Ana
Ricerca contenuti più recenti della categoria Ana:

  • News (20)

    Raduno del 4° Raggruppamento ad Avezzano

    Dal 4 al 6 agosto Avezzano (L’Aquila) ospiterà il raduno del 4° Raggruppamento (Centro-Sud e isole). L’apertura il 4 agosto: nel pomeriggio esibizione della fanfara, in serata concerto dei cori alpini. Sabato 5 e domenica 6 cerimonie e celebrazioni ufficiali.

    »»

    Ortigara 100 anni dopo...

    ?

    »»

    Maurizio Plasso

    Maurizio Plasso è nato a Bolzano il 1° aprile 1962, risiede a Merano, è sposato e ha due figli. Entrato nel 163° Corso dell'Accademia Militare di Modena nel 1981, è stato nominato sottotenente di artiglieria nel 1983. Successivamente ai due anni di Scuola di Applicazione a Torino è giunto al gruppo artiglieria da montagna “Bergamo” con il grado di tenente.

    Dopo i consueti periodi di comando nelle unità alpine, ha frequentato il Field Artillery Officer Advanced Course negli Usa, il Corso di Stato Maggiore e il Corso Superiore di Stato Maggiore. Dopo aver svolto alcune missioni all'estero e un periodo di tre anni ad Amburgo quale ufficiale di collegamento con la Führungsakademie della Bundeswehr, ha comandato il gruppo artiglieria da montagna “Aosta” a Fossano e il 3° reggimento a.mon. a Tolmezzo.

    Dal 2008 oltre a ricoprire incarichi di vertice al Comando Truppe Alpine è stato il rappresentante del comandante presso il Consiglio Direttivo Nazionale dell'Ana. Il 31 marzo 2017 ha lasciato il servizio attivo con il grado di colonnello. È socio Ana, iscritto al Gruppo di Carpaneto Piacentino ed è stato nominato Segretario nazionale Ana nel giugno 2017.

    »»

    ESERCITAZIONE 5 TORRI VIDEO

    »»

    Importanti avvicendamenti in Sede Nazionale

    COMUNICATO DALLA PRESIDENZA NAZIONALE - Ogni anno dopo l’assemblea dei delegati vengono rinnovate le cariche e l’organizzazione dell’ANA con le relative commissioni di lavoro. Nella seduta del 17 giugno ci sono stati importanti cambiamenti in ruoli chiave della vita associativa a livello nazionale.

    »»

    Teresio Olivelli sarà proclamato Beato

    L’alpino Teresio Olivelli sarà proclamato Beato. Ad un anno e mezzo dall’elezione a Venerabile, con il riconoscimento delle virtù eroiche, lo scorso 16 giugno Papa Francesco ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare i decreti riguardanti il martirio di Teresio Olivelli, laico, ucciso in odio alla Fede il 17 gennaio 1945 nel lager tedesco di Hersbruck.

    »»

    “Battaglie in Russia: Don e Stalingrado. Sguardo 75 anni dopo”, convegno a Modena

    I prossimi 20 e 21 giugno all’Accademia Militare di Modena (piazza Roma), si terrà la conferenza "Battaglie in Russia: Don e Stalingrado. Sguardo 75 anni dopo", organizzata dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e dall’Accademia Militare.
    Tra i relatori ci sarà anche il presidente dell’Ana Sebastiano Favero che interverrà sull’operazione “Sorriso” dell’ANA e la politica della memoria italo-russa.

    »»

    I volontari del Son

    Bravi ragazzi e ragazze del Servizio d’Ordine Nazionale che siete venuti a Treviso a prestare servizio in modo gratuito e disinteressato. Anche la 90ª Adunata è passata alla grande nell’archivio della storia dell’Associazione Nazionale Alpini. Abbiamo onorato, con il nostro oscuro e prezioso lavoro, la memoria degli Eroi del Piave. La coscienza è a posto e la nostra Famiglia può andare soddisfatta e a testa alta come è nel nostro costume di fedeli soci dell’Ana.

