Termina la missione della Taurinense in Afghanistan

Lo scorso 14 dicembre, presso l’aeroporto di Herat, si è svolta la cerimonia di avvicendamento alla guida del Train Advise Assist Command West, il comando Nato multinazionale e interforze a guida italiana che opera nella regione Ovest dell’Afghanistan nell’ambito della Missione Resolute Support. La brigata alpina Taurinense, dopo sei mesi di addestramento, consulenza e assistenza a favore delle Afghan National Defence and Security Forces (ANDSF) dell’ovest, è stata avvicendata dalla brigata Sassari.»»

La Task Force Praesidium conclude il ciclo di addestramento delle Forze di Sicurezza irachene

La Task Force Praesidium ha concluso il primo ciclo di addestramento a favore della Polizia irachena e dell’Unità del Counter Terrorism, impiegate dal Governo di Baghdad presso la Diga di Mosul. Due diverse tipologie di percorsi “training” sviluppate in funzione delle differenti capacità e nel rispetto degli standard impiegati dalla Coalizione, che hanno permesso di incrementare il coordinamento tra le differenti Unità impiegate a difesa della Diga.»»

Collaborazione tra la Sezione di Varese e Taurinense per l'ospedale di Herat

Si è svolta nei giorni scorsi a Camp Arena, sede del Train, Advise and Assist Command West su base Brigata alpina Taurinense, la donazione di importanti attrezzature mediche all’Ospedale Regionale e all’Ospedale Pediatrico di Herat.
Le apparecchiature sanitarie consegnate all’Ospedale Regionale costituiranno un laboratorio molecolare in grado di effettuare la reazione a catena della polimerasi  comunemente nota con la sigla PCR. Il progetto, finanziato dalla Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) della Difesa italiana, consentirà al nosocomio pubblico di Herat di effettuare rapidamente diagnosi su patologie pericolose e molto diffuse in Afghanistan e si concluderà con un corso di formazione svolto dal contingente italiano per abilitare i medici e paramedici afghani all’uso della tecnica di PCR.»»

I bimbi afghani a scuola per imparare a difendersi dagli ordigni inesplosi

Si è conclusa a Camp Arena la campagna informativa rivolta ai bambini della regione di Herat, dedicata ai rischi connessi con il ritrovamento di ordigni inesplosi (UXO – Unexploded Ordinance) ed improvvisati (Improvised Explosive Device - IED) condotta nei mesi scorsi nelle scuole dell’ovest.
L’iniziativa ha visto militari e poliziotti afgani delle Afghan National Defence Security Forces (ANDSF), supportati dagli specialisti militari italiani della cellula Counter-Improvised Explosive Device (C-IED), spiegare ai più piccoli come riconoscere, evitare e segnalare questi ordigni alle forze di sicurezza, in modo da scongiurare incidenti. I militari delle ANDSF sono stati istruiti e addestrati dagli advisor italiani del Train, Advise, Assist Command West (TAAC W).»»

Un simposio per sostenere le donne afghane nel mondo del lavoro

Si è svolto presso Camp Arena, sede del Comando del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), il Simposio sul tema delle “pari opportunità in Afghanistan - le norme del domestic law e  del diritto internazionale che lo disciplinano”, per approfondire e dibattere argomenti relativi al quadro normativo vigente e individuare  le possibili azioni necessarie per migliorare e facilitare l’ingresso delle donne nel mondo del lavoro e delle istituzioni afghane.»»

La Task Force Praesidium costituisce il primo team joint per la stabilizzazione

​Si è conclusa la prima settimana di attività del Mosul Dam Civil Affair Team, il gruppo cui partecipano la Task Force Praesidium e le Forze di Sicurezza Irachene presenti nell’area della Diga. Il Team nasce dalla volontà di implementare le attività legate alla stabilizzazione dell’area attraverso il supporto diretto alla popolazione ed è costituito dai rappresentati del Counter-Terrorism Service e del National Security Service, supportati da personale della Praesidium.»»

Esteso il controllo nel distretto di Shindand, grazie alla consulenza italiana

Con l’ultimo “fly to advise” a Shindand presso la sede del posto comando delle forze di sicurezza afghane schierate contro le cellule terroristiche della Zeer-kho Valley, gli advisor italiani del Train, Advise and Assist Command West (TAAC W) concludono la terza fase dell’expeditionary advisory package. Circa  100 advisor italiani della Brigata Alpina Taurinense, hanno portato a termine la terza fase di consulenza e assistenza avanzata ai comandi delle forze di sicurezza afghane (ANDSF) impegnati contemporaneamente nella provincia di Farah e a Shindand nell’ambito della “Khalid” – la campagna messa a punto dal governo di Kabul per estendere e garantire la sicurezza nelle aree minacciate da formazioni terroristiche che osteggiavano la popolazione locale.»»

Museo Nazionale Storico degli Alpini: firmata la convenzione tra Esercito e Associazione Nazionale Alpini

Si è svolta, nel primo pomeriggio di oggi, la cerimonia ufficiale della firma della convenzione tra lo Stato Maggiore dell’Esercito e l’Associazione Nazionale Alpini (ANA) per la concessione in uso, la collaborazione nelle attività di custodia e la manutenzione del Museo Nazionale Storico degli Alpini di Trento. 
All’evento erano presenti il Presidente della Provincia Autonoma di Trento Ugo Rossi, il Generale di Corpo d’Armata Federico Bonato, Comandante delle Truppe Alpine, il Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero, il direttore del Museo Nazionale Storico degli Alpini Generale di Brigata del Ruolo d’Onore Stefano Basset e il Presidente della Sezione ANA di Trento Maurizio Pinamonti. »»

Nasce il plotone dell’Esercito Afghano abilitato ai combattimenti in quota

Si è concluso dopo tre settimane di addestramento il primo corso di tecniche di combattimento in quota dedicato ai kandak (battaglioni) ordinari del 207º Corpo d’Armata dell’Esercito Afghano, che ha permesso la formazione di un plotone organico e che continuerà con l’addestramento di unita similari.
Il corso svolto presso Camp Arena, base italiana sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), è stato sviluppato dagli istruttori di alpinismo del 2° reggimento alpini di Cuneo nell’area di addestramento indoor inaugurata lo scorso ottobre.»»

Militari italiani, ungheresi e sloveni alla "Clever ferret 2017"

Lo scorso 10 novembre il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico, ha visitato gli oltre 1.000 militari italiani, ungheresi e sloveni che da fine ottobre, in Ungheria, presso il poligono di Varpalota, hanno preso parte all’esercitazione “Clever ferret 2017”. I soldati delle tre nazioni della “Multinational Land Force” della Brigata alpina Julia, hanno testato sul campo le loro capacità operative allo scopo di implementare la cooperazione tra eserciti alleati.»»

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits