COMO E GENOVA – Un Oro in due

    0
    45

    C’è una Medaglia d’Oro al Valor Militare che compare su due vessilli sezionali, in ordine alfabetico quello di Como e quello di Genova, entrambe “Sezioni d’acqua”, dolce la prima, salata la seconda. È la decorazione conferita al sottotenente Franco Sampietro, nato a Rapallo nel 1917 da genitori comaschi, per la precisione di Tremezzo, paese sulla sponda occidentale del Lago di Como. Sampietro cadde eroicamente in Grecia durante un combattimento, alla testa del suo plotone.

     

    È sepolto nel piccolo cimitero del paese di Griante, confinante con Tremezzo. Nel centenario della nascita del Caduto, il Gruppo di Rapallo ha avuto l’ottima iniziativa di proporre una cerimonia commemorativa in collaborazione con la Sezione di Como, che ha aderito con vero entusiasmo. E una domenica di giugno, da Como, sono partiti cinque pullman alla volta della splendida Rapallo.

    Con gli alpini comaschi c’erano anche due nipoti di Franco Sampietro. Un’altra presenza più che gradita è stata quella del Consigliere nazionale Lorenzo Cordiglia, nativo di Rapallo. Grande accoglienza da parte degli alpini rapallini e bella cerimonia, con tanto di scopertura di una lapide commemorativa del Caduto, molto vicina al luogo in cui i genitori della Medaglia d’Oro avevano un grande albergo. Ovviamente presenti i vessilli e i Presidenti delle due Sezioni, Gaffuri per Como e Firpo per Genova, oltre ai rappresentanti dell’amministrazione locale e della Regione Liguria.

    A rendere tutto più suggestivo e spettacolare è stata la fanfara sezionale comasca di Asso, che ha arricchito anche il pomeriggio, sfilando e suonando attraverso le vie e sul lungomare di Rapallo. Una Medaglia d’Oro in due quindi, senza la necessità di contendersela, ma con il piacere e l’orgoglio di condividerla.