Adunata
Ricerca contenuti più recenti della categoria Adunata:

  • News (20)

    Festa Tricolore con i sindaci della provincia di Treviso

    #alpiniadunata2017

    Una cerimonia solenne eppure semplice ed essenziale, per riunire simbolicamente gli alpini e i sindaci della provincia di Treviso in vista dell’Adunata del Piave. Ieri sera, sabato 17 marzo, nel palazzetto dello sport di Roncade la Giornata dell’Unità nazionale, che ricorda anche il nostro inno e la bandiera, ha assunto una connotazione speciale, con la consegna del tricolore ai primi cittadini dei 95 Comuni della Marca trevigiana. Partecipazione straordinaria di sindaci, vicesindaci, assessori e presidenti dei consigli comunali per l’evento a cui hanno presenziato il prefetto di Treviso Laura Lega, il vicequestore Angelo Serrajotto, l’on. Simonetta Rubinato, per l’ANA il generale Renato Genovese e Michele Dal Paos consiglieri nazionali, i presidenti delle Sezioni ANA che organizzano l’Adunata: Treviso Raffaele Panno, Conegliano Giuseppe Benedetti, Vittorio Veneto Francesco Introvigne, Valdobbiadene Francesco Miotto (vicepresidente). Per tutti ha parlato Panno, ricordando l’assoluta novità per l’ANA di un’Adunata “organizzata da quattro diverse Sezioni unite attorno al fiume sacro alla Patria, nell’anno del Centenario”.

    »»

    Adunata di Trento 2018: il concorso per la medaglia e il manifesto

    L’Associazione Nazionale Alpini bandisce un concorso per la realizzazione di due elaborati grafici relativi alla medaglia ricordo e al manifesto ufficiale della 91ª Adunata nazionale che si svolgerà a Trento l’11, 12 e 13 maggio 2018. A ciascuno degli autori dei due elaborati scelti dal Consiglio Direttivo Nazionale saranno riconosciuti 1.000 euro a titolo di rimborso. Il termine ultimo per presentare le opere è il 15 settembre 2017.

    »»

    Adunata di Treviso: conferenza stampa sulla viabilità e la mobilità

    #alpiniadunata2017

    Mercoledì 15 marzo alle ore 12.30 nella sede della Sezione ANA di Treviso e sede COA, Comitato Organizzatore Adunata, in via San Pelajo 37, si svolgerà la conferenza stampa dedicata ad illustrare notizie fondamentali per la viabilità e la mobilità durante l’appuntamento alpino in calendario dal 12 al 14 maggio. Un primo atto informativo che precede la conferenza stampa generale del 20 aprile.

    »»

    Mostre d’arte, foto e fumetti per l’Adunata del Piave

    #alpiniadunata2017

    Risvolti culturali di rilievo per la 90ª Adunata Nazionale ANA - l’Adunata del Piave - in programma a Treviso dal 12 al 14 maggio. Nell’ambito della manifestazione sono state programmate otto esposizioni di qualità, che accontentano tutti i gusti: si va da una rievocazione documentaria delle Serenissima Repubblica di Venezia a temi più strettamente legati al Centenario della grande Guerra e agli Alpini, con un occhio di riguardo per le giovani generazioni a cui è dedicato uno spazio speciale che parla il linguaggio dei fumetti e delle illustrazioni. Ecco i principali appuntamenti espositivi in città, elaborati dal Centro Studi del Piave con il patrocinio del COA, il Comitato Organizzatore dell’Adunata.

    »»

    Concorso “Fotografare l’Adunata”

    “Adunata del Piave: luoghi, momenti e alpini” è il tema del 19º concorso “Fotografare l’Adunata”, organizzato dalla Sezione di Treviso. I fotoamatori potranno presentare in concorso al massimo 5 opere in bianco e nero o a colori, non elaborate o ritoccate digitalmente, nel formato 20x30 o 30x40.

    »»

    Mostra sulla Grande Guerra, concerto e sfilata a Godega Sant’Urbano nell’ambito dell’antica Fiera

    #alpiniadunata2017

    Musica con coro e fanfare, una mostra documentaria dedicata alla Grande Guerra e un significativo raduno alpino con sfilata e tradizionale rancio. Ecco cosa accadrà nel fine settimana a Godega Sant’Urbano. Nell’ambito della 90ª Adunata Nazionale Alpini, l’Adunata del Piave-Treviso 2017, sono previsti numerosi appuntamenti che godono del patrocinio del Comitato Organizzatore Adunata e per quanto riguarda l’allestimento sono curate dalle quattro sezioni ANA: Treviso, Conegliano, Valdobbiadene, Vittorio Veneto.

