Sezioni e Gruppi
Ricerca contenuti più recenti della categoria Sezioni e Gruppi:

  • News (20)

    In “Concerto per gli alberi caduti”

    Sabato 23 febbraio, ore 20,30, al Teatro Mattarello di Arzignano (in corso Mazzini 22), la Fanfara Storica della Sezione ANA di Vicenza “Monte Pasubio” sarà protagonista del “Concerto per gli alberi caduti”, un’iniziativa per raccogliere fondi da destinare ad interventi dell'Associazione Nazionale Alpini, a sostegno del territorio e delle comunità del Veneto gravemente colpite dal maltempo nello scorso novembre.

    »»

    La Giornata del ricordo a Basovizza

    Domenica 10 febbraio a Basovizza, frazione del comune di Trieste, a Nord-Est del capoluogo, sull'altopiano del Carso, sarà celebrata la cerimonia in ricordo dell’Esodo giuliano dalmata e della tragedia delle Foibe. La cerimonia si svolgerà tra le 10 e le 12. Le Sezioni che intendono partecipare devono comunicarlo a  burresi.dario@gmail.com oppure a trieste@ana.it.

    »»

    A Dobbiaco l'84° campionato Ana di sci di fondo

    L’84ª edizione del campionato ANA di sci di fondo si disputerà il 23 febbraio in notturna, sulla pista Saskia dello stadio del fondo “Nordic Arena”, a Dobbiaco. La prova a tecnica libera prevede due percorsi di gara di 10 e 5 km, diversi a seconda della categoria.

    »»

    Colico commemora il 76° di Nikolajewka

    Domenica 3 febbraio gli alpini di Colico ricorderanno il 76° anniversario della battaglia di Nikolajewka. Le cerimonie inizieranno alle ore 9,30 con l’ammassamento in piazza Roma e l’alzabandiera in piazza 5° Alpini. Quindi la sfilata e, a seguire, la Messa in suffragio ai Caduti (ore 10,30), celebrata dal vescovo emerito di Como mons. Diego Coletti e accompagnata dal coro “Musica Viva”.

    »»

    Cerimonia per il 76° di Nikolajewka a Biella

    Anche se la celebrazione a carattere nazionale è quella della Sezione di Brescia, che si terrà il 26 gennaio, alle 10, davanti alla Scuola Nikolajewka di Mompiano a Brescia, sono numerose le iniziative delle Sezioni Ana a ricordo dell’epico fatto d’armi in terra di Russia.
    Rientra tra queste l’annuale iniziativa del gruppo di Biella Piazzo (Sezione di Biella): qui, sabato 26 gennaio alle 18, nella chiesa di San Giacomo, si commemora il 76° anniversario della battaglia. La celebrazione sarà accompagnata dal coro Ana Stella Alpina del gruppo Vergnasco-Cerrione-Magnonevolo.

    »»

    Breganze ricorda i Caduti di Nikolajewka

    Sabato 26 gennaio il gruppo alpini di Breganze commemorerà il 76° della battaglia di Nikolajewka al Tempietto di Santa Lucia. La cerimonia inizierà alle ore 10 e sarà accompagnata dal coro di Breganze.

    La locandina »

    »»

    XV Concorso di poesia “Il Castello di Sopramonte”

    Il Gruppo alpini di Prato Sesia (Novara), in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Provincia di Novara, ha bandito il XV Concorso nazionale di poesia denominato “Il Castello di Sopramonte”, in memoria di don Antonio Guarneri e di Barbara Valsesia.
    Il Concorso è articolato su una Sezione Adulti, una Nuove penne ed una in Vernacolo. Le opere devono pervenire, in forma digitale o cartacea, entro il 1° giugno 2019.

    »»

    Premiati a Palazzo Lombardia i vincitori del concorso che racconta gli alpini

    Penne nere, autorità ed emozioni hanno invaso pacificamente, sabato 12 gennaio, l’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia per la cerimonia di premiazione del Concorso letterario nazionale Parole attorno al fuoco, che da oltre vent’anni celebra lo spirito e i valori, la solidarietà e l’amore per la montagna che caratterizzano gli Alpini. “La Montagna: le sue storie, le sue genti, i suoi soldati, i suoi problemi di ieri e di oggi” il tema cui dovevano ispirarsi gli scritti.
    Ideato e organizzato dalla Sezione ANA di Treviso e dal Gruppo Alpini di Arcade, con il patrocinio del COA (Comitato Organizzatore Adunata), il contributo di Regione Lombardia, il patrocinio di Regione Veneto e Regione Lombardia, Comune di Milano e Comune di Arcade, il concorso ha aperto il programma di Aspettando la 92a Adunata Nazionale di Milano.

