Dalle Truppe Alpine
Ricerca contenuti più recenti della categoria Dalle Truppe Alpine:

  • News (20)

    Il 5° Alpini termina la missione in Kosovo

    Si è tenuta alla base Camp Villaggio Italia di Peć/Peja (Kosovo) la cerimonia che segna il passaggio di consegne tra il 5° Alpini e l’8° reggimento artiglieria terrestre Pasubio (di stanza a Persano, Salerno), che subentrerà alla guida del Multinational Battle Group West della missione in Kosovo, unità multinazionale a guida italiana – composta da militari italiani, sloveni, austriaci e moldavi – garante della sicurezza nel settore occidentale del Paese.

    »»

    Udine saluta gli alpini al rientro dal Libano

    Lo scorso 30 novembre, nella splendida cornice di piazza Libertà, Udine ha salutato gli alpini della Julia in rientro dal Libano. Il contingente nazionale, formato da circa 1.000 militari, alla guida del generale Paolo Fabbri, è stato impiegato sotto l’egida ONU, nella missione UNIFIL, in uno dei teatri operativi più delicati nei quali sono impegnate le Forze Armate italiane.

    »»

    Julia: rientro dal Libano e cambio di comando

    Venerdì 30 novembre alle ore 10, in Piazza Libertà a Udine, si svolgerà la cerimonia di rientro della brigata Julia dal teatro operativo libanese. Durante la cerimonia si svolgerà il cambio del comando della brigata tra il gen. Paolo Fabbri e il gen. Alberto Vezzoli, 44° comandante della Julia. Saranno presenti il generale di Corpo d'Armata Claudio Berto, Comandante delle Truppe Alpine e il Labaro dell'Ana, scortato dal Presidente Sebastiano Favero e dal vicario Alfonsino Ercole.

    »»

    Il gen. Vecciarelli nuovo Capo di Stato Maggiore della Difesa

    Il generale Enzo Vecciarelli è il nuovo Capo di Stato Maggiore della Difesa. La cerimonia di avvicendamento con il generale Claudio Graziano è avvenuta lo scorso 5 novembre all’aeroporto militare di Ciampino, sede del 31º stormo. Il passaggio del testimone al vertice delle Forze Armate si è svolto alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del vice Presidente della Camera, Mara Carfagna e del ministro della Difesa Elisabetta Trenta.

    »»

    Celebrazioni per il 4 Novembre nel centenario della fine della Grande Guerra

    L’Italia si appresta a celebrare il 4 Novembre: “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze Armate”. Una ricorrenza che quest’anno assume un particolare significato poiché si celebra anche il centenario della fine della prima guerra mondiale “1918–2018”.
    Le celebrazioni prenderanno il via da Roma con la deposizione di una corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto all’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accompagnato dal Ministro Elisabetta Trenta, dalle più alte cariche dello Stato e dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano.

    »»

    Il gen. Scalabrin nuovo comandante della Taurinense

    Si è tenuta oggi alla caserma Monte Grappa la cerimonia di cambio del comandante della brigata alpina Taurinense. Dopo oltre due anni, il generale di Brigata Massimo Biagini ha ceduto il testimone al parigrado Davide Scalabrin. Presenti al cambio il comandante delle Truppe Alpine, generale di Corpo d’Armata Claudio Berto, e le massime autorità civili e militari di Torino e il Labaro dell’Associazione Nazionale Alpini.

    »»

    Esercitazione "Vardirex", un nuovo modello di intervento in situazione di emergenza

    E' stata presentata oggi a Verona, nella Sala Rossa di Palazzo Scaligero, la Various Disaster Relief Management Exercise (“Vardirex”), un’esercitazione di protezione civile che vedrà schierati sul campo, per la prima volta con questi assetti, circa 800 uomini espressione delle professionalità delle Forze Armate e dell’Associazione Nazionale Alpini con il supporto del Dipartimento di Protezione Civile.

