28.6 C
Milano
giovedì, 17 Giugno 2021

GENOVA – Genova ricorda

Tiziano Chierotti Il Gruppo Genova Centro ha intitolato il salone della propria sede al caporalmaggiore Tiziano Chierotti, in forza al 2º Alpini di Cuneo,...

La 36ª festa della Madonna del Don a Sampierdarena

Sabato 14 ottobre appuntamento per gli alpini genovesi alla 36ª festa della Madonna del Don presso la Cappella della Pace e per le celebrazioni per il 145° anniversario di costituzione del Corpo degli alpini.

COMO E GENOVA – Un Oro in due

C’è una Medaglia d’Oro al Valor Militare che compare su due vessilli sezionali, in ordine alfabetico quello di Como e quello di Genova, entrambe “Sezioni d’acqua”, dolce la prima, salata la seconda. È la decorazione conferita al sottotenente Franco Sampietro, nato a Rapallo nel 1917 da genitori comaschi, per la precisione di Tremezzo, paese sulla sponda occidentale del Lago di Como. Sampietro cadde eroicamente in Grecia durante un combattimento, alla testa del suo plotone.

Raduno degli alpini genovesi a Santo Stefano d’Aveto

L’annuale raduno della Sezione di Genova è in programma il 30 settembre e il 1° ottobre a Santo Stefano d’Aveto, in occasione del 65° di fondazione del locale gruppo alpini e dell’inaugurazione della nuova baita.

GENOVA – Giovanni Belgrano, alpino d’oro

Nel corso dell’annuale raduno del Gruppo di Masone è stata consegnata la medaglia “Alpino d’oro” all’alpino Giovanni Belgrano che per ben 18 anni è stato Presidente della Sezione di Genova. 

Mostra "Un cuore più grande della guerra", a Chiavari

Sabato 30 gennaio, ore 16, a Chiavari presso l’auditorium San Francesco (in piazza San Francesco), sarà inaugurata la mostra “Un cuore più grande della guerra”. Relatori dell’incontro saranno il giornalista Massimo Bernardini e il curatore della mostra Andrea Maffei.

Giornata della memoria per i Caduti sulle Tofane

Il 19 luglio saranno commemorati i Caduti sulle Tofane, in occasione delle celebrazioni per i cento anni della morte del gen. Cantore. Alle ore 10 Messa celebrata da mons. Sandro Capraro a Forcella Fontananegra, presso il “Cippo al gen. A. Cantore”; ore 14.30 cerimonia al Sacrario dei Caduti della Grande Guerra a Pocol; ore 16 al piazzale Autostazione di Cortina d’Ampezzo, deposizione corona al Monumento al gen. Cantore.

A Genova il 24° Incontro italo-austriaco per la pace

Il 24° Incontro italo-austriaco per la pace si svolgerà domenica 24 maggio a Genova, con inizio alle ore 10,15. Il ritrovo è fissato in piazza Ferrari; alle ore 11,30 è in programma la Messa in ricordo dei Caduti.

GENOVA – Visita del cardinale Bagnasco

In novembre, poco tempo dopo l’alluvione che ha duramente provato la città, l’arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco, ha visitato lo storico gruppo di Genova Monte, la cui sede si trova nei locali annessi alla parrocchia della Sacra Famiglia e in prossimità del Bisagno, torrente cittadino tristemente noto per le sue ripetute e disastrose esondazioni. Il Gruppo si è fatto promotore, con successo, di una raccolta straordinaria di fondi e materiali pro alluvionati, il cui ricavato è stato devoluto alla Caritas Diocesana.

GENOVA – “Il ricordo è vita”

“In Russia eravamo male armati, male equipaggiati, male nutriti; spesso anche male comandati: nessun altro avrebbe potuto fare di più. Oggi è giusto ricordare chi non è tornato, perché il ricordo è vita”. Le parole del gen. Modesto Marchio lasciano nel silenzio i tanti convenuti per l’inaugurazione del monumento agli alpini Caduti “in guerra e in pace”, opera dell’architetto Timossi, fortemente voluto dal gruppo guidato dal dinamico Carmelo Staderoli.

A Sampierdarena il 90° del gruppo

Sabato 12 e domenica 13 ottobre il gruppo di Sampierdarena celebrerà il 90° di fondazione e il 40° del Coro storico di Sampierdarena, la Corale "Città di Genova", nato come Coro "Amici della montagna", che ha accompagnato gli alpini nella annuali celebrazioni della Cappella Della Pace - Madonna Del Don.

GENOVA – Restaurato il monumento all’Alpino

Il monumento all’Alpino nel cimitero monumentale di Staglieno era stato voluto dai commilitoni superstiti della Campagna di Russia per ricordare i loro compagni che non ce l’avevano fatta. Sporco, malandato e quasi dimenticato, da qualche tempo versava in stato di abbandono. È stato il gruppo di Genova Centro, guidato da Giuseppe Fusco, che ha voluto arginare gli effetti del tempo e dell’incuria.

ULTIMI ARTICOLI

Un nuovo monumento sul Cammino del Titano, sistemato dagli alpini

Nei mesi scorsi, in previsione dell'Adunata nazionale, gli alpini del Gruppo di Comun Nuovo e della Sezione di Bergamo avevano avviato i lavori di...

Quel profumo che manca