    »»

    Per l'Adunata del Piave il territorio si riempie di 30 mila bandiere Tricolori

    #alpiniadunata2017

    Inizia domani mattina, 25 febbraio, l’operazione “Bandiere Tricolori”. Artefici gli Alpini impegnati nella preparazione dell’Adunata del Piave, in calendario a Treviso dal 12 al 14 maggio prossimi. In attesa del grande evento e per preparare i cittadini alla festa delle penne nere, oggi verranno posizionate le prime bandiere lungo via Montello e via San Pelajo, dove si trova la sede sezionale dell’ANA di Treviso nonché la sede del COA, il Comitato Organizzatore Adunata. 

    »»

    La Marcia dei Cent’anni dal Peralba a Cortellazzo. Iscrizioni entro il 31 marzo

    #alpiniadunata2017

    “L’Adunata del Piave”, la 90a Adunata Nazionale degli Alpini-Treviso 2017 voluta nel territorio del Piave per commemorare il centenario della Grande Guerra, non poteva non prevedere una manifestazione che rendesse omaggio al fiume sacro alla Patria. La marcia dei Cent’Anni “di qua e di là del Piave” è una staffetta podistica non competitiva che il 6 e 7 maggio percorrerà il tragitto del Piave dalla sorgente, ai piedi del Monte Peralba in comune di Sappada (2037 metri sul livello del mare), fino alla foce di Cortellazzo in comune di Jesolo. Sono 239,7 chilometri di staffetta con un calendario di appuntamenti poiché, accanto all’avvenimento prettamente sportivo, ci saranno momenti di commemorazione che coinvolgeranno la popolazione e i sindaci, con la deposizione di una corona presso i 63 Cippi, Monumenti, Lapidi, Cimiteri Militari, Sacrari lungo il percorso. Non mancheranno momenti di aggregazione e festa, sabato sera a Valdobbiadene e domenica sera a San Donà di Piave.

    »»

    L’Adunata del Piave tra cerimonie, sfilate e concerti nell’ultimo incontro del COA mercoledì 15 febbraio in via San Pelajo a Treviso

    #alpiniadunata2017

    Densa riunione ieri, mercoledì 15 febbraio, per il Comitato Organizzatore dell’Adunata del Piave-Treviso 2017. Si avvicina l’appuntamento più importante della famiglia alpina e nella sede della sezione ANA di Treviso molti sono stati i punti discussi, dalla sicurezza alla viabilità, dal piano gestione rifiuti al piano sanitario ai concerti corali che non sono corollario ma parte fondante dell’Adunata. “Il canto è nel nostro dna, è la massima espressione di amicizia e di vitalità alpina” ha detto il presidente COA Luigi Cailotto presentando il nuovo direttore artistico dell’Adunata, il maestro Ettore Galvani. A lui il compito di valorizzare la coralità alpina, coordinare i tantissimi concerti, garantire qualità in un’ottica lungimirante. Ecco dunque che tra giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 maggio  saranno 35 i cori protagonisti di concerti nei Comuni esterni a Treviso, mentre il capoluogo sabato sarà invaso musicalmente da 110 formazioni corali che si esibiranno nelle chiese dentro e fuori mura, grazie alla disponibilità dimostrata dai parroci. “Durante i concerti serali – precisa il maestro Galvani – sarà presente un commissario artistico che valuterà i cori considerando l’aspetto musicale, interpretativo ma anche il repertorio da un punto di vista filologico, affinché siano rispettati i valori alpini”. Verranno scelti cinque cori chiamati in autunno ad esprimere il meglio della coralità alpina in un gran galà probabilmente a Trento, città dove si svolgerà l’Adunata Nazionale nel 2018. Giudici e commissari fanno parte dell’Associazione regionale dei Cori Asac in collaborazione con il presidente Nicola Ardolino. Ma non finisce qui poiché al termine dei concerti di sabato 13, è previsto il tradizionale “terzo tempo” intitolato “Note di Notte” con concerti collettivi in sette aree del centro storico. Il calendario completo verrà pubblicato nel sito: www.treviso2017.it.

    »»

    Tessera stampa Treviso 2017

    GIORNALISTI professionisti o pubblicisti possono richiedere la tessera stampa fornendo gli estremi della tessera dell’Ordine o l’accredito della testata giornalistica per la quale lavorano.

    FOTOGRAFI e i videoperatori potranno chiedere l’accredito unicamente presentando un documento comprovante la loro attività professionale.