    »»

    Concerto degli auguri al Teatro Villani di Biella

    Il 14 gennaio la Sezione di Biella organizza al Teatro Sociale Villani il tradizionale concerto degli auguri con la Fanfara alpina Valle Elvo. Da diversi anni il concerto non propone soltanto il classico repertorio alpino ma ha un’offerta musicale sempre più articolata, con musicisti e cantanti solisti che affiancano o si alternano alla Fanfara, nonché gruppi artistici e interpreti anche in altre discipline.

    »»

    A Milano le premiazioni del concorso letterario "Parole attorno al fuoco"

    Con gli Alpini parole e fatti vanno di pari passo. Così, la “marcia” verso l’Adunata del Centenario –in calendario il 10, 11 e 12 maggio prossimi a Milano, dove un secolo fa nacque l’ANA (Associazione Nazionale Alpini)- comincia proprio con le parole. Quelle capaci di esprimere lo spirito e i valori, la solidarietà e l’amore per la montagna che caratterizzano gli Alpini e che sono alla base di quella che potremmo definire, giocando appunto con le parole, ”alpinità”. Le parole, insomma, che partecipano al Concorso letterario nazionale Parole attorno al fuoco.

    »»

    Cerimonie in omaggio a don Gnocchi a Lezzeno

    Dal 10 al 13 gennaio presso il Santuario della Madonna delle Lacrime (frazione Lezzeno, a Bellano, Lecco) si terrà il triduo (tre giorni dedicati alla preghiera) in onore dell'alpino don Carlo Gnocchi, nel decimo anniversario della beatificazione.

    »»

    Concerto di Natale a Gallarate

    “Armi a terra, è Natale” è il titolo del concerto del coro Penna Nera al Teatro Condominio Gassman di Gallarate, il prossimo 22 dicembre, ore 21. Dirige Fabio Zambon su racconto di Lorenzo Canziani; presenta Manuel Principi.

    »»

    A Torino "Un Babbo Natale in F.O.R.M.A."

    Il 2 dicembre scorso, come promesso, davanti all’Ospedale Regina Margherita noi c’eravamo, e con noi circa ventimila Babbi Natale allegri, festosi e anche un po’… infreddoliti! Il sole e il cielo azzurro hanno regalato ai bambini ricoverati una giornata spettacolare: i prati davanti all’ospedale, di solito aiuole anonime tra i parcheggi delle auto, si sono trasformati in un enorme e brulicante distesa di Babbi Natale grandi e piccini. Uomini, donne, giovani e meno giovani, bambini, nonni e alpini, molti dei quali sono arrivati all'ospedale infantile a piedi dopo avere percorso i 3 km della 'camminata solidale'. Tutti hanno voluto così manifestare il loro affetto e la loro solidarietà per chi in questo momento soffre ed è malato.

    »»

    Donazioni per le chiesette alpine di Verona

    Soffice e dolce ma arruolata, quest’anno, per una causa particolarmente dura e ambiziosa: rimettere in piedi a tempi di record la chiesetta di Costabella. È questo il primo obiettivo della Pandora dell’alpino, ormai tradizionale iniziativa natalizia promossa dalle Penne Nere della sezione scaligera per raccogliere fondi destinati alle opere di solidarietà portate avanti dai duecento gruppi di tutta la provincia e del Mantovano.

    »»

    "Serata della riconoscenza" a Mombello di Laveno

    Sabato 1º dicembre, nel corso della “Serata della riconoscenza”, verrà consegnato il 39º Premio “Pà Togn” contestualmente alla premiazione del 32º trofeo “Presidente nazionale” della Sezione di Varese. L’appuntamento è alle ore 20,30 al Cinema Teatro “Franciscum”, in via Redaelli 13 a Mombello di Laveno.
    Per l’occasione l'attore Livio Perrucchetti presenterà “Gefanghen” (Catturato), ispirato al diario del capitano del btg. Val d’Adige Bini Giorgio Cima.

