Alzabandiera e omaggio ai Caduti

    0
    6

    L’alzabandiera in Piazza d’Armi ha aperto il sipario sull’88ª Adunata nazionale degli alpini. Come da tradizione il primo atto dell’Adunata è l’omaggio al Tricolore, «uno dei momenti più importanti, segno dell’attaccamento all’Italia», ha ricordato il Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero che ha partecipato alla cerimonia con il comandante delle Truppe Alpine gen. D. Federico Bonato e al sindaco Massimo Cialente. Il primo cittadino ha parlato dell’Adunata come una grande scelta di solidarietà degli alpini in una città ferita: «È una iniezione di fiducia e orgoglio per L’Aquila e dopo sei anni è il primo grande momento di gioia collettiva della comunità».

    Venerdì mattina, dopo l’alzabandiera, le autorità hanno reso omaggio a quanti diedero la vita per il Tricolore, deponendo due corone d’alloro, una al monumento ai Caduti presso la Villa comunale e l’altra nella piazza intitolata al Battaglione alpini L’Aquila. «Ogni nostra Adunata – ha detto il Presidente Favero – comincia onorando la Patria con l’alzabandiera e con un omaggio ai Caduti, a tutti coloro che sacrificarono la vita per un’Italia migliore».