32.3 C
Milano
martedì, 16 Luglio 2024

CANADA – Borse di studio

In occasione della festa del Gruppo di Laval della Sezione di Montréal, è stata consegnata la borsa di studio Franco Bertagnolli alla studentessa di...

TORONTO – Nel ricordo di Franco

Il fondo “Franco Bertagnolli” venne costituito per dare la possibilità a studenti, figli e nipoti di alpini, di frequentare l’università italiana. L’ex consigliere nazionale Gianni Franza, che conosco da una vita ormai, è stato per molti anni delegato ai contatti con le Sezioni all’estero e fu il principale artefice di questa iniziativa. 

EDMONTON – Una borsa di studio per Mia

Mia Bottos, nipote dell’alpino Claudio Bottos, riceve la borsa di studio “Franco Bertagnolli” dalle mani del Presidente Zenari. La consegna è avvenuta alla presenza dei consiglieri della Sezione Ana di Edmonton (Canada) nel salone centrale del Centro culturale italiano. Mia Bottos è studentessa al terzo anno in Scienze Politiche presso l’Università di Alberta a Edmonton. Auguroni alpini, Mia!

Gli alpini del Nord America in congresso

Dal 18 al 20 agosto si svolgerà a Windsor il 19º Congresso degli alpini del Nord America, contestualmente al 50º anniversario della locale Sezione.

Questo il programma di massima:

  • Venerdì 18 agosto - Ore 9-10 alzabandiera in centro città alla presenza del Sindaco Drew Dilkens; ore 10-12 visita lungo il Detroit River; ore 12,30 pranzo al Fogolar Furlan, sede della Sezione di Windsor; ore 17-21 cena al Fogolar Furlan.
  • Sabato 19 agosto - Ore 9-11 benvenuto e colazione offerta dalla Sezione e, a seguire, escursioni in zona per chi non partecipa al Congresso. Ore 11-18 inizio riunione del Congresso intervallata, ore 13, dalla pausa pranzo riservata ai congressisti. Ore 19 cena aperta a tutti i partecipanti.
  • Domenica 20 agosto - Ore 10 Messa alla chiesa S. Angela Merici, celebrata dal vescovo Joseph Dabrowski con il socio cappellano di Sezione don Adriano Barbiero. Ritorno al Fogolar Furlan per una cerimonia in onore ai Caduti. Ore 14 pranzo di gala al Fogolar Furlan e chiusura del Congresso.

HAMILTON – Una storia incredibile

Mi chiamo Pasquale e vivo a Hamilton (Canada) dal 1961. Sono l’orgoglioso figlio di Antonio Di Perso, alpino classe 1913 di Brittoli (Pescara). Ricordo che mio padre mi raccontava sempre l’esperienza terribile della guerra, quando da Gorizia partì per l’Albania. Durante una notte di battaglia, il suo superiore morì tra le sue braccia.

CANADA – Un ricordo del mio papà alpino

Mio padre Silvestro Di Donato, classe 1882, reduce della Grande Guerra, all’età di 22 anni si trovava in America quando ricevette la notizia della morte di suo padre per un incidente sul lavoro. Venne quindi esonerato alla leva perché orfano e dichiarato capo famiglia di altri due fratelli e tre sorelle. Per quasi dieci anni dovette lavorare per aiutare mia mamma e i fratellini più piccoli.

CANADA – Cuore di nonno e di alpino

La festa canadese dei nonni è stata l’occasione per gli alpini del Gruppo Centro di Toronto, capeggiato dal Capogruppo Danilo Cal, di organizzare un ritrovo a cui hanno partecipato 200 nonni e 50 nipoti. Durante il pranzo si sono svolte le premiazioni per il nonno e la nonna più anziani e più giovani: il nonno più anziano è ancora una volta il nostro socio alpino reduce Rinaldo Bartolini, il più giovane Arturo Magnaguagno.

CANADA – San Valentino con gli alpini

Il Gruppo Laval, Sezione di Montréal, ringrazia vivamente tutti gli alpini, amici e simpatizzanti, con le rispettive famiglie oltre a tutti gli sponsor per il loro contributo al successo del “San Valentino con gli alpini”, l’appuntamento annuale delle penne nere. Un ringraziamento speciale ai giovani che hanno portato una ventata di freschezza! Durante la serata sono state consegnate quattro borse di studio “Franco Bertagnolli”. Nella foto, da sinistra: Costantino D’Ovidio e il nipote Damiano Ficca. I giovani Cristina Santilli e Vincenzo Gaudio, nipoti di Lamberto Cacchione vice Capogruppo di Laval, al centro. A destra il Capogruppo Italo Spagnuolo. Nella foto manca lo studente Damiano Ficca, nipote dell’alpino Camillo Ficca.

CANADA – Essere alpini a Toronto

Nel 1958 girava già una tessera. Nel 1959 sulla tessera c’era un bollino, ma è nel 1960, grazie a un gruppo di alpini volenterosi capitanati dal tenente colonnello Oreste Chemello e da Attilio Paron, che nasce la Sezione Ana di Toronto. È datata 3 dicembre 1960 la lettera scritta da Alberto Muzzin, residente a Toronto e pubblicata su Il Gazzettino, nella quale appare chiaro e forte il desiderio degli alpini di incontrarsi e mantenere vivo lo spirito di Corpo, seppur tanto lontani dalla propria Patria: «Qui in Canada ho conosciuto molti miei commilitoni e ogni tanto ci troviamo tutti assieme a ricordare i tempi della gavetta e delle lunghe marce.

CANADA – A Thunder Bay un pezzo d’Italia

Una tradizione comune alle Sezioni e ai Gruppi Ana in Italia e all’estero, è quella di erigere un monumento ai Caduti. E così anche il Gruppo autonomo di Thunder Bay ha voluto un monumento in memoria di tutti coloro che si sono sacrificati per la Patria. Un masso di 25 tonnellate donato da Bruno Di Gregorio, sormontato da una grande aquila, simbolo degli alpini, posto sulla proprietà di pertinenza della chiesa di Sant’Antonio a Thunder Bay, Ontario. 

HAMILTON – Ai suoi alpini

Le penne nere della Sezione di Hamilton hanno reso onore agli alpini “andati avanti”. La giornata è iniziata con la Messa celebrata da padre Janusz Roginski. Nella foto un momento della cerimonia, da sinistra Padre Janusz, Donato Core, Felice Rucci e Fausto Chiocchio, Presidente sezionale.

NEW YORK – Brava Tiffany!

La cerimonia di consegna della borsa di studio “Franco Bertagnolli” alla studentessa Tiffany Barrera, nipote dell’alpino Carlo Buzzi, è stata celebrata durante il Polenta Party al Famee Furlane, College Point, a New York.

ULTIMI ARTICOLI

Andrea Cainero

Nato il 26 luglio 1973 a Udine, è dottore commercialista iscritto nel “Registro dei revisori contabili”. Ha prestato servizio nel 1998-’99, prevalentemente al Comando...

Giuseppe Vezzari

Remo Facchinetti

Mario Baggio

Giovanni Badano