Rinnovo della convenzione ANA Friuli Venezia Giulia

    0
    79

    Nella storica cornice del castello di Susans, a Majano, a conclusione di un convegno organizzato nell’ambito delle manifestazioni commemorative del 31º anniversario del terremoto del 1976, l’Associazione Nazionale Alpini e la Regione Friuli Venezia Giulia hanno rinnovato la convenzione per la collaborazione negli interventi di emergenza. Per l’ANA era presente il presidente nazionale Corrado Perona e per la Regione il vice presidente della Giunta e assessore alla Protezione civile Gianfranco Moretton; presenti inoltre il sottosegretario agli Interni Ettore Rosato, il capo dipartimento della Protezione civile Guido Bertolaso, il direttore del ministero delle Telecomunicazioni Marcello Fiori e il presidente di Finmeccanica Pierfrancesco Guarguaglini.

    La convenzione impegna le sezioni di Gemona, Cividale del Friuli, Pordenone, Udine, Palmanova, Gorizia, Trieste e Tolmezzo e, in particolare, riconosce la funzione del nostro volontariato come espressione di solidarietà sociale quale forma associativa spontanea di partecipazione alle attività di Protezione civile a tutti i livelli, assicurandone l’autonoma formazione, l’impegno e lo sviluppo. Allo stesso tempo, si considera essenziale l’apporto del volontariato in qualsivoglia evento che comporti danno o pericolo alle persone e all’ambiente.

    L’ANA si è impegnata a mettere a disposizione, entro 6 ore dall’attivazione della sala operativa, un nucleo tecnico logistico di primo intervento, costituito da un numero sufficiente di volontari specificatamente competenti. Al fine di garantire lo svolgimento delle attività la Protezione civile regionale assicura la copertura delle spese sostenute anche in situazioni di non emergenza. Viva soddisfazione è stata espressa dal nostro presidente nazionale Corrado Perona, dal coordinatore regionale Gianni Cedermaz e dai presidenti delle sezioni ANA della Regione. (e.d.)