PADOVA – Il monumento al “Capitano santo”

    0
    55

    Ogni anno il gruppo di Este organizza sul monte Colombara (Asiago) una Messa in suffragio del capitano Guido Negri, Servo di Dio, chiamato dagli alpini “Capitano santo”. Alla testa della sua Compagnia, morì durante un assalto alle trincee austriache il 27 giugno 1916, colpito al cuore da una pallottola austriaca. Pur essendo al fronte in prima linea si recava nei paesi più vicini facendo anche 10-15 chilometri a piedi per partecipare alla Messa e fare la Comunione, a digiuno dalla mezzanotte del giorno precedente.

     

    Dopo la sua morte venne eretto un monumento nel luogo dove fu ucciso: esiste ancora oggi in buono stato di conservazione e manutenzione, grazie agli alpini. Per il capitano Negri è in corso una causa di beatificazione e nei primi anni Ottanta le sue spoglie mortali furono traslate nel Duomo di Este, città dove nacque nel 1888. Lo scorso anno il Gruppo locale si è fatto carico della manutenzione del monumento sul monte Colombara, raggiungendo a piedi quota 1.800 con gli attrezzi necessari. Visti gli ottimi risultati ha proseguito l’attività di ripristino anche sui cippi e sui monumenti delle due guerre che versavano in stato di abbandono.