    »»

    Concluso l'iter formativo in Val Pusteria per i nuovi alpini

    Con la notifica ai frequentatori delle rispettive sedi di assegnazione, si è concluso al 6° Reggimento Alpini di Brunico il 1° Modulo Integrativo per le Truppe Alpine (MITALP), svolto in Val Pusteria e che ha visto la partecipazione di 185 VFP1 di recente assegnazione alla specialità alpina.
    La connotazione prettamente specialistica del nuovo iter formativo,  che è andato ad integrare quanto svolto nei mesi precedenti presso i Centri e Reggimenti di Addestramento Volontari, ha permesso di sviluppare un addestramento di base specificatamente mirato al saper operare in montagna.

    »»

    Il col. Robustelli al 1° artiglieria

    Dallo scorso 5 ottobre il colonnello Luca Ottavio Robustelli è subentrato al parigrado Stefano Panoni al comando del 1° reggimento artiglieria terrestre (nuova denominazione dell'artiglieria da montagna).
    Nel corso della cerimonia alla caserma Perotti di Fossano, presieduta dal comandante della Taurinense generale B. Massimo Biagini, il col. Panoni ha ringraziato per il lavoro svolto gli uomini e le donne del 1°. Lascia il comando del reggimento dopo oltre due anni di intense attività addestrative e operative, tra le quali spicca il delicato impegno del 1° nell’ambito della VJTF (Very High Readiness Joint Task Force), forza congiunta della NATO in grado di essere schierata in qualsiasi parte del mondo entro poche ore e per la quale oltre duecento artiglieri hanno partecipato ad un intenso addestramento con standard elevati.

    »»

    Gli alpini in Libano celebrano San Maurizio

    In occasione della ricorrenza di San Maurizio, patrono delle Truppe Alpine, tutte le penne nere della Brigata “Julia”, i militari Ungheresi e Sloveni della  Multinational Land Force, gli Austriaci e i Croati inseriti nel Combat Support Battalion ed i colleghi delle altre specialita’ dell’Esercito, si sono riuniti per una Santa Messa nella Chiesa “Regina Pacis, Mater Misericordiae”, nella base “Millevoi” di Shama.

    »»

    Agli alpini il controllo della zona rossa del Ponte Morandi

    Da metà settembre gli alpini della Taurinense presidiano la “zona rossa”, circoscritta dopo crollo di ponte Morandi, assumendo il controllo dei varchi d’accesso all’area ritenuta a rischio per ulteriori cedimenti. Tale misura si è resa necessaria per incrementare ulteriormente la sicurezza della popolazione, quanto per assicurare un presidio continuo e costante contro possibili odiosi episodi di sciacallaggio. Inoltre, l’intervento delle Forze Armate consentirà di liberare il personale delle Forze di Polizia, per consentirgli di riprendere le consuete attività istituzionali di prevenzione e contrasto della criminalità cittadina.

    »»

    Cooperazione Civile Militare in Kosovo in supporto alle scuole

    Nei giorni scorsi il CIMIC (Cooperazione Civile e Militare) del Multinational Battle Group West – unità multinazionale a guida italiana composta da italiani, sloveni, austriaci e moldavi – è stato impegnato in diverse attività in favore degli istituti scolastici locali, con l’intento di contribuire in modo positivo al miglioramento delle condizioni con cui i giovani studenti del Kosovo affronteranno l’anno scolastico appena cominciato.

    »»

    Il 5° Alpini in prima linea in Kosovo

    Negli ultimi giorni sono state portate a termine due importanti donazioni in favore dei cittadini Kosovari da parte dei militari del 5° Alpini, reggimento attualmente impiegato in Kosovo all'interno dell'operazione KFOR.

    »»

    Le Truppe Alpine tornano al Sestriere Film Festival

    A quattro anni di distanza dalla prima partecipazione, le Truppe Alpine tornano al Sestriere Film Festival, kermesse internazionale del film di montagna giunta all’8ª edizione, in programma dal 28 luglio al 4 agosto. Il filmato proposto quest’anno è un cortometraggio recentemente realizzato sulle 5 Torri, nel cuore delle Dolomiti bellunesi dichiarate dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, in uno scenario – estivo e roccioso - differente da quello che aveva caratterizzato il video del 2014, registrato in ambiente invernale, a sottolineare le capacità dell’Esercito di saper operare a 360° nel difficile scenario montano.

