Tumori pediatrici: campagna di Natale per la ricerca con il patrocinio ANA

0
215

L’Associazione Nazionale Alpini rinnova anche quest’anno la sua vicinanza all’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma: lo fa come da tradizione con il patrocinio morale alla campagna di Natale 2021 per la raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica. Una campagna promossa dall’associazione “del Bambino con l’imbuto” per sostenere progetti finalizzati a individuare percorsi terapeutici sempre più efficaci e personalizzati per contrastare sempre meglio questo tumore; una malattia che generalmente colpisce in età prescolare ed è la prima causa di morte entro il primo anno di vita.

L’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma esprime dunque gratitudine per tutti i patrocinanti che, come l’Associazione Nazionale Alpini, manifestano con il loro logo sensibilità e fiducia verso questa iniziativa. Una campagna dal titolo “Dono ricerca. Ridono la vita” per dare speranza alle bambine e ai bambini affetti da questa patologia scegliendo su www.neuroblastoma.org, sezione ANB Store alla voce “Per il tuo magico Natale”, i regali solidali che aiutano a finanziare la ricerca.

DONA PER LA RICERCA

Ogni anno in Italia circa 130 bambini contraggono il Neuroblastoma. A fronte di ciò, la scienza di passi in avanti ne ha fatti: oggi la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi si aggira intorno al 70%, mentre alla fine degli anni Ottanta non si raggiungeva il 40%. Ma tanto altro c’è da fare se si considera che nei casi più gravi circa il 60% dei bambini non sopravvive.

Da qui l’impegno dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma, nata il 23 luglio del 1993 scegliendo come sua sede legale e “naturale” l’Istituto “Giannina Gaslini” di Genova. Le sue origini si legano alla volontà di madri e padri che hanno vissuto l’esperienza della malattia dei propri figli, ma anche su impulso di oncologi frustrati dagli scarsi successi terapeutici ottenibili in quegli anni.

L’associazione si propone di finanziare progetti di ricerca per la cura del Neuroblastoma e di altri tumori solidi in età pediatrica. Le iniziative di raccolta fondi di questa organizzazione sono tante. Si tratta di attività basate sulla logica di rete, di cooperazione, sull’impegno di genitori attivi in diverse parti d’Italia, ma anche di realtà istituzionali e di molte altre persone desiderose di fare la propria parte per sostenere la ricerca, il lavoro di tante ricercatrici e ricercatori e dare un motivo di speranza in più alle bambine e ai bambini in attesa di nuove cure.

Altre informazioni sull’associazione e le sue iniziative si possono trovare sul sito ufficiale dell’organizzazione e sui suoi canali Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e YouTube.