    Onorato di essere il vostro Comandante, alpino Alfredo Nebiolo 

    »»

    Il 68° raduno al Colle di Nava

    Il 68° raduno nazionale al Colle di Nava, organizzato dalla sezione di Imperia al Sacrario della Cuneense, si svolgerà il 2 luglio mattina.
    L'apertura sabato 1° luglio, alle ore 18 al Sacrario, con lo scoprimento della lapide in memoria dell'alpino Albino Carbone, del battaglione Ceva, Medaglia d'Argento al V.M. Alle ore 21, al Forte Centrale con la 19ª edizione di “Cantamontagna”: in concerto il Coro Ana Moncalieri (Sezione di Torino) e il Coro alpino Monte Saccarello della Sezione di Imperia.

    »»

    Inviate a L’Alpino le vostre lettere della naja

    Lo scorso gennaio su L’Alpino è nata la rubrica “Scritti… con la divisa”, curata da Luigi Furia e dedicata alle lettere della caserma che raccontano spesso in modo divertente e genuino un mondo che non c’è più. Si invitano perciò tutti coloro che hanno militato nelle Truppe Alpine in quegli anni a inviare copia delle loro lettere più significative, scritte e/o ricevute nel periodo della naja, con l’autorizzazione alla pubblicazione ed eventuali proprie note che ne specifichino il contesto. Si ricorda che gli scritti devono essere d’annata, cioè vergati durante la naja, e non racconti successivi, mentre eventuali fotografie devono essere in buona risoluzione.
    Potete inviare il materiale a lalpino@ana.it oppure al curatore della rubrica, Luigi Furia, luifuria@gmail.com

    »»

    Assemblea dei Delegati e chiusura al traffico. Si consiglia di utilizzare la Metro

    Domenica 28 maggio, in concomitanza con l’Assemblea dei Delegati Ana a Milano, si svolgerà la tappa conclusiva del Giro d'Italia di ciclismo e le vie interessate saranno chiuse alla circolazione dal mattino presto. Per raggiungere il Centro congressi “Promo.ter Unione” di Corso Venezia, 47 dove avrà luogo l'Assemblea si consiglia quindi di utilizzare la metropolitana linea M1 (rossa), fermata Palestro.

    »»

    Prodotti ufficiali ANA

    Tutti i prodotti ufficiali ANA possono essere richiesti dai privati direttamente alla Sezione di appartenenza o sul sito www.anashop.it.

    »»

    Raduno solenne al Contrin

    Domenica 25 giugno si svolgerà il 34º raduno solenne al rifugio Contrin, in Marmolada. La cerimonia, accompagnata dalla fanfara alpina Monte Zugna di Lizzana (Trento), inizierà alle ore 11,15 con l’alzabandiera, gli onori al Labaro dell’Ana e l’omaggio al cippo del capitano Andreoletti; seguiranno gli interventi delle autorità. Alle ore 11,45 Messa celebrata da don Bruno Fasani; ore 12,30 rancio alpino.

    »»

    Il coro “Alte Cime” in concerto per la popolazione del Centro Italia

    Il coro “Alte Cime” sarà in concerto nella Chiesa di San Giuseppe a Brescia (vicolo S. Giuseppe 5) l'11 giugno, alle ore 16,30. L’ingresso è a offerta libera che verrà destinata alla raccolta di fondi per i terremotati del Centro Italia, tramite il conto corrente aperto dall’ANA per sostenere i quattro progetti di ricostruzione in altrettante regioni colpite dal sisma.

    »»

    Cerimonia in memoria di Luigi Pascazio

    Il prossimo 17 maggio ricorre il 7° anniversario della scomparsa del caporal maggiore scelto Luigi Pascazio del 32° Genio guastatori della Taurinense, caduto in Afganistan a soli 25 anni, nel 2010.
    Verrà ricordato in una cerimonia in programma al cimitero di Bitetto, suo paese natale, il 17 maggio alle ore 9,30. Alle ore 11 verrà celebrata una Messa in suffragio nel Santuario del Beato Giacomo.