    Le richieste per giornalisti, fotografi o videoperatori dovranno essere compilate on line. I fotografi e i videoperatori dovranno aver cura di allegare al modulo di richiesta anche la dichiarazione della testata per la quale lavorano.

    »»

    Cena a Castelbrando: consegnati 76mila euro pro terremotati

    #alpiniadunata2017

    Una cena di guerra pensando alla pace e a sostenere chi è in difficoltà. La serata promossa dalla Sezione ANA di Vittorio Veneto a Castelbrando di Cison di Valmarino ieri, sabato 4 febbraio, ha registrato il tutto esaurito con 374 partecipanti giunti anche da fuori provincia. L’evento è stato ideato in vista dell’Adunata del Piave-Treviso 2017 ed ha focalizzato l’attenzione sul Centenario della Grande Guerra, portando in tavola i piatti consumati dai soldati che combattevano lungo la linea del Piave, dopo la disfatta di Caporetto. Ecco dunque il bacon inglese e il radicchio rosso trevigiano, le salsicce bavaresi e l’Haggis (carne di pecora) tipica delle Highlands. Furono proprio gli scozzesi con i loro kilt ad incuriosire le popolazioni del Piave quando giunsero a supporto delle nostre truppe. 

    »»

    Dieci cori e otto fanfare registrano al teatro delle Voci per l’Adunata del Piave-Treviso 2017

    #alpiniadunata2017

    Dieci cori e otto fanfare per un totale di oltre 600 persone coinvolte. Ecco i protagonisti di un doppio cd inserito in un cofanetto speciale realizzato in vista della 90a Adunata Nazionale ANA, l’Adunata del Piave-Treviso 2017. Il progetto coordinato da Giuliano Martignano, consigliere della Sezione ANA di Treviso, è frutto di un’ampia collaborazione tra le Sezioni che organizzano l’Adunata e dunque vede il coinvolgimento anche di Conegliano, Valdobbiadene e Vittorio Veneto con lo scopo di valorizzare al meglio il patrimonio musicale, i musicisti e i coristi attivi sul territorio.

    »»

    Le ricadute economiche e sociali dell’Adunata nel territorio

    #alpiniadunata2017

    L’Adunata annuale degli Alpini ha un effetto travolgente sulle città ospitanti. Per una settimana le città cambiano volto, le persone si trasformano in un clima di euforia collettiva in cui prevale l’allegria e il senso di accoglienza. Ma l’evento è anche una manifestazione di elevata rilevanza economica.

    »»

    Novità dal primo incontro 2017 per il COA-Adunata del Piave

    #alpiniadunata2017

    L’Adunata del Piave entra nel vivo e la prima riunione del 2017 per il Comitato Organizzatore si è rivelata densa di argomenti da affrontare.
    “Siamo entrati in fase esecutiva dei lavori e la macchina organizzativa opera a pieno ritmo” ha detto in apertura ieri pomeriggio a Treviso, in sede sezionale ANA, il presidente del COA Luigi Cailotto. Quindici punti all’ordine del giorno, con l’attenzione focalizzata al piano sanitario coordinato dal 118 e gestito dall’Ulss 2 Marca Trevigiana in piena sintonia con l’Ospedale militare da campo che troverà posto nell’ex pattinodromo. Numerosi gli ospiti presenti all’incontro del COA, dal presidente della Provincia Stefano Marcon al Tenente Colonnello Antonio Esposito responsabile organizzativo della “Cittadella degli Alpini” durante l’Adunata, a Marco Barmasse Delegato ANA ai contatti con le Sezioni all’estero (numerose sono infatti le penne nere sparse per il mondo che convoglieranno a Treviso durante l’Adunata). 

    »»

    I vincitori del concorso per il manifesto e la medaglia dell’Adunata del Piave-Treviso 2017

    #alpiniadunata2017

    Enzo Claudio Lugano di Novi Ligure (Alessandria) e Chiara Principe di Roma sono i vincitori del “Concorso medaglia e manifesto” della 90ª Adunata nazionale ANA, l’Adunata del Piave-Treviso 2017. I lavori sono stati esaminati dalla Commissione presieduta dal consigliere nazionale Renato Genovese tra oltre cento elaborati inviati da tutta Italia alla Sede Nazionale ANA, a Milano e sono stati votati dal Consiglio Direttivo Nazionale.

