ABRUZZI – Paganica ricorda Francesco Rossi

    0
    5

    Al centro parrocchiale San Giustino di Paganica si è svolto il convegno storico – con annessa presentazione di un libro sulla Prima Guerra Mondiale – sulla figura della Medaglia d’Oro al Valor Militare col. Francesco Rossi, nato a Paganica, a cui sono intitolate due caserme alpine. 

     

    Furono 613 i paganichesi che presero parte alla Grande Guerra, tra loro 85 non fecero ritorno. Al convegno sono intervenuti il Presidente della Sezione Abruzzi Pietro d’Alfonso, il sen. Franco Marini, alpino e abruzzese doc, la senatrice Stefania Pezzopane, il vice Presidente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli, il sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi e il coordinatore territoriale delle Truppe Alpine col. Mario Bisica.

    Dopo i saluti di rito alle autorità da parte del Capogruppo di Paganica Raffaele Vivio, si sono succeduti i vari interventi moderati dal responsabile dell’ufficio stampa della Sezione Abruzzi Massimo Alesii. Particolarmente toccante è stata la lettura, da parte di un diretto discendente della famiglia Rossi-Tascioni, del testamento olografo di Francesco Rossi, scritto appena sette mesi prima di morire. La giornata si è conclusa con il concerto del coro della Portella.

    Domenica, alla presenza delle più alte cariche civili e militari, la deposizione delle corone al monumento ai Caduti e al sacello di Francesco Rossi, nei pressi del santuario della Madonna d’Appari, dove, accompagnati dal “Silenzio” suonato da una bambina di 10 anni, una squadra di rocciatori del 9º Alpini dell’Aquila, ha calato il Tricolore sulla parete rocciosa e deposto una corona. Poi la Messa celebrata nel duecentesco Santuario da don Federico Palmerini.

    r.v.