Afghanistan: i militari italiani della TSU-C supportano il personale dell’ANCOP nella distribuzione di aiuti nel distretto di Adraskan

0
122

Shindand, 29 giugno 2013 – Nei giorni scorsi, i militari italiani della Transition Support Unit Center (TSU-C) di stanza a Shindand hanno supportato il personale dell’Afghan National Civil Order Police (ANCOP – polizia afghana) nel portare a termine un’operazione di distribuzione di aiuti di vario genere presso i villaggi di Sabz e Tat, entrambi nel distratto di Adraskan.

Shindand, 29 giugno 2013 – Nei giorni scorsi, i militari italiani della Transition Support Unit Center (TSU-C) di stanza a Shindand hanno supportato il personale dell’Afghan National Civil Order Police (ANCOP – polizia afghana) nel portare a termine un’operazione di distribuzione di aiuti di vario genere presso i villaggi di Sabz e Tat, entrambi nel distratto di Adraskan.

Scopo dell’attività – organizzata a seguito delle richieste presentate dagli elders locali ai militari italiani in occasione dell’operazione ‘Gordian Knot’ dello scorso 13 giugno e che rientra nell’ambito di una più complessa operazione denominata ‘Qatra Qatra’ (in italiano ‘cuore a cuore’) – era quello di rafforzare e migliorare i rapporti con i villaggi che insistono nelle immediate vicinanze di Adraskan (da sempre uno dei distretti più vicini alle forze dell’insorgenza) che nell’ultimo periodo hanno iniziato a prendere le distanze dai movimenti di estremisti.

Durante la distribuzione, di cui i militari italiani hanno tra le altre cose supervisionato la cornice di sicurezza, il personale dell’ANCOP ha provveduto a consegnare alla popolazione locale generi alimentari di varia tipologia nonché materiale di vestiario.

La TSU-C è l’unità di manovra su base 7° Reggimento Alpini di Belluno che opera per supportare le autorità afghane nel loro compito di garantire sicurezza, sviluppo e governabilità a favore della popolazione locale in quelle aree ove la presenza di strutture governative legalmente riconosciute è ancora insufficiente.