    »»

    "Cena di guerra" il 4 febbraio a Castelbrando

    #alpiniadunata2017

    Un evento unico, da non perdere, è in calendario a Castelbrando di Cison di Valmarino sabato 4 febbraio alle ore 20.30 nell’ambito del programma “Aspettando l’Adunata del Piave-Treviso 2017”. La sezione ANA di Vittorio Veneto organizza una “Cena di Guerra” con lo scopo di riportare i commensali ad assaporare piatti tipici dei Paesi belligeranti nella zona del Piave, dopo la ritirata di Caporetto (novembre 1917) e la fine della guerra, segnata dalla battaglia di Vittorio Veneto (novembre 1918).

    »»

    L’anno dell’Adunata del Piave si apre all’insegna della cultura: premiati a Santa Caterina i vincitori del concorso “Parole attorno al fuoco”

    #alpiniadunata2017

    L’anno dell’Adunata del Piave si apre all’insegna della cultura, dell’amore per la montagna e dei valori alpini come la solidarietà: sono questi i tratti distintivi che hanno segnato la cerimonia di premiazione del concorso letterario nazionale “Parole attorno al fuoco”, domenica 8 dicembre alle 16 nel Museo di Santa Caterina. La 22a edizione, presentata dallo speaker ANA Nicola Stefani, ha assunto un rilievo particolare, in quanto inserita nel programma di eventi “Aspettando l’Adunata del Piave”. Ciò significa che, pur promossa com’è tradizione dal Gruppo Alpini di Arcade e dalla Sezione ANA di Treviso, gode quest’anno del sostegno delle altre Sezioni che organizzano il raduno nazionale alpino in calendario il prossimo maggio, ovvero: Conegliano, Valdobbiadene, Vittorio Veneto, insieme al patrocinio del COA, Comitato Organizzatore Adunata.

    »»

    Aspettando l’Adunata: oltre 600 alpini al Bosco delle Penne Mozze

    #alpiniadunata2017

    Oltre 600 alpini hanno partecipato alla cerimonia natalizia nel Bosco delle Penne Mozze, a Cison di Valmarino. Un appuntamento tradizionale, giunto alla 21a edizione, che quest’anno ha assunto un tono più solenne, in quanto preparatorio alla grande Adunata del Piave, in programma a Treviso dal 12 al 14 maggio 2017. L’evento infatti è stato patrocinato dal Comitato Organizzatore dell’Adunata e organizzato dalle quattro Sezioni ANA di Vittorio Veneto (in primis poiché il bosco rientra nel territorio di competenza), Conegliano, Valdobbiadene, Treviso. Accanto al presidente nazionale Sebastiano Favero erano presenti tutti e quattro i presidenti sezionali: Francesco Introvigne, Giuseppe Benedetti, Valentino Baron, Raffaele Panno insieme al presidente del Comitato del Bosco Claudio Trampetti. 

    »»

    L’inaugurazione della Fontana luminosa a L’Aquila

    Il prossimo 22 dicembre si terrà a L’Aquila l’inaugurazione della Fontana luminosa, dopo i lavori di adeguamento degli impianti e di restauro, resi possibili grazie alla donazione dell’Ana. Illuminata e riattivata in corso d’opera per rendere omaggio, nel maggio 2015, all'88ª Adunata nazionale, la Fontana torna finalmente fruibile e accoglie cittadini e visitatori all’ingresso della città.

     

    »»
  • Pagine (3)
  • Articoli Alpino (20)

    Personaggi di Marca

    Il territorio trevigiano, in cui si svolgerà la 90a Adunata Nazionale in maggio, è anticamente conosciuto come “Marca Gioiosa et Amorosa”, cantata dai poeti trovatori e frequentata da illustri umanisti. Oggi è famosa nel mondo anche per essere “laboriosa”, poiché qui hanno trovato terreno fertile piccole imprese e grandi industrie conosciute in tutto il mondo e operanti nei più svariati settori: dall’abbigliamento, agli elettrodomestici senza trascurare l’enogastronomia che vanta prodotti di fama internazionale (pensiamo solo al prosecco e al tiramisù).

    »»

    Il territorio: Conegliano

    Famosa per aver dato i natali al celebre artista Giambattista Cima, di cui conserva la casa natale e una bella Pala nel Duomo, Conegliano ha sviluppato sia il settore industriale, sia il settore agricolo, diventando insieme a Valdobbiadene il riferimento del distretto del Prosecco Doc, ora Docg. Il centro storico si sviluppa lungo l’antica via XX Settembre (Contrada Granda) con piazza Cima, scenario in giugno della “Dama Castellana”.

    »»

    Vittorio Veneto

    Vittorio Veneto è il capoluogo delle Prealpi Trevigiane, Medaglia d’Oro al Valor Militare per il suo impegno nella Resistenza, nota per la vittoriosa battaglia finale della Prima Guerra Mondiale. È nata nel 1866 dall’unione delle antiche città di Ceneda e Serravalle; al nome Vittorio, in onore del nuovo Re d’Italia, nel 1923 fu accostato il termine “Veneto”.

