Gli interpreti del tempo

    0
    8

    Sono ormai una famiglia. Si conoscono da tempo poiché nei fine settimana viaggiano in giro per l’Italia con un’attrezzatura costosissima e professionale. I cronometristi della Federazione Italiana Escursionisti collaborano anche con l’ANA. È un lavoro di squadra dove ognuno ha un compito stabilito che richiede attenzione, non ammette errori. Sotto ai gazebo collocati nei punti strategici del percorso di gara segnano i tempi, i passaggi, ogni cosa. Poi chiusa la competizione, quando gli atleti possono finalmente godersi rancio e riposo, i ragazzi della FIE entrano in una sorta di conclave.

    Grazie ad un validissimo programma realizzato ad hoc per i campionati ANA che si chiama ‘Faccio tutto io!’, sono in grado di stilare classifiche perfette e ben articolate, aggiornando in tempo reale anche i punteggi dei trofei nazionali dell’Associazione. Sono volontari, non hanno compenso. A loro vengono rimborsate solo le spese di trasferta. Sanno adattarsi ad ogni luogo, sono allegri e generosi, mossi esclusivamente dalla passione. Passione per lo sport e non solo. Per la natura, per le vallate e i borghi d’Italia. Ma soprattutto per il calcolo e i numeri. Per il tempo che se per noi resta relativo, effimero, fugace e mutevole, quasi un’illusione, per loro è matematica pura e applicata. Indispensabili in ogni competizione.