    »»

    La Grande Guerra in cento immagini, il libro presentato a Biella

    Il prossimo 9 novembre, alle ore 21, nella sede della Sezione di Biella (in via Ferruccio Nazionale 5) verrà presentato il libro “Grande Guerra un racconto in cento immagini”, edito dallo Stato Maggiore della Difesa.

    »»

    Raduno a Bologna per il 96° di fondazione della Sezione

    Il 18 novembre la Sezione Bolognese-Romagnola celebrerà, a Bologna, il 96° della fondazione, in occasione del raduno sezionale.

    »»

    Mostra storico-filatelica a Imola

    Il gruppo alpini di Imola Valsanterno a conclusione celebrazioni del centenario della Grande Guerra organizza una mostra storico-filatelica dove, dal 4 all'11 novembre, verranno esposti ex voto dedicati ad alpini rientrati dal fronte e dalla prigionia. La mattina del 4 novembre verranno emesse due cartoline con apposito annullo filatelico speciale di Poste Italiane, mentre la sera del 6 novembre l'argomento verrà illustrato con proiezioni da due studiosi presso la sala conferenze della biblioteca di Imola.

    »»

    Cerimonie per il 4 Novembre a Ginevra

    Il gruppo alpini di Ginevra celebrerà il 4 novembre con una Messa solenne nella Cappella funeraria del Cimitero di Saint-Georges, officiata dal Nunzio Apostolico, S.E. l’Arcivescovo Ivan Jurkovic (ore 10,30); a seguire il corteo, accompagnato dalla Musica della Città di Ginevra, si recherà al momunento per rendere omaggio ai Caduti.

    »»

    Concerto del Coro Ana Milano al Memoriale della Shoah

    Domenica 4 Novembre, alle ore 18, il Coro Ana Milano diretto dal Maestro Massimo Marchesotti sarà in concerto al Memoriale della Shoah (piazza Edmond J. Safra - via Ferrante Aporti, Milano), in occasione della chiusura della mostra “1915-1918 Ebrei per l’Italia”.
    Il concerto, intitolato “La mia bela la mi aspeta”, sarà un percorso dedicato ai canti degli alpini e dei militari della Prima guerra mondiale, con alcune esecuzioni di motivi militari del secondo conflitto mondiale e di alcune suggestive villotte friulane.

    »»
  • Pagine (2)

    I “veci” del 32° Acs a Lastebasse, dopo 45 anni

    Una pagina da libro cuore, ma scritta con la penna d’alpino. Avevano vissuto assieme per cinque mesi da ventenni l’esperienza del servizio militare poi le tracce si sono perse, complici prima le diverse destinazioni e poi le priorità nella vita civile. Un vuoto durato ben quarantacinque anni, colmato però da un piccolo miracolo che ha permesso un rendez vous che sembrava solo un sogno. E’ la storia toccante che racconta l’incontro, dopo quasi dieci lustri, dei vicentini protagonisti nel 1971 del 32° Corso Allievi Sottufficiali alla Scuola Militare Alpina di Aosta.

    »»
  • Articoli Alpino (20)

    CIVIDALE - Il camminante

    Il camminante, come si definisce l’alpino Luigi Ferraro, dopo aver terminato il servizio presso l’8º Alpini con il grado di 1º maresciallo luogotenente, ha potuto dedicarsi ai “viaggi a piedi in solitaria”, la sua passione. Nel 2015 ha intrapreso il cammino di Santiago di Compostela partendo dalla Francia. Percorrendo 800 km si è poi spinto fino all’oceano atlantico a Finisterre.

    »»

    BRESCIA - Quegli aviatori erano... alpini

    Il titolo “Nel cielo tra i monti: alpini ed aviatori 1917/1918” evoca un binomio apparentemente privo di fondamento, su cui era imperniato il convegno organizzato dalla Sezione di Brescia, nell’ambito delle iniziative sul centenario della Prima guerra mondiale. Il binomio ha in realtà un solido fondamento storico perché per i voli di guerra in montagna i piloti vennero arruolati proprio dalle file degli ufficiali alpini.

    »»

    TRENTO - Il fiore degli alpini

    “Certe cose succedono solo quando ci sono gli alpini”. Fa sempre più rumore un albero che cade di un fiore che sboccia, ma i fiori di questa storia - fiori veri, non metaforici - sono stati più potenti, tanto da creare un ponte d’amicizia tra Trento e Vicenza. Renata Coser ha ancora gli occhi lucidi raccontando ciò che l’è capitato all’Adunata di Trento.

