14.7 C
Milano
martedì, 11 Maggio 2021

La Taurinense apre al pubblico e celebra il conferimento al s.ten Gigli della Medaglia...

La Brigata Alpina Taurinense celebrerà il prossimo 4 maggio il 151° anniversario di costituzione dell’Esercito Italiano con l’apertura alla cittadinanza dalle 9 alle 12 del museo collocato all’interno della caserma Montegrappa, dove ha sede il comando (corso IV Novembre 3, a Torino).

Il col. Enrico Attilio Mattina nuovo capo Ufficio P.I. del Comando Truppe alpine

Il colonnello Enrico Attilio Mattina è il nuovo capo dell’Ufficio Pubblica Informazione del Comando Truppe alpine. Ha sostituito il ten. col. Camillo della Nebbia, che ora comanda il Gruppo Aosta del 1° reggimento artiglieria da montagna di stanza a Fossano.

Monumento a Gigli e De Cillis genieri Caduti in Afghanistan

Al Camp “Arena” di Herat, sede del Comando NATO a guida italiana su base della brigata “Sassari”, è stato inaugurato il mese scorso un monumento dedicato al 1° maresciallo Mauro Gigli, del 32° reggimento genio alpino di Torino e al caporalmaggiore capo Pier Davide De Cillis, del 21° reggimento Genio di Caserta. I due militari erano parte del Team incaricato della bonifica di ordigni improvvisati: il 28 luglio 2010 uno di questi esplose mentre stavano neutralizzandolo, ferendo anche il capitano Federica Luciani, del 2° reggimento Genio Pontieri di Piacenza.

Il gen. Pennino nuovo comandante militare in Lombardia

Il 29 marzo il gen. B. Antonio Pennino è subentrato al gen. D. Camillo de Milato quale comandante del Comando Militare Esercito Lombardia. La giunta regionale lombarda ha nominato il gen. De Milato presidente dell’Asilo Mariuccia, una onlus che si occupa da quasi un secolo di minori e madri in difficoltà. La cerimonia del cambio, presieduta dal gen. D. Claudio Berto, comandante della Regione Militare Nord, si è svolta presso il salone Radetzky di Palazzo Cusani a Milano, sede del Comando Militare Esercito Lombardia.

Bolzano: messa pasquale interforze

Nel Duomo di Bolzano il vescovo di Bressanone e Bolzano, monsignor Ivo Muser, ha officiato il precetto pasquale interforze, concelebrato dai cappellani militari del Trentino-Alto Adige. Presenti numerose autorità civili e militari, oltre a nutrite rappresentanze delle Forze Armate e dei Corpi armati e non dello Stato, della Croce Rossa Militare e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Taurinense, 60 anni di storia alpina

La brigata di stanza in Piemonte nasce nel febbraio del 1952, quando l’allora ministro della Difesa Randolfo Pacciardi dispone la graduale costituzione della Taurinense, articolata all’inizio su soli due reggimenti: il 4° Alpini e il 1° artiglieria da montagna, i quali comprendono battaglioni storici come il Saluzzo, l’Aosta, il Mondovì e il Susa e i gruppi di artiglieria Aosta, Susa e Pinerolo. È un periodo – quello dei primi anni ’50 – in cui l’Esercito italiano vive una fase dinamica e i giornali seguono da vicino l’evoluzione della guerra fredda e delle questioni militari. Non sono momenti facili per le forze armate: sono passati solo sette anni dalla fine della seconda guerra mondiale, le perdite sono state cospicue e il morale è da rigenerare.

“Occorre un messaggio di fiducia alle Forze Armate”

La visita del capo di Stato Maggiore dell’Esercito gen. Claudio Graziano al comando del Corpo d’Armata di reazione rapida della Nato, con sede alla caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona (Varese) e comandato dal gen. C.A. Giorgio Battisti, è stata l’occasione per fare il punto sulla trasformazione in atto nell’Esercito. Trasformazione che porterà, fra l’altro, a una riduzione della forza complessiva, che sarà più snella ma in grado di affrontare meglio i compiti richiesti ad un esercito moderno, impiegabile nelle diverse missioni all’estero. Nella circostanza della visita del gen. Graziano è stato inaugurato anche un monumento ai Caduti di tutte le guerre, donato dagli alpini di Varese nell’80° di costituzione della loro sezione, presieduta da Francesco Bertolasi.

Conferita alla Taurinense la cittadinanza onoraria di Ceres

Il sindaco Davide Eboli ha conferito la cittadinanza onoraria di Ceres (Torino) alla Brigata alpina Taurinense. Alla cerimonia hanno partecipato il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Elsa Fornero, il vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Michele Vietti e numerose autorità civili e militari. La sezione ANA di Torino, presente con il vessillo, era rappresentata dal presidente Gianfranco Revello, dal consiglio sezionale e da 151 gagliardetti dei Gruppi alpini della "Veja".

"Olimpiadi alpine": i CaSTA raccontati dalle foto di Emilio Corrado

Dal 2 al 13 maggio, presso il Circolo Unificato dell’Esercito in via Druso 20, a Bolzano, sarà allestita la mostra fotografica “Olimpiadi alpine” con le immagini scattate dal primo maresciallo Emilio Corrado in occasione dei Campionati Sciistici delle Truppe alpine che si svolgono in Alta Val Pusteria. 

Il gen. Pennino nuovo comandante del Comando Militare Esercito Lombardia

Il gen. B. Antonio Pennino è il nuovo comandante del Comando Militare Esercito Lombardia. La cerimonia di avvicendamento con il gen. D. Camillo de Milato è stata presieduta dal generale Claudio Berto, comandante della Regione Militare Nord e si è svolta nel salone Radetzky di Palazzo Cusani a Milano.

Cambio al Comando Militare Esercito Lombardia

Il 29 marzo, alle ore 10.30, presso il salone Radetzky di Palazzo Cusani a Milano, si svolgerà la cerimonia di avvicendamento al Comando Militare Esercito Lombardia fra il gen. D. Camillo de Milato e il gen. B. Antonio Pennino. Parteciperà alla cerimonia il gen. D. Claudio Berto, Comandante della Regione Militare Nord.

Un master Nato sulla neve, con gli alpini

Si è svolta dal 20 al 27 febbraio scorso 2012 a La Thuile (Val d’Aosta) con il prezioso supporto del personale del Centro di Addestramento Alpino, che ha fornito anche il necessario sostegno logistico, l’esercitazione Eagle Snow Master 2012, attività addestrativa in ambiente montano del Comando di Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO (NRDC-ITA) di Solbiate Olona. L’attività, che ha coinvolto circa 90 militari di 9 diverse nazioni appartenenti alla NATO, è stato il momento culminante di un intenso periodo di preparazione presciistica iniziata alcune settimane prima nella sede stanziale di Solbiate Olona.

ULTIMI ARTICOLI

Gli alpini di Genova celebrano i cento anni

Il 15 e 16 maggio la Sezione di Genova celebrerà il centenario nel capoluogo ligure con una manifestazione statica, nel rispetto delle norme contro...