Premio alpino all’estero

    0
    34

    Voglio esprimere con il presente messaggio i ringraziamenti più cordiali e sinceri, per la squisita considerazione avuta a seguito del mio intervento durante l’ultimo Cisa a Feltre, da parte della dirigenza, e in particolare, del sempre eccellente ed estremamente competente mediatore don Bruno, nonché del vice Presidente vicario Alfonsino Ercole. Se la proposta di premiare l’alpino che si è distinto all’estero dovesse avere un seguito positivo, cosa che mi auguro sinceramente, sarebbe un traguardo incredibilmente positivo per le comunità alpine Ana residenti all’estero, contribuendo così a rendere evidente una maggiore visibilità sulle nostre iniziative, che sono importanti e molteplici. Comunque grazie di cuore per l’interessamento, qualsiasi sia il proseguo degli avvenimenti.

    Giancarlo Borsetto, Gruppo Ticino, Sezione Svizzera

    Caro Giancarlo ho ben presente il tuo intervento al Cisa. Lucido, acuto, realista. Te ne ringrazio. La proposta di premiare l’alpino all’estero è stata accolta da un caloroso e sincero applauso. Il che la dice lunga. Vedremo di portare avanti questa tua felice intuizione che serve a tenere le maglie dello spirito di corpo sempre più allargate, perché nessuno si senta lontano.