    »»
  • Pagine (20)

    IFMS

    IFMS è l'acronimo di “International Federation of Mountain Soldiers” (Federazione Internazionale dei Soldati della Montagna - ifms.si), una federazione tra associazioni nazionali di soldati, in armi, congedati, di riserva o a riposo, con specifico addestramento montanaro. 

    Alla Federazione può aderire una sola associazione per nazione. Ne fanno parte: Austria, Bulgaria, Francia, Germania, Italia, Montenegro, Polonia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d'America e Svizzera. L'ANA rappresenta l'Italia: automaticamente quindi, ne fanno parte, perciò, tutti gli associati all'ANA.

    »»

    Convenzioni ANA

    Per favorire i propri soci l’Associazione Nazionale Alpini ha stipulato le seguenti convenzioni commerciali con enti ed aziende. Per usufruirne i soci devono essere in regola con l’iscrizione all’ANA e, laddove richiesto, presentare la tessera.


    »»

    La nostra stampa

    Un settore di strategica importanza associativa è quello della stampa alpina. Il mensile associativo L'Alpino viene inviato ai soci esclusivamente in abbonamento ed ha una diffusione di 370mila copie. Raggiunge gli iscritti in tutta Italia e in tanti Paesi del mondo, dall'Australia al Canada, dalla Svezia al Brasile, al Sud Africa.

    »»

    Raduno del 4° Raggruppamento ad Ascoli Piceno

    Il raduno del 4° Raggruppamento (Sezioni del Centro-Sud e isole) si svolgerà ad Ascoli Piceno l´1 e 2 ottobre.

    L´opuscolo con il programma »

    »»

    RADUNO TRIVENETO - LA DIRETTA

    La diretta di domenica 19 giugno sarà trasmessa dalle ore 9, in collaborazione con Antennatre.
    »»
  • Articoli Alpino (20)

    Un sentire condiviso

    Ho letto l’editoriale di maggio sul Piave. È magnifico. Io non ho fatto il servizio militare e tanto meno l’alpino e se c’è una cosa per la quale provo invidia nei confronti dei miei amici alpini è proprio questa. 

    »»

    Il postino che non suona

    Su L’Alpino di maggio ho letto la lettera di Matteo Ripamonti e la tua risposta sui disservizi postali. Anche noi per il nostro “L’Alpin de Trieste” abbiamo lo stesso problema. Le Poste Italiane (a pagamento e sempre con mesi di incomprensibile ritardo) ci restituiscono le copie che non è stato possibile consegnare. 

    »»

    Trova le differenze

    Nel numero di maggio, molti si lamentano dei vari politici con in testa il nostro cappello. Giusto! Ricordo varie foto e quadri con San Giovanni Paolo col nostro cappello in testa. 

    »»

    Il bene porta bene

    Anche se da ogni numero de L’Alpino troverei spunto per scriverti, oggi non posso farne a meno. Innanzitutto brevità come tu scrivi. Vengo al punto. Approvo in toto la lettera dell’artigliere da montagna (come il sottoscritto) Fausto Oggionni (Riflessioni di un ateo, L’Alpino, maggio 2017) e la tua risposta. 

    »»

    Il cuore delle nuove generazioni

    Vittorio, questo è il mio nome. Ovviamente non l’ho scelto io, ma i miei genitori, che sempre mi hanno raccontato di avermelo dato perché era quello di un mio bisnonno a cui erano legati da grande affetto e stima. Non l’ho mai conosciuto di persona, ma ricordo che la prima volta che lo vidi fu in una foto sulla tomba di famiglia: un viso anziano, sereno e sorridente, sotto uno strano cappello con la penna che spronò la mia curiosità e le mie domande. Il papà mi rispose: “Era un alpino”.

    »»

    La leva del futuro

    Romano Prodi, ai tempi del suo ultimo Governo, lanciò l’idea di rendere obbligatorio un servizio di sei mesi alla nazione. Civile o militare, a scelta dei giovani. La proposta, molto interessante, non ebbe seguito. Ora la ripropone Matteo Salvini (dopo che Renzi aveva auspicato un servizio civile obbligatorio) e io la condivido appieno, pur non essendo leghista. Il ripristino del servizio obbligatorio (civile o militare) non è un’idea di destra né di sinistra.