    »»

    CREMONA-MANTOVA - Un monumento per il Gruppo

    Anche gli alpini di Mantova hanno finalmente il loro monumento. Alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, in occasione delle manifestazioni legate al centenario della fine della Grande Guerra, il Gruppo di Mantova ha inaugurato l’opera (nella foto), dedicata agli alpini “andati avanti”.

    »»

    SICILIA - In memoria di Giorgio

    Lo scorso novembre al rifugio del Primo Monte strada “Mareneve” dell’Etna è stata scoperta una targa in ricordo di Giorgio Privitera, alpino carabiniere di 29 anni “andato avanti” il 23 marzo 2018 in un incidente stradale a San Martino di Bra (Cuneo) insieme a un altro collega, mentre stava trasferendo un detenuto ad Asti. Padre Barbarino di Linguaglossa ha benedetto la targa e la foto, alla presenza delle associazioni d’Arma, dei genitori e degli amici.

    »»

    LA SPEZIA - A cent’anni dalla Grande Guerra

    Con la manifestazione organizzata lo scorso 3 novembre si sono concluse le cerimonie legate al centenario della Grande Guerra allestite dalla Sezione spezzina dell’Ana. Sabato pomeriggio, presso la sala storica della sede del Gruppo Spezia Centro, Alberto Scaramuccia ha presentato al pubblico il suo libro “Spezia 1918 - Città nella vittoria”.

    »»

    MONDOVÌ - Gli alpini ricordano

    Quello a metà novembre è stato un sabato pomeriggio di lavoro per i 53 Capigruppo della Sezione di Mondovì riuniti per l’assemblea annuale, durante la quale sono stati consegnati riconoscimenti ai soci Gian Carlo Pecchenino e a Giacomo Ghigliano “in pensione” dopo anni di militanza nella Protezione Civile Ana.

    »»

    Onori alla Cuneense

    Una splendida cornice di montagne innevate, sulla quale svetta il Monviso, ha fatto da sfondo alla cerimonia solenne che la Sezione di Cuneo ha organizzato in ricordo di Nowo Postojalowka, ultima battaglia della Cuneense nella Campagna di Russia. La manifestazione ha avuto un prologo sabato 19 gennaio con la riunione del Consiglio Direttivo Nazionale, svolta nel salone d’onore del Comune di Cuneo.

    »»

    Monumento vivente

    Un nuovo piccolo miracolo con la penna nera. Neppure tanto piccolo, visto che stiamo parlando di una struttura socio sanitaria all’avanguardia, senza uguali nel nostro Paese, di oltre 4.500 metri quadrati, capace di accogliere con livelli elevatissimi di ospitalità e residenzialità sino ad ottanta persone con gravi disabilità fisiche.

    »»

    Messaggi d’amore

    «La capacità degli alpini di donarsi al di là dei limiti ed il coraggio di chi affrontò giorni durissimi senza smarrire il senso dell’umanità diventano esempio di italianità. Ci ritroviamo nel cuore della città, dove gli alpini, con compostezza ed emozione, ricordano il rosario di vite cadute nel gelo russo. Non si può avere questo spessore se non si ha il senso della storia. Sarebbe stato facile trasformare il ricordo in rabbia. Voi l’avete trasformato in messaggio d’amore».

    »»

    TRENTO - Il cimitero di Cima Palone

    Se non fosse per i tragici ricordi che evoca, il piccolo e intimo cimitero militare (nella foto) recuperato dal Gruppo di Tiarno di Sotto sulla Cima Palone, sembrerebbe un luogo incantato. Fu l’ultima cima del Gruppo dello Stigolo a cadere in mano italiana e teatro della battaglia di Bocca Giumella che tra il 18 e il 20 ottobre 1915 portò i nostri soldati ad occupare i paesi della Valle di Ledro.

    »»

    UDINE - L’8º ha un nuovo rifugio

    L’ex casermetta Monte Zermula è una costruzione militare, eretta nei primi anni ’30, che richiama da un punto di vista architettonico, un castello: corpo centrale e torri a forma pentagonale agli angoli. È stata sede della Guardia di Finanza fino al 1948, poi dal 1949 al 1969 è stata utilizzata solo nei periodi estivi e completamente abbandonata nel 1985.

