SALÒ – Due giorni al rifugio con 98 alunni

    0
    83

    Con l’apertura del rifugio sezionale di Campei de Sima, nel Parco naturale di Val di Vesta, anche quest’anno è iniziata l’attività con le scuole. In queste giornate, 98 alunni di una quinta elementare di Desenzano hanno trascorso presso il rifugio due giornate durante le quali, tra l’altro, hanno assistito alla liberazione di un SALÒ Due giorni al rifugio con 98 alunni nibbio bruno e di una civetta.

     

    Da anni la sezione di Salò collabora con le scuole del territorio. Gli alunni coinvolti sono ogni anno più di cinquemila e le attività alle quali partecipano sono suddivise in due momenti. A carico dei Gruppi, che organizzano feste, giornate ecologiche, marce e a carico della commissione sezionale “Salvaguardia della Montagna” con attività più specifiche, proiezione di diapositive su flora e fauna delle montagne bresciane e “stage” presso il rifugio di Campei de Sima.

    Importante il contributo della Guardia Forestale, del Soccorso alpino e dell’Antincendio boschivo sezionale. Il tutto senza alcun contributo, ma con la soddisfazione e la consapevolezza di effettuare, da molto tempo, un lavoro gratificante che ha degli importanti ritorni in attaccamento ai nostri valori e al rispetto della natura. Valori, che in occasione del 150° dell’Unità d’Italia hanno trovato riscontro in tutte le scuole della Val Sabbia e del Garda Bresciano, presso le quali la Sezione ha distribuito, a tutti gli alunni, 15.000 stampe commemorative dell’evento con il testo dell’Inno di Mameli.