    »»

    Kosovo: donazioni in favore delle istituzioni locali

    I militari italiani del Multinational Battle Group-West hanno distribuito nella scorsa settimana diversi capi di abbigliamento ed equipaggiamenti in favore dei Vigili del Fuoco della municipalità di Istok/Istog e delle guardie penitenziarie in servizio presso il carcere di Dubrava (uno degli istituti carcerari più importanti del Kosovo), in favore delle Croce Rossa della municipalità di Pec/Peja e della casa famiglia di Leskoc/Leskovac, un istituto patrocinato dalla Caritas Umbra che ormai da anni si occupa di accudire ragazzi e ragazze minorenni orfani o con particolari situazioni familiari alle spalle.

    »»

    Oltre 3.000 esplosivi rimossi dalle acque del lago di Varna

    Dal 25 giugno al 6 di luglio scorso i palombari del Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei ed Incursori (COMSUBIN) della Marina Militare, distaccati presso il nucleo Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi di Ancona, hanno condotto una delicata operazione subacquea nelle acque del lago di Varna (Bolzano), che ha permesso di rimuovere 3.094 ordigni esplosivi, che sono stati consegnati agli artificieri del 2° reggimento Guastatori di Trento della Julia per la definitiva distruzione.

    »»

    Il capitano degli alpini Cesare Costantini insignito della Medaglia d’Argento al Merito Civile alla memoria

    Al Circolo Unificato dell’Esercito di Bolzano, il vice comandante delle Truppe Alpine, generale D. Marcello Bellacicco, ha consegnato ai familiari del capitano Cesare Costantini, la Medaglia d’Argento al Merito Civile alla memoria, concessa con la seguente motivazione: “Interveniva, con il proprio reparto, nelle ricerche di un Carabiniere risultato disperso durante le operazioni di sminamento dei rifugi lungo il confine Italia – Austria […]. Rintracciato il malcapitato in tarda serata, rimaneva con lui per assisterlo durante la notte, in attesa dell’arrivo dell’elicottero. L’indomani, mentre erano in corso le operazioni per il recupero dell’infortunato, finiva nell’area di rotazione delle pale dell’elicottero, rimaste in azione per l’instabilità del mezzo causata dal terreno sconnesso e veniva colpito riportando gravissime lesioni, a seguito delle quali perdeva tragicamente la vita. 16 luglio 1967, Alta Val Passiria”.

    »»

    Missione “Resolute Support”: il gen. Panizzi nominato “Deputy Chief of Staff Support”

    Il gen. D. Massimo Panizzi, già comandante della Taurinense e vice comandante delle Truppe Alpine, dallo scorso 3 giugno ricopre l’incarico di “Deputy Chief of Staff Support” e di “Italian Senior Representative” a Kabul, nell’operazione Nato “Resolute Support”, incentrata sull’addestramento, la consulenza e l’assistenza in favore dell’Esercito e delle Forze di Sicurezza afgane.

    »»

    Le Truppe Alpine in esercitazione alle 5 Torri

    Le Truppe Alpine saranno nuovamente protagoniste, il prossimo 4 luglio, dell’esercitazione multinazionale interforze “5 Torri 2018”. Nell’omonimo comprensorio montano, un autentico museo a cielo aperto della Prima Guerra Mondiale dove 100 anni fa era posizionato il Comando dell’artiglieria italiana, gli alpini daranno prova delle loro capacità nel saper operare in montagna, con appassionanti dimostrazioni, aperte al pubblico, di progressione alpinistica e manovre di soccorso in parete (con e senza elicotteri) e della capacità di sviluppare azioni militari in un ambiente particolarmente difficile e selettivo.

    »»

    Il gen. Baron nuovo vice comandante delle Truppe Alpine per il Territorio

    Avvicendamento al vertice del Comando per il Territorio tra il generale di Divisione Massimo Panizzi e il generale di Brigata Ornello Baron. La cerimonia si è tenuta al Palazzo Alti Comandi di Bolzano, sede del Comando Truppe Alpine.

