TRENTO – Novanta meravigliosi anni

    0
    6

    Era il lontano 1927 quando veniva fondato il Gruppo di Strigno. È stato festeggiato insieme a tutta la comunità l’importante traguardo del 90º, in concomitanza anche con il primo raduno di coloro che hanno prestato servizio alla caserma Degol. Per l’occasione tutte le vie sono state avvolte dal Tricolore, il campanile della chiesa illuminato a festa e in Piazza del Municipio sono stati traslocati la garitta e il pennone dell’alzabandiera restaurati durante l’estate e presenti al “casermon” (così gli abitanti di Strigno chiamano la caserma Degol).

    L’apertura della festa è coincisa con l’inaugurazione della mostra fotografica “Strigno e dintorni durante la Grande Guerra” e nella serata il Coro Valsella si è esibito presso la chiesa arcipretale. Il giorno successivo la banda civica Lagorai ha accompagnato il corteo per la deposizione della corona d’alloro al monumento ai Caduti al cimitero; nel tardo pomeriggio un interessante incontro con lo storico Luca Girotto dal titolo “Cent’anni dopo, immagini di guerra tra Rava e Cima d’Asta”. In serata si è potuto gustare una tipica cena emiliana organizzata dalla onlus “Tutti insieme per Rovereto Sulla Secchia”, frazione di Novi di Modena, paese quasi completamente distrutto dal sisma del 2012.

    La domenica la sfilata per le vie del paese con i numerosi gagliardetti e gli alpini giunti da tutte le vallate del Trentino e da fuori provincia (nella foto), anche per l’occasione del festeggiamento del primo raduno caserma Degol dal 1957 dove prestarono servizio gli artiglieri del gruppo Pieve di Cadore e gli alpini del btg. Feltre. Oltre al Capogruppo Remo Raffi, hanno partecipato alle cerimonie i gen. Innecco e Bresadola. Dopo la Messa tutti al campo sportivo dove i Nu.Vo.La Valsugana, sotto l’attenta regia del capo Flavio Giovannini, in breve tempo con i loro volontari e le attrezzature hanno garantito un pasto caldo a tutti i partecipanti.