Corone e onori ai Caduti dei due fronti

    0
    6

    Venerdì mattina, conclusa la cerimonia dell’alzabandiera, da piazza Mazzini, il presidente Perona con il Consiglio Direttivo Nazionale, il comandante delle Truppe alpine e il picchetto d’onore si sono trasferiti al rione di san Giacomo, per rendere omaggio ai Caduti sepolti nel cimitero militare formato da due settori attigui, con soldati dell’esercito austro-ungarico della prima guerra mondiale e altoatesini Caduti nella seconda guerra mondiale nei diversi fronti con l’esercito tedesco.

     

    La cerimonia è stata breve ma solenne: squilli di tromba, l’onore ai Caduti e deposizione di una corona all’altare italiano al suono del Silenzio. Poco dopo, picchetto e autorità si sono spostati nel campo accanto per deporre una corona all’altare della chiesetta, mentre il trombettiere suonava il Silenzio austriaco. È stata una cerimonia dall’alto significato, perfettamente nello spirito che anima la nostra Associazione che rende sempre onore ai Caduti, indipendentemente dalla bandiera per la quale hanno dato la vita. Una rievocazione e un monito per richiamare i valori della pace e della fratellanza fra i popoli. Un altro momento della memoria è stato celebrato in via Resia, al muro che ricorda il lager allestito dopo l’occupazione tedesca dell’Italia, dal quale venivano trasferiti i prigionieri per i campi di sterminio.