    »»
  • Pagine (2)

    Casta 2017 - Video e dirette streaming

    DIRETTE IN STREAMING

    Il programma delle dirette sarà il seguente:

    • Cerimonia di Apertura - lunedì 13 marzo dalle ore 15.00
    • Concerto Fanfare - martedì 14 marzo dalle ore 21.15

    • Fiaccolata - giovedì 16 marzo dalle ore 18.30

    • Atto tattico - venerdì 17 marzo dalle ore 10.45

    • Cerimonia di Chiusura - venerdì 17 marzo dalle ore 14.30
    »»

    Intervento Ana in Libano

    Dare un aiuto tangibile in Libano. È questo il senso della missione dell’Ana nella terra dei Cedri. Dal 16 al 31 marzo una squadra dodici volontari alpini, guidata dal Consigliere nazionale e Presidente della commissione Grandi opere Lorenzo Cordiglia, sarà impegnata nella riqualificazione del sito archeologico di Qana, nel Libano del sud, che ha un rilevante significato storico e religioso per la comunità cristiana maronita. 

    »»
  • Articoli Alpino (20)

    Al 9° Alpini la Croce d’Argento al Merito dell’Esercito

    Il 9° Alpini è stato insignito della Croce d’Argento al Merito dell’Esercito. Ad appuntare la prestigiosa onorificenza sulla Bandiera del reggimento è stato il vice comandante delle Truppe Alpine, gen. D. Marcello Bellacicco.
    La cerimonia è avvenuta sul piazzale della storica Basilica di Collemaggio, simbolo della città capoluogo abruzzese, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose della città di L’Aquila e dei territori limitrofi, tra migliaia di alpini presenti nel capoluogo abruzzese in occasione del Raduno del Battaglione L’Aquila.

    »»

    Le Dolomiti ricordano

    “Le Dolomiti ricordano”, grazie ai segni scolpiti nella roccia, grazie agli uomini che di quei tragici eventi di cento anni fa hanno voluto fare memoria alle giovani generazioni. Così il comando Truppe Alpine e le Sezioni Ana di Treviso e Cadore, in collaborazione con il Comune di Cortina, hanno voluto, a metà luglio, chiudere solennemente le celebrazioni per il centenario dalla fine della Grande Guerra.

    »»

    Appuntamento con la storia

    “Mascabroni gente rude, ardita, noncurante dei disagi… È un nome che io davo a quei soldati che durante lo svolgimento della difficile impresa si dimostrarono i più arditi, i più tenaci nell’affrontare le difficoltà, pieni di fede nel successo, un po’ brontoloni, ma in definitiva sempre di buon umore e sostanzialmente molto disciplinati; gente tutto cuore e tutta sostanza; poca forma, che molto spesso è ipocrisia”.

    »»

    In partenza per il Libano

    Dopo due anni gli alpini tornano in Libano. Nel maggio del 2016 la brigata Taurinense era stata impegnata per sei mesi nel Paese dei Cedri, oggi tocca alla Julia, salutata ufficialmente lo scorso 6 aprile a Udine, nella splendida cornice del chiostro cinquecentesco della caserma Di Prampero, sede del Comando brigata. Gli alpini in congedo, sempre vicini a quelli in armi in queste occasioni, erano presenti con il Presidente nazionale Sebastiano Favero, il suo vice Alfonsino Ercole e alcuni consiglieri nazionali che hanno scortato il Labaro, mentre le penne nere delle Sezioni, presenti con numerosi vessilli, erano schierate accanto ai reparti della Julia. 

    »»

    Spettacolo sulla neve

    È la neve. Regna sovrana. È silenziosa, tagliata appena dallo sfrigolante scorrere degli sci. Toglie il fiato se il vento o le pale di un elicottero la sollevano turbinosa. Ti accieca quando il sole la fa splendere. Ti affascina quando il cielo blu le regala la più incredibile delle cornici. È la neve a dare spessore alla settantesima edizione dei Ca.STA, i Campionati sciistici delle Truppe Alpine, in scena nel comprensorio della Via Lattea, con base a Sestriere, in Piemonte, dal 5 al 10 marzo.

    »»

    Cerimonia alla caserma Salomone di Padova

    Alla caserma Salomone, sede del Comando Forze Operative Nord dell’Esercito, ha avuto luogo la prima cerimonia di alzabandiera solenne del 2018, alla presenza del Prefetto di Padova Renato Franceschielli, del sottosegretario al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Barbara Degani e delle più alte cariche militari e civili della città. 

