CUNEO Dronero: ricordati Aldo Beltricco e i Caduti della val Maira

    0
    111

    Gli alpini di Dronero hanno commemorato nel novembre scorso i 90 annni della morte del capitano Aldo Beltricco di San Damiano Macra, Medaglia d’Oro alla memoria, Caduto sul Pasubio il 10 settembre 1916. È stata anche l’occasione per rendere omaggio a tutti i figli della val Maira che hanno perso la vita nella Grande Guerra.

    L’idea di commemorare e ricordare Aldo Beltricco è nata in occasione del 90º anniversario della sua morte e, unitamente, si è deciso di ricordare tutti i figli che il primo conflitto mondiale ha sottratto alla valle Maira. Proprio in quest’ottica, il Comitato Aldo Beltricco , presieduto da Secondo Garnero, ha coinvolto nell’iniziativa i Comuni di San Damiano Macra e di Dronero, con i rispettivi gruppi A.N.A.

    La mattina di sabato 4 novembre, dopo l’alzabandiera, gli alpini hanno sfilato per le vie di Dronero, hanno deposto corone alle lapidi cittadine e inaugurato una mostra sul primo conflitto mondiale. Una apposita sezione della mostra era dedicata alla Medaglia d’Oro Aldo Beltricco, del quale erano esposti fra l’altro la sciabola ed il cappello da alpino, custoditi oggi nel museo sacrario di Aosta, gentilmente concessi dal Comando Militare.

    Era esposta anche la mantella del capitano Marcello Soleri, amico e camerata del Beltricco, custodita presso la sezione di Cuneo. Fra i visitatori, gli studenti dell’istituto alberghiero di Dronero mentre nell’aula magna della scuola media si è svolto un convegno sul tema La valle Maira e la prima guerra mondiale .

    La giornata della memoria si è conclusa nella Chiesa Parrocchiale SS. Andrea e Ponzio con un concerto delle corali La Reis e Valle Maira . Domenica mattina, alla presenza delle autorità civili e militari, del vessillo sezionale scortato dal presidente vicario Antonio Franza e di numerosi gagliardetti, è stata inaugurata la piazza intitolata ad Aldo Beltricco.

    Paolo Cera