In breve

    0
    67

    Notizie in breve.

    • Gli alpini sul Washington Post Il Washington Post ha dedicato un servizio al 7º reggimento alpini, per le attività umanitarie svolte in Afghanistan. Rilievo particolare è stato dato all’assistenza sanitaria e alla distribuzione di legname, cibo e gasolio nella Mushay Valley.
    • Fratelli di test Alla prima puntata della nuova trasmissione televisiva di RAI 1 Fratelli di test , condotta da Carlo Conti e andata in onda il 13 gennaio erano presenti 48 alpini provenienti da tutta Italia. Si sono confrontati con altre cinque categorie: tassisti, parrucchieri, vigilesse, isolani e guide turistiche, sul tema dell’italianità, primeggiando con 23 punti su 40.
    • Prima donna nella fanfara della Julia Il caporale Rossella Cinausero, 20 anni, è la prima donna della fanfara della Julia. È di Tricesimo (Udine) e fa parte di una famiglia in cui la divisa è una tradizione. Suona la tromba da quando aveva 7 anni.
    • Volontari al lavoro alla caserma Rossi Quindici alpini della Protezione civile di Teramo sono tornati alla caserma Rossi che li ospitò ai tempi della naja, per potare i rami degli alberi che, cresciuti a dismisura, toglievano la luce al piazzale. I volontari sono stati ospitati nei due giorni di lavoro dal comandante del 9º Alpini, col. Pellegrino.
    • Sottufficiale della Julia diventa diacono Egidio Marin, dopo 30 anni come sottufficiale della Julia, è diventato diacono. Oltre alla sua attività nella diocesi di Udine continua a dedicarsi alla famiglia. Ha sei figli.
    • A Lanzo rievocata la Campagna di Russia A Lanzo d’Intelvi è stata organizzata una interessante cerimonia di rievocazione storica. In prima fila i quattro reduci intelvesi. Oltre a storici e docenti ha partecipato il pittore Piero Gauli, reduce di Russia, che ha illustrato la sua mostra dal titolo La morte bianca . Una pubblicazione sarà redatta dai ragazzi della scuola media di San Fedele sui giovani della valle che hanno partecipato alla Campagna di Russia.
    • Teresio Olivelli Domenica 14 gennaio a Tremezzo (Como) cerimonia in memoria di Teresio Olivelli in concomitanza con gli anniversari della nascita, Bellagio 7/1/1916, e della morte nel lager di Hersbruck 17/1/1945. Procede intanto la causa di beatificazione in corso dal 1987: mons. Paolo Rizzi, referente diocesano presso la segreteria di Stato Vaticana, ha consegnato la positio sulla vita e virtù di Olivelli.