    »»

    Il nuovo Comandante

    Il generale Claudio Berto è il nuovo comandante delle Truppe Alpine. Il passaggio di consegne con il generale Federico Bonato è avvenuto l’8 febbraio scorso all’aeroporto militare di San Giacomo (Bolzano), sede del 4º reggimento dell’Aviazione dell’Esercito, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, gen. C.A. Danilo Errico, del sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi, delle autorità locali e dei vertici dell’Ana. 

    »»

    Termina la missione della Taurinense in Afghanistan

    Lo scorso 14 dicembre, presso l’aeroporto di Herat, si è svolta la cerimonia di avvicendamento alla guida del Train Advise Assist Command West, il comando Nato multinazionale e interforze a guida italiana che opera nella regione Ovest dell’Afghanistan nell’ambito della Missione Resolute Support. La brigata alpina Taurinense, dopo sei mesi di addestramento, consulenza e assistenza a favore delle Afghan National Defence and Security Forces (ANDSF) dell’ovest, è stata avvicendata dalla brigata Sassari.

    »»

    Il gen. Serra al Comfopnord

    Nuovo incarico per il generale C.A. (alpino) Paolo Serra che ha avvicendato alla guida del Comando Forze Operative Nord il gen. C.A. Bruno Stano. La cerimonia si è svolta nell’Aula Magna del Palazzo del “Bo”, sede dell’Università degli studi di Padova, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, gen. C.A. Danilo Errico che ha ringraziato il gen. Stano per l’impegno dimostrato nel portare a termine la costituzione del Comfopnord.

    »»

    Il col. Losavio nuovo comandante del Reggimento Logistico "Julia"

    Lo scorso 24 novembre, presso la Caserma “Cesare Battisti” di Merano, sede del Reggimento Logistico della Brigata Julia si è svolta la cerimonia di cambio del comandante: dopo quasi tre anni e mezzo il colonnello Roberto Cernuzzi ha passato le consegne al colonnello Michele Losavio.

    »»

    Il col. Mulciri alla guida del Comando Militare Esercito Piemonte

    Lo scorso 10 novembre presso il Circolo Ufficiali dell’Esercito di Torino di Palazzo Pralormo, alla presenza del vice comandante delle Truppe Alpine gen. D. Massimo Panizzi e di altre autorità civili e militari locali, si è svolta la cerimonia di avvicendamento al vertice del Comando Militare Esercito “Piemonte”. Il colonnello Fulvio Marangoni, che rimarrà nella storia come il primo comandante del Cme “Piemonte”, nato il 5 luglio 2016 dalla riconfigurazione del Comando Regione Militare Nord, lascia la guida del Comando territoriale piemontese, dopo poco più di 16 mesi, al suo parigrado colonnello Andrea Mulciri, proveniente dal Comando brigata alpina Taurinense, dove ha ricoperto l’incarico di Capo di Stato Maggiore.

    »»

    Mani tese per l'Afghanistan

    Alla Taurinense il generale Massimo Biagini è di casa. Non solo perché da luglio dello scorso anno ne è il comandante, ma soprattutto perché è la realtà dove ha mosso i suoi primi passi da ufficiale ed è nato e cresciuto professionalmente. Oggi dalla base di Herat, in qualità di comandante del “Train Advise Assist Command – West”, ci racconta l’Afghanistan e gli sforzi dei nostri militari e degli alpini in particolare per sostenere il Paese nello sviluppo della sicurezza, fondamentale per rafforzare le istituzioni civili e l’economia. Con un accenno anche all’Iraq e alla Libia, gli altri teatri in cui è impegnata la Taurinense.

    »»

    Sentieri eroici

    A conclusione di un intenso periodo di addestramento la brigata alpina Julia ha svolto una marcia in montagna sui “Sentieri eroici”, lungo le vie sulle quali cento anni fa sono passati gli alpini e le truppe austroungariche durante le fasi della Grande Guerra. Scenario le Alpi Carniche delle province di Udine e di Belluno, nel comprensorio delle sorgenti del Piave ai piedi del Monte Peralba a quota 1.830 e dei Monti Chiadenis e Lastroni, proprio lungo la linea del fronte, teatro di numerosi e sanguinosi scontri, atti d’eroismo e gesta d’alpinismo.