    »»

    LECCO - Il Cristo degli Alpini

    Sono tanti gli appuntamenti nel calendario delle feste alpine, ma solo alcuni restano nel cuore più di altri per le emozioni che sanno suscitare e la particolare storia a cui sono legati. La cerimonia al Cristo degli alpini sullo Zucco Campelli è di certo una di queste. Fin dalla fondazione, decisa il 1º settembre 1963 al Rifugio Cazzaniga (ora Cazzaniga-Merlini) tappa obbligata ancor oggi per chi da Artavaggio sale allo Zucco, era nata fra gli alpini di Cremeno l’idea di legare il destino del Gruppo a quella montagna che domina l’altopiano della Valsassina, nota fin dall’inizio del secolo ai primi skiatori che proprio su quelle pendici avevano iniziato a cimentarsi.

    »»

    GEMONA - A Tolmezzo… o là o rompi!

    Si è svolto a Venzone (Udine) il 1º raduno del btg. Tolmezzo per celebrare i 110 anni della sua fondazione. La Sezione di Gemona, insieme all’8º Alpini e al Comune di Venzone, ha coordinato le fasi preparatorie per questo storico evento che ha richiamato migliaia di alpini che hanno svolto il servizio militare nel Tolmezzo, in uno dei borghi più belli d’Italia.

    »»

    L’alpino sedafricano

    Nella sua casa in provincia di Pordenone, dov’è nato il 9 marzo del 1967, Vittorio Dalla Cia aveva imparato da bambino a convivere con i sentimenti alpini. “Colpa” del papà, Sergio, e del suo cappello con la penna, con il quale Vittorio inizia a giocare, calzandolo in testa come un trofeo. Soprattutto sono i canti dei cori alpini a colpire i sentimenti e la fantasia del bambino. In primis il Testamento del Capitano. In quei canti c’è lo spettro di tutti i sentimenti umani: la gioia, il dolore, la pace, la guerra, l’amore, la Patria, le montagne…

    »»

    VALLECAMONICA - Una montagna di cultura

    Da nove anni l’estate di Ponte di Legno è vivacizzata da una rassegna promossa e curata da “Pontedilegno Mirella Cultura” che per un mese prevede attività concerti e incontri ad elevato tenore con uomini di cultura e di chiesa.

    »»

    PADOVA - Fra la gente, per la gente

    Il desiderio è divenuto realtà: l’intitolazione del “Piazzale degli Alpini” e l’inaugurazione di un monumento agli alpini nel Comune di Ponte San Nicolò, grazie alla condivisione del sindaco Enrico Rinuncini, all’impegno profuso con grande passione dagli alpini del Gruppo e al supporto di molti sostenitori. Perché tanto onore agli alpini? Per ricordarli nel centenario della Grande Guerra con un segno tangibile quanto essi siano testimoni oggi dei valori della solidarietà. A dimostrazione di questo spirito anche le parole incise sulla targa affissa al monumento: “Alpini… fra la gente, per la gente…”.

    »»

    IVREA - Per il Val d’Orco e il Monte Levanna

    Due eventi a distanza di un mese per celebrare due Battaglioni alpini che hanno preso il nome da una vallata (Val d’Orco) e da una montagna (Monte Levanna), situati nella zona nell’Alto Canavese e in gran parte comprese nel Parco nazionale del Gran Paradiso.

    »»

    Australia tricolore

    Gli alpini dell’Australia si sono ritrovati numerosi a Melbourne il 17 e 18 novembre scorso, per il loro raduno biennale, giunto ormai alla 31ª edizione. La manifestazione è stata ospitata nella bella e accogliente sede del Casa d’Abruzzo Club e ben organizzata dai Gruppi di Epping e di Melbourne, guidati rispettivamente da Giovanni Traglia e da Riccardo Meneguzzi, insieme al Presidente sezionale Aldo Zanatta.

    »»

    SALUZZO - Novanta splendidi anni

    Il Gruppo di Racconigi ha ricordato il suo 90º anniversario di fondazione: nel 1928, tre reduci racconigesi nei loro incontri serali, probabilmente a “l’ostu ‘d Mareng”, decisero di creare il Gruppo di Racconigi, erano il capitano, poi maggiore, Luigi Camisassa e gli alpini Luigi Mo e Giacomo Mosca. Il nuovo Gruppo aderì alla Sottosezione di Saluzzo “Monviso” allora affiliata alla Sezione di Cuneo.

    »»



RICERCA

Titolo
Testo
Autore
Argomento
Anno
Mese
 

2002/2019 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits