Raduno della Sezione Marche a Macerata

Quest’anno il raduno della Sezione Marche si terrà a Macerata il 23 e 24 settembre. L’apertura sabato 23 nel pomeriggio con l’inaugurazione del Monumento all’Alpino e la Messa officiata dal vescovo mons. Nazzareno Marconi nella chiesa dell’Immacolata (in corso Cavour). Domenica 24 la sfilata e gli interventi delle autorità.

Conoscere la montagna e gli alpini

Ha avuto inizio sotto i migliori auspici, in una splendida giornata di sole ai piedi del Monte Vettore, sui Monti Sibillini, il primo incontro con le scolaresche del territorio montano del Piceno presso il Rifugio Ana “Giacomini” di Forca di Presta. Motivo: il progetto di diffusione della cultura della montagna e dell’ambiente intrapreso dalla Sezione Marche. 

Raduno degli alpini marchigiani a San Ginesio

Il 94° raduno della sezione Marche si terrà il 29 e 30 agosto a San Ginesio. Sabato 29 sono previsti un corso gratuito di nordic walking e un convegno dedicato al centenario della Grande Guerra e al 70° della Liberazione. Domenica dalle ore 8.30, cerimonie in omaggio ai Caduti, Messa e sfilata.

42° “Giro da rifugio a rifugio” a Forca di Presta

Il 21 giugno si svolgerà al rifugio degli alpini “M.O. Giovanni Giacomini” di Forca di Presta (Arquata del Tronto, Ascoli Piceno) il 42° “Giro da rigugio a rifugio – Trofeo Nino Allevi”, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, organizzato dalla sezione Marche.

MARCHE – I 90 di Ascoli Piceno

Il Gruppo di Ascoli Piceno intitolato alla MOVM Giovanni Giacomini, ha celebrato il 90º anniversario con una serie di iniziative, realizzate in collaborazione con l’associazione culturale “Il Portico di padre Brown” e inserite nel novero degli eventi legati al centenario della Grande Guerra. Il programma ha avuto inizio il 4 Novembre con la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate che ha visto oltre 200 studenti sfilare con gli alpini fino alle lapidi dei Caduti della Grande Guerra. 

Gli alpini marchigiani per la Grande Guerra

Nel 90° di fondazione il gruppo di Ascoli Piceno organizza una serie di appuntamenti in occasione della giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate e del centenario della Grande Guerra.

Raduno della sezione Marche a Fabriano

Il 92° raduno della sezione Marche si svolgerà a Fabriano il 13 e 14 settembre. La manifestazione si aprirà sabato 13 dalle ore 17; in serata appuntamento con il concerto dei cori al Teatro Gentile.
Domenica l’inizio della manifestazione è previsto per le ore 9.

MARCHE – Un albero per ogni Caduto

Castelraimondo è un paese posto tra le colline del Preappennino umbro-marchigiano, tra Macerata e Perugia: nel suo territorio si trova il gruppo di Val Potenza, guidato da Angelo Ciccarelli. Due anni fa, dopo la notizia della morte del capitano Massimo Ranzani, Caduto in Afghanistan, gli alpini pensarono di realizzare un parco della Rimembranza, nel quale ogni albero messo a dimora fosse dedicato ad un Caduto.

MARCHE – Il Vajont di Giovanni Urriani

A cinquant’anni dalla tragedia del Vajont il gruppo di Acquasanta Terme ha commemorato l’alpino Giovanni Urriani, disperso nella sciagura. Urriani era in forza alla compagnia Genio pionieri del 7° reggimento Alpini e si trovava, quel giorno, in perlustrazione lungo il corso del Piave con un compagno. Furono travolti dall’ondata distruttrice e i loro corpi non furono mai più ritrovati.

MARCHE – Gran festa per il 90°

Bellissima festa il 90° della sezione Marche, che conta due raduni all’anno, uno sui monti presso il rifugio ANA “Giacomini” di Forca di Presta e l’altro itinerante, svoltosi quest’anno nella bella e storica città universitaria di Camerino. I festeggiamenti sono iniziati sabato con l’alzabandiera, la deposizione di corone al monumento ai Caduti in piazza Vittoria e lo scoprimento di due lapidi alla presenza di un buon numero di alpini.

Un parco a Castelraimondo, dedicato ai Caduti in Afghanistan

Gli alpini del gruppo Val Potenza (sezione Marche) hanno realizzato il “Parco della rimembranza” a Castelraimondo (Macerata), dedicato alla memoria dei nostri militari caduti in Afghanistan. L’inaugurazione avverrà il prossimo 29 settembre.

Cerimonia a Fermo in ricordo del cappellano Loy

Nel 2012 ricorrono i cent’anni dalla nascita di don Amelio Loy, marchigiano, morto a 33 anni per ferite, fame e stenti in terra di Russia, dove si trovava al seguito della divisione Julia, di cui era cappellano. 

ULTIMI ARTICOLI

Mostra fotografica sui luoghi della Grande Guerra al giorno d’oggi

Doppio appuntamento con le foto di Luigi Rinaldo in occasione dell’Adunata a Milano. La mostra fotografica “Un viaggio nella memoria sui sentieri degli Alpini...