    »»

    Palestra di roccia

    Tra le Dolomiti ampezzane, patrimonio dell’Unesco e museo a cielo aperto della Prima Guerra Mondiale, si è svolta l’esercitazione “5 Torri 2017”, importante appuntamento internazionale per l’addestramento delle truppe da montagna. Ogni anno le attività diventano sempre più complesse e ricche di novità. 

    »»

    Aiuto dalle Forze Armate

    L’operazione Sabina, iniziata nel novembre 2016 e conclusasi lo scorso 8 giugno, è stata una delle operazioni di soccorso alla popolazione più impegnative degli ultimi decenni. Per raggiungere l’obiettivo la Difesa ha messo in campo un dispositivo interforze che, nel momento di massimo sforzo, ha impiegato quasi 3.500 uomini e donne, oltre 1.400 mezzi e un ampio spettro di capacità ‘duali’. Si tratta di mezzi, materiali e competenze tipiche dello Strumento militare, che possono essere validamente impiegate anche per interventi di pubblica utilità e in caso di calamità naturali. 

    »»

    Il gen. Caruso al Comfose

    Il generale Ivan Caruso lascia Bolzano per andare a Pisa dove ricoprirà l’incarico di comandante delle Forze speciali dell’Esercito Italiano, il Comfose, che ha il compito di selezionare, formare e addestrare il personale destinato al comparto delle operazioni speciali dell’Esercito e a garantire l’addestramento delle unità alle sue dipendenze, integrandone e uniformandone anche la dottrina. Dipende direttamente dal comando delle Forze operative terrestri, comando operativo dell’Esercito con sede a Roma.

    »»

    Nasce l’Orta

    Fiocco verde alla caserma Pasquali, sede del 9º Alpini. Lo scorso 29 maggio è nato il nuovo battaglione multifunzionale Orta che riprende la denominazione del 4º battaglione Genio pionieri, costituito nel novembre 1975 a Trento e sciolto nel 1993. Il nuovo reparto di circa 300 uomini è un battaglione specializzato nell’emergenza in caso di terremoto o di gravi eventi atmosferici ed entrerà in piena operatività entro un anno.

    »»

    Addestramento in Val di Susa

    Una giornata spettacolare sotto tutti i punti di vista. I monti dell’alta Valle di Susa, comunemente conosciuti come i monti della Luna, hanno vissuto uno dei momenti più belli degli ultimi anni. Un sole splendido, un cielo terso e dal blu intenso e poi loro, quei 1.128 uomini e donne tra alpini, artiglieri da montagna, genieri alpini, dragoni che lentamente e da vie diverse salivano al col Bousson a 2.155 metri di altezza. 

    »»

    Sfidarsi in montagna

    Era la memorabile estate del 1789. Mentre la Francia viveva il crollo della monarchia, il nobile trentanovenne Dèodat de Dolomieu, scienziato empirico e autodidatta, intraprese un viaggio in Tirolo. Camminò per oltre 1.300 chilometri lungo valloni, superando passi, oltre valichi inesplorati. E s’imbatté in una roccia nuova, diversa, capace di trattenere il bagliore dei raggi del sole, nell’ultima sera. Una pietra che, complice il destino, venne battezzata Dolomia perché figlia di monsieur Dolomieu, suo primo estimatore. Queste rocce hanno visto passare migliaia di alpini, in guerra e in pace. Monguelfo, Dobbiaco, San Candido, campi estivi e invernali, il 6º Alpini e il 2º artiglieria da montagna erano di casa qui. 

    »»

    Anni di pace

    Il decennale dell’ampliamento della United Nations Interim Force In Lebanon (Unifil) è stato il tema dell’incontro svoltosi presso l’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica di Milano, cui hanno partecipato anche il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano (già comandante e capo missione di Unifil dal 2007 al 2010) e il generale Franco Federici, già comandante della brigata alpina Taurinense in Libano tra il 2015 e il 2016. 

    »»



RICERCA

Titolo
Testo
Autore
Argomento
Anno
Mese
 

2002/2018 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits