L’urna di don Gnocchi a Firenze, vegliata dagli alpini

0
58

L’urna con i resti mortali del beato don Carlo Gnocchi sarà esposta a Firenze, nella Basilica Collegiata di San Lorenzo, da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre. L’iniziativa avviene in occasione dell’inaugurazione, il 22 ottobre prossimo, del nuovo e modernissimo Centro di riabilitazione che la Fondazione Don Gnocchi ha realizzato in località Torregalli e dove sono già stati trasferiti i pazienti ospiti della storica struttura di Pozzolatico, avviata dallo stesso don Gnocchi nei primi anni Cinquanta.

 

L’urna arriverà in città alle 16,30 di giovedì 29 settembre, accolta solennemente dalle autorità cittadine. Alle 17, nella Basilica di San Lorenzo, la più antica chiesa della città, l’Arcivescovo di Firenze mons. Giuseppe Betori presiederà una solenne celebrazione eucaristica.

Il corpo del Beato don Gnocchi sarà vegliato da un picchetto d’onore degli alpini dei Gruppi della sezione ANA di Firenze e rimarrà esposto alla venerazione dei fedeli fino domenica 2 ottobre (le visite sono possibili dalle 10 alle 19) fino al termine della celebrazione di commiato, presieduta dal vescovo ausiliare di Firenze, mons. Claudio Maniago, che avrà inizio alle ore 11.

Inoltre, nella serata di venerdì 30 settembre, alle ore 21, al Teatro Verdi, verrà messo in scena lo spettacolo “Angeli”, a cura del Centro culturale di Teatro (regia di Pietro Bartolini), intelligente rievocazione della vita e delle opere di tre autentici giganti della carità: il beato don Carlo Gnocchi, don Giulio Facibeni e l’indimenticato sindaco Giorgio La Pira.