CUNEO – Chasseurs e alpini

    0
    24

    Lo scorso anno alcuni componenti de “l’Amicale Ubayenne des Chasseurs Alpins” (Auca), presieduti da Bertrand Huber, avevano visitato il memoriale della Cuneense a Cuneo. A seguito di questa visita, una delegazione italiana, guidata da Aldo Meinero, Presidente del comitato Divisione Alpina Cuneense, è andata a Larche, nella valle dell’Ubaye, per una visita sulle alture dello stesso villaggio: un sito difensivo creato lungo la frontiera italiana. In quei luoghi si scontrarono gli esploratori sciatori e alcuni soldati dell’83º battaglione alpini di Fortezza che avevano tenuto con successo tale linea fortificata fino all’armistizio del 24 giugno 1940.

    La simpatica mattinata era terminata con uno scambio di omaggi per rinsaldare l’amicizia tra gli chasseurs e gli alpini e poi rancio al sacco nel giardino di René Jean, componente dell’Auca. Quest’anno, alle Terme di Valdieri, su iniziativa del Gruppo di Cuneo Centro si è ripetuto il gemellaggio fra alpini della Sezione di Cuneo e gli Chasseurs Alpins di Barcelonnette, guidati dal col. Hubert Bertrand e dall’interprete Chasseur Bernard (nella foto). La visita ha avuto inizio con il saluto del Presidente del Parco delle Alpi Marittime Paolo Salsotto a cui è seguita una cerimonia presso il monumento ai Caduti dove è stato deposto un cuscino di rose ed orchidee, adornato dai colori delle bandiere italiana e francese; è stato inoltre ricordato con commozione Toni Caranta, prematuramente scomparso che tanto si era prodigato per la riuscita della giornata.

    È seguita la visita al giardino botanico Valderia e poi visita alle terme con le sue acque curative seguita da un aperitivo offerto dal Royal Hotel Terme di Valdieri, infine il pranzo a Sant’Anna di Valdieri, alla Casaregina, dove è avvenuto uno scambio di regali. In chiusura della piacevole giornata gli ospiti francesi hanno dato appuntamento agli alpini per il prossimo anno a Barcellonette.

    Gianfranco Fabbri