14.3 C
Milano
giovedì, 13 Giugno 2024

Le ricadute economiche e sociali dell’Adunata nel territorio

#alpiniadunata2017

L’Adunata annuale degli Alpini ha un effetto travolgente sulle città ospitanti. Per una settimana le città cambiano volto, le persone si trasformano in un clima di euforia collettiva in cui prevale l’allegria e il senso di accoglienza. Ma l’evento è anche una manifestazione di elevata rilevanza economica.

Novità dal primo incontro 2017 per il COA-Adunata del Piave

#alpiniadunata2017

L’Adunata del Piave entra nel vivo e la prima riunione del 2017 per il Comitato Organizzatore si è rivelata densa di argomenti da affrontare.
“Siamo entrati in fase esecutiva dei lavori e la macchina organizzativa opera a pieno ritmo” ha detto in apertura ieri pomeriggio a Treviso, in sede sezionale ANA, il presidente del COA Luigi Cailotto. Quindici punti all’ordine del giorno, con l’attenzione focalizzata al piano sanitario coordinato dal 118 e gestito dall’Ulss 2 Marca Trevigiana in piena sintonia con l’Ospedale militare da campo che troverà posto nell’ex pattinodromo. Numerosi gli ospiti presenti all’incontro del COA, dal presidente della Provincia Stefano Marcon al Tenente Colonnello Antonio Esposito responsabile organizzativo della “Cittadella degli Alpini” durante l’Adunata, a Marco Barmasse Delegato ANA ai contatti con le Sezioni all’estero (numerose sono infatti le penne nere sparse per il mondo che convoglieranno a Treviso durante l’Adunata). 

I vincitori del concorso per il manifesto e la medaglia dell’Adunata del Piave-Treviso 2017

#alpiniadunata2017

Enzo Claudio Lugano di Novi Ligure (Alessandria) e Chiara Principe di Roma sono i vincitori del “Concorso medaglia e manifesto” della 90ª Adunata nazionale ANA, l’Adunata del Piave-Treviso 2017. I lavori sono stati esaminati dalla Commissione presieduta dal consigliere nazionale Renato Genovese tra oltre cento elaborati inviati da tutta Italia alla Sede Nazionale ANA, a Milano e sono stati votati dal Consiglio Direttivo Nazionale.

"Cena di guerra" il 4 febbraio a Castelbrando

#alpiniadunata2017

Un evento unico, da non perdere, è in calendario a Castelbrando di Cison di Valmarino sabato 4 febbraio alle ore 20.30 nell’ambito del programma “Aspettando l’Adunata del Piave-Treviso 2017”. La sezione ANA di Vittorio Veneto organizza una “Cena di Guerra” con lo scopo di riportare i commensali ad assaporare piatti tipici dei Paesi belligeranti nella zona del Piave, dopo la ritirata di Caporetto (novembre 1917) e la fine della guerra, segnata dalla battaglia di Vittorio Veneto (novembre 1918).

L’anno dell’Adunata del Piave si apre all’insegna della cultura: premiati a Santa Caterina i...

#alpiniadunata2017

L’anno dell’Adunata del Piave si apre all’insegna della cultura, dell’amore per la montagna e dei valori alpini come la solidarietà: sono questi i tratti distintivi che hanno segnato la cerimonia di premiazione del concorso letterario nazionale “Parole attorno al fuoco”, domenica 8 dicembre alle 16 nel Museo di Santa Caterina. La 22a edizione, presentata dallo speaker ANA Nicola Stefani, ha assunto un rilievo particolare, in quanto inserita nel programma di eventi “Aspettando l’Adunata del Piave”. Ciò significa che, pur promossa com’è tradizione dal Gruppo Alpini di Arcade e dalla Sezione ANA di Treviso, gode quest’anno del sostegno delle altre Sezioni che organizzano il raduno nazionale alpino in calendario il prossimo maggio, ovvero: Conegliano, Valdobbiadene, Vittorio Veneto, insieme al patrocinio del COA, Comitato Organizzatore Adunata.

L’Adunata del Piave

La 90ª Adunata nazionale a Treviso sarà un appuntamento della memoria ma anche uno stimolo per costruire un futuro di pace. Questo lo spirito con cui gli alpini si stanno preparando all’evento che coinvolgerà il Comune capoluogo e il territorio provinciale poiché, per la prima volta nella storia dell’Ana, ad organizzare l’Adunata sono quattro Sezioni unite: Treviso, Conegliano, Vittorio Veneto e Valdobbiadene. 