    »»

    Diciamo la verità

    Ho letto ora la tua risposta a Sartor sul numero di aprile. Hai detto una cosa chiara e storicamente inequivocabile sul tradimento sì, tradimento no: a tradire fu l’Austria, sia per l’entrata in guerra non concordata contro la Serbia, ma anche per le acquisizioni territoriali avute che dovevano avere una compensazione concordata per l’Italia. 

    »»

    Premio fedeltà alla montagna a Vernante

    I prossimi 26 e 27 agosto il gruppo alpini di Vernante (Sezione di Cuneo) ospiterà il 37º Premio fedeltà alla montagna, assegnato per il 2017 a Michelino Giordano, artigliere alpino del Gruppo Aosta, che gestisce con la famiglia l’azienda “Isola”. 

    »»

    La nostra casa

    Ci sono luoghi che sentiamo nostri più di altri. Oltre a ragioni storiche o geografiche, c’è senza dubbio una componente legata a un istinto naturale che non si può mettere a tacere. Accade quando si arriva alla rampa di gradoni che salgono al rifugio Contrin con il fiato corto strozzato dall’ultimo ripido tornante. La sud della Marmolada precipita sul pratone costellato di massi erratici, tra il Gran Vernel e la cima Ombretta occidentale, è la sorpresa preparata dalla natura. Un orizzonte inclinato, protagonista di imprese alpinistiche, teatro nella Grande Guerra, allegoria della storia alpina. 

    »»

    Impegniamoci per il nostro futuro

    Siamo freschi reduci dalla nostra Adunata nazionale, quest’anno tenutasi a Treviso, dove abbiamo vissuto momenti intensi di ricordo del Centenario della Grande Guerra, proprio lì nei luoghi dove dopo la rotta di Caporetto sul Grappa, sul Montello e sul Piave i nostri soldati e l’Italia intera seppero riscattarsi, dove per la prima volta gli italiani si sentirono uniti. Fu allora, io credo, che l’Italia divenne una nazione e che gli italiani acquisirono una propria identità di popolo. 

    »»

    Una stella alpina

    È il 18 giugno scorso. Con una mail essenziale, com’è nel suo stile, il direttore generale ci comunica che il giorno precedente il Papa ha dichiarato ufficialmente che il martirio di Teresio Olivelli, nel campo di concentramento di Hersbruck il 17 gennaio del 1945, è avvenuto in odio alla fede. Tradotto vuol dire che tra poco, non appena sarà concordata la data tra il Vaticano e la Diocesi di Vigevano, l’alpino Teresio Olivelli sarà proclamato ufficialmente Beato. Davanti a una notizia di questa portata, da giornalista mi chiedo quali possano essere le reazioni di un alpino. 

    »»

    Bagnati e contenti

    Nemmeno sull’amena valle di Contrin è riuscito ad interrompere l’ormai – si può ben dire – lunga storia dei raduni nazionali che si svolgono da ben 34 anni presso l’omonimo complesso rifugistico in alta Val di Fassa, dedicato al compianto Franco Bertagnolli, Presidente nazionale Ana della ricostruzione del Friuli. Qualcuno certo all’ultimo ha deciso di desistere, rinunciando al sapore “eroico” d’una risalita a piedi sin sotto le pareti maestose del gran Vernèl e della regina delle Dolomiti - la Marmolada, con il cappello a far da grondaia.

    »»

    Pellegrinaggio in Albania

    Nel gennaio scorso si sono riuniti per la prima volta i collaboratori del gruppo di lavoro Grecia- Albania (Commissione Russia- Grecia-Albania), costituito con lo scopo di localizzare le salme degli alpini della Julia sul Monte Golico e, di concerto con il Commissariato per le Onoranze ai Caduti e le autorità albanesi, di provvedere alla loro riesumazione avvalendosi dell’esperienza maturata in anni di ricerche da parte dei componenti la commissione: Guido Aviani Fulvio della Sezione di Cividale, Manuel Grotto della Sezione di Vicenza e Ilario Merlin, Presidente della Sezione di Pordenone che da oltre un decennio si recano in pellegrinaggio in Albania.

