inciso da “I Cameristi dell’ISA”, direttore e solista Ettore Pellegrino.

Il manifesto e la medaglia dell'88ª Adunata nazionale

Sono Cinzia Gentile di Pescara e Marcello Cosenza de L’Aquila i vincitori del Concorso per la medaglia e il manifesto dell’88ª Adunata nazionale.

Richiesta alloggi collettivi e aree attrezzate per L'Aquila

Il Comitato Organizzatore dell’88ª Adunata de L’Aquila ha predisposto un modulo di richiesta on line per gli alloggi collettivi e l’utilizzo temporaneo delle aree per lo stazionamento e il pernottamento (aree campo, campeggio, ecc.), in occasione dell’Adunata nazionale.

Richieste di concerti all'Adunata per cori e fanfare

Il Comitato organizzatore dell'88ª Adunata nazionale ha predisposto il modulo on line con il quale è possibile inviare la richiesta di partecipazione per i cori e le fanfare che volessero esibirsi a L'Aquila, nei giorni dell'Adunata.

Centro unico di prenotazione per alberghi e b&b e agriturismi a L'Aquila

Il centro unico di prenotazioni per alberghi, bed&breakfast e agriturismi, è “Booking L’Aquila 2015”, Strada statale 17 Ovest, località Vetoio (complesso Panorama) - 67100 L’Aquila.
Il centralino di prenotazione, tel. 0862/028431, è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30.
Le prenotazioni possono essere effettuate anche on line su www.bookinglaquila2015.it

L’Aquila, la più bella del reame…

Se saremo tutti uniti faremo della nostra città la città più bella del reame. Così recitava un detto del 1200, che cito a braccio per il suo messaggio ancor oggi attualissimo. Parafrasando potremmo dire che questa è la storia che si ripete ad ogni nostra Adunata. Una volta l’anno, un capoluogo scelto dagli alpini fa di una città italiana, la più bella d’Italia. Quasi la meta di un corteo nuziale, dove fiumi di uomini giungono da ogni parte, del Paese e del mondo, a portare il regalo della loro festosa presenza e i suoi preziosi valori. Sono i valori dell’allegria, della fratellanza, della solidarietà, dell’amore di Patria, del valore della famiglia, dei sentimenti religiosi...