Il territorio: Valdobbiadene

Valdobbiadene è famosa in tutto il mondo per la produzione del Prosecco ma gode anche di una ricca storia, le cui origini risalgono a 40mila anni fa, quando cominciò ad essere abitato il pianoro protetto dalle montagne Barbaria e Cesen, vicino al fiume Piave. Durante la prima Guerra Mondiale il territorio è bersaglio di pesanti bombardamenti.

Aspettando l’Adunata: oltre 600 alpini al Bosco delle Penne Mozze

#alpiniadunata2017

Oltre 600 alpini hanno partecipato alla cerimonia natalizia nel Bosco delle Penne Mozze, a Cison di Valmarino. Un appuntamento tradizionale, giunto alla 21a edizione, che quest’anno ha assunto un tono più solenne, in quanto preparatorio alla grande Adunata del Piave, in programma a Treviso dal 12 al 14 maggio 2017. L’evento infatti è stato patrocinato dal Comitato Organizzatore dell’Adunata e organizzato dalle quattro Sezioni ANA di Vittorio Veneto (in primis poiché il bosco rientra nel territorio di competenza), Conegliano, Valdobbiadene, Treviso. Accanto al presidente nazionale Sebastiano Favero erano presenti tutti e quattro i presidenti sezionali: Francesco Introvigne, Giuseppe Benedetti, Valentino Baron, Raffaele Panno insieme al presidente del Comitato del Bosco Claudio Trampetti. 

Aperto in piazza dei Signori il negozio dell'Adunata

#alpiniadunata2017

Taglio del nastro lo scorso 17 dicembre in piazza dei Signori a Treviso per il temporary shop legato alla 90ª Adunata Nazionale degli Alpini, l’Adunata del Piave, in calendario a Treviso dal 12 al 14 maggio 2017. E’ stato il sindaco Giovanni Manildo insieme al presidente del COA, Comitato Organizzatore Adunata, Luigi Cailotto, ad inaugurare ufficialmente lo spazio allestito nel cuore della città (nella foto). Vi si potranno trovare felpe, magliette, cappellini, cinture, tazze, penne, magneti e tanto altro ancora: tutti oggetti legati al mondo delle penne nere e al grande raduno che coinvolgerà la città di Treviso e il territorio. L’Adunata infatti è promossa dalle quattro Sezioni ANA di Treviso, Conegliano, Valdobbiadene e Vittorio Veneto.

Vigilia di Natale al Bosco delle Penne Mozze

Pomeriggio con raduno e celebrazioni prenatalizie al Bosco delle Penne Mozze sopra Cison di Valmarino. Sabato 24 dicembre la cerimonia inizia alle 15.30 con l’intervento del presidente del Comitato Bosco delle Penne Mozze Claudio Trampetti, partecipa il coro Col di Lana diretto dalla maestra Sabrina Carraro.

Un contatore ambientale per un'Adunata più ecologica

#alpiniadunata2017

E’ stato presentato e siglato il Protocollo di Intesa tra Contarina e CONAI - Consorzio Nazionale Imballaggi - per la promozione della cultura del riciclo nel territorio trevigiano, che da anni detiene il record di raccolta differenziata. Il progetto prevede la realizzazione di uno speciale “contatore”, che misurerà le performance di raccolta raggiunte nei 50 Comuni serviti da Contarina e i benefici ambientali, economici e sociali generati dalla corretta gestione dei rifiuti. Tali benefici saranno calcolati attraverso una serie di indicatori, tra cui le emissioni di CO2 evitate, la quantità di rifiuti sottratta alla discarica e avviata a riciclo per categoria merceologica, le materie prime seconde generate e il risparmio idrico ed energetico.

Siglata la convenzione con il Comune di Treviso: gli alpini donano alla città interventi...

#alpiniadunata2017

E' stata siglata in Municipio a Treviso la Convenzione tra il Comune di Treviso e il Coa, il Comitato Organizzatore della 90ª Adunata degli Alpini, in calendario dal 12 al 14 maggio 2017. Il testo, oltre a disciplinare le attività di competenza a carico dei due soggetti firmatari, individua le opere che le penne nere lasceranno in dono alla città. Gli alpini, in concomitanza con il periodo che precede l’Adunata realizzeranno interventi sulle scuole, sistemeranno le fontane del centro storico, il Ponte dell’Università e il tratto delle Mura da Porta Frà Giocondo a Varco Caccianiga. Qui gli alpini saranno all’opera per sistemare le aree verdi, realizzare la potatura delle piante, riparare e tinteggiare le attrezzature.