    »»

    PORDENONE - Sessantamila volte grazie!

    Durante l’Assemblea dei Delegati della Sezione di Pordenone, il Presidente nazionale Sebastiano Favero è intervenuto per ricevere simbolicamente l’assegno di 60mila euro, frutto di una parte della raccolta dei 72 Gruppi della Sezione di Pordenone.

    »»

    Iniziano i lavori

    Sono stati mesi di grande impegno per il Consiglio Direttivo Nazionale, per il Presidente Sebastiano Favero e in particolare per la commissione Grandi Opere. Decine di sopralluoghi in Centro Italia, gli incontri con le amministrazioni comunali, con i tecnici e con i responsabili Ana per dar corpo ai quattro interventi, uno in ogni Regione colpita dall’ultima forte scossa che a inizio anno ha aggravato la già precaria situazione. 

    »»

    In Adamello per Giorgio Gaioni

    L’ultimo fine settimana di luglio è da sempre dedicato al pellegrinaggio in Adamello, organizzato dalle Sezioni Vallecamonica e di Trento e giunto quest’anno alla 54ª edizione. I pellegrini delle diverse colonne si ritroveranno sabato 29 luglio per la cerimonia in quota al Passo di Lagoscuro e, domenica 30, a Ponte di Legno. Quest’anno il Pellegrinaggio è dedicato alla memoria di Giorgio Gaioni, alpino del 5º nato ad Angolo Terme (Brescia) il 4 ottobre 1926 che fu insieme a Luciano Viazzi, il grande promotore di questa cerimonia sui luoghi dove si combatté la Guerra Bianca. 

    »»

    Naja e dintorni

    Vedo che l’argomento “servizio militare obbligatorio, sì o no” continua a tenere banco sulle pagine de L’Alpino. Non passa numero senza una lettera che ne parli, spesso, purtroppo, con risentimento e livore, come se l’abolizione del servizio militare obbligatorio sia stata il risultato di un complotto, magari dei partiti della sinistra, e non una scelta dettata da ragioni di efficienza e di costo delle nostre Forze Armate. 

    »»

    Oltre le incomprensioni

    La tua risposta del numero di aprile mi ha offeso. Sconcertato e offeso. Ho cercato di difendere il valore della leva e chi per esso ha combattuto finché è stato umanamente possibile. Ho chiesto rispetto per chi ha sfidato le ingiurie e i lanci di uova per proteggere il Tricolore. Volevo discutere, semplicemente, ma tu hai troncato il confronto dandomi del cattivo. Una sorta di stalker associativo che in più occasioni avrebbe dimostrato cattiveria nei tuoi confronti.

    »»

    Un aggregato di "manutengoli"

    Nell’editoriale di aprile c’è scritto: “È retorica chiedere di tornare a rendere obbligatorio il servizio militare? È cultura di destra come sostiene qualcuno?” Lei ricorda chi ha votato a favore della sospensione dell’obbligo di leva in Italia? E chi ha votato contro? 

    »»

    Grandi lavori al Doss Trent

    Il Museo Nazionale Storico degli alpini in vista dell’Adunata nazionale del 2018, si amplierà e rinnoverà il suo percorso museale. Gli alpini hanno un legame particolare con il Doss Trent, quassù infatti, nel 1935, venne eretto il mausoleo dedicato a Cesare Battisti. Un tempo si pensò a un progetto monumentale dell’Acropoli alpina risultato poi troppo costoso, ma di cui fu realizzata la “Strada degli Alpini” dal distaccamento alpini alla “Verruca” (come una volta si chiamava il Doss Trent). 

    »»



RICERCA

Titolo
Testo
Autore
Argomento
Anno
Mese
 

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits