FRANCIA – I 30 anni di Mulhouse

    0
    121

    Il gruppo di Mulhouse (Alsazia), sezione Francia, ha festeggiato il suo 30° compleanno. Numerosi gli alpini e amici presenti: da Parigi il presidente sezionale Adolfo Corradini e il capogruppo di Parigi Vanni Duratti con alpini e familiari, e da Nilvange (Lorena) il capogruppo Salvatore Spinello anch’egli con un numeroso seguito.

     

    Nel pomeriggio, nella sala delle feste di Wittenheim, si è svolta l’assemblea annuale della Sezione. La sera, nella stessa sala, è stata organizzata una magnifica festa con la partecipazione di circa 300 persone. Tra le molte autorità presenti, Louis Gubiani, sindaco di Steinbrunn le Haut, figlio di un alpino combattente nella Grande Guerra e socio del Gruppo ‘andato avanti’ da alcuni anni.

    In questa località, durante la guerra, sorgeva un campo di prigionia dove molti italiani morirono di stenti. Anni fa fu trovata abbandonata in un bosco una stele in pietra che ricordava il sacrificio di questi nostri soldati. A cura del Gruppo la stele fu ricollocata nel centro del paese accanto al monumento ai Caduti francesi ed è ogni anno luogo di una cerimonia commemorativa.

    In una pausa della cena, hanno preso la parola il presidente Corradini e il capogruppo di Mulhouse nonché il vice presidente della Sezione Renzo Burelli che hanno tratteggiato la storia del Gruppo. Poi uno scambio di doni e altri interventi: commovente quello del sindaco di Steinbrunn le Haut che, avvolto dal nastro tricolore nell’ultimo giorno del suo mandato (l’indomani si sarebbero svolte in Francia le elezioni comunali), ha offerto al Gruppo la mantellina militare del padre alpino, cimelio della Grande Guerra. La serata si è conclusa a tarda notte fra canti e balli italiani.