    »»

    I percorsi della Grande Guerra

    La Grande Guerra coinvolse il Regno d’Italia per 1.250 giorni, dal 24 maggio 1915 al 4 novembre 1918. In questo lungo periodo la parte nord-orientale del Paese, dai passi alpini tra Lombardia ed Alto Adige fino al Carso isontino, si trasformò in un gigantesco campo di battaglia con al centro il Veneto. Ancora oggi sono numerose le tracce, dalle Dolomiti fino alla foce del Piave passando per il Montello, il Monte Grappa e l’Altopiano di Asiago.

    »»

    Una preghiera per l'Adunata

    Ho saputo che in occasione dell’Adunata di Treviso è stato indetto il concorso di composizione corale “Una canzone per l’Adunata”. Ogni coro si sta preparando per potersi esibire nei luoghi più prestigiosi e nelle chiese più belle di Treviso.

    »»

    L’Adunata del Piave

    La 90ª Adunata nazionale a Treviso sarà un appuntamento della memoria ma anche uno stimolo per costruire un futuro di pace. Questo lo spirito con cui gli alpini si stanno preparando all’evento che coinvolgerà il Comune capoluogo e il territorio provinciale poiché, per la prima volta nella storia dell’Ana, ad organizzare l’Adunata sono quattro Sezioni unite: Treviso, Conegliano, Vittorio Veneto e Valdobbiadene. 

    »»

    Il territorio: Valdobbiadene

    Valdobbiadene è famosa in tutto il mondo per la produzione del Prosecco ma gode anche di una ricca storia, le cui origini risalgono a 40mila anni fa, quando cominciò ad essere abitato il pianoro protetto dalle montagne Barbaria e Cesen, vicino al fiume Piave. Durante la prima Guerra Mondiale il territorio è bersaglio di pesanti bombardamenti.

    »»

    Senza barriere

    I volontari della Protezione Civile dell’Ana sono particolarmente soddisfatti per il riconoscimento arrivato, alla fine di novembre, dal sindaco di Asti per quanto compiuto durante la recente Adunata nazionale nella città piemontese. Per tradizione, i volontari di Pc dimostrano il loro spiccato senso di solidarietà realizzando, ogni anno, interventi di natura ambientale e sociale da donare alla città che ospita l’Adunata.

    »»

    L'Adunata su Rai Italia

    Le scriviamo dalla Sezione Sud Africa con un suggerimento, che potrebbe essere interpretato anche come una gentile richiesta. Non solo in Europa, ma anche in America, in Australia ed in Sud Africa ci sono Sezioni Ana. Questi continenti ricevono Rai Italia, un canale speciale dedicato agli italiani all’estero, ma anche volto a far conoscere l’Italia al mondo. 

    »»

    Ancora una volta, grazie alpini

    Sono qui, commossa, davanti alla televisione, come ogni anno, per me è un appuntamento importante l’Adunata degli alpini, fanno parte della mia vita... Penso sempre di sapere tante cose sugli alpini, sulla loro grandezza, invece ne scopro sempre di nuove che li rendono ancora più meravigliosi e grandi... Adesso è iniziata ufficialmente la sfilata, non è ancora l’ora del mio amato Friuli, mio marito sarà tra loro, come ogni anno... 

    »»

    Basta trabiccoli

    Dopo quello che è successo all’ultima Adunata di Asti, da astigiano mi preme ribadire (che invece di vietare la vendita degli alcolici), la pecca da parte delle forze preposte alla sicurezza e del Son per non aver bloccato la circolazione dei trabiccoli, così belli da vedere, molto folcloristici, ma nello stesso tempo molto pericolosi sia per chi vi sale sopra che per gli spettatori.

    »»

    Educare testimoniando

    Sono un bocia di 49 anni che ha partecipato domenica 15 maggio all’89ª Adunata ad Asti, la mia prima Adunata. È stato un “turbinio di emozioni”, fantastico! 

    »»

    Storia di un alpino

    Ieri ero in giro per Asti, passando nelle vie delle città, il clima di festa dovuto all’arrivo degli alpini il 15 maggio si fa sentire come una folata di tricolore nell’aria. Mi sono accorto che un evento così atteso, gioioso che per anni ha dato gioia anche a me come alpino, quest’anno mi rende malinconico.

    »»

    Furto all'Adunata

    Sono un amico degli alpini della Sezione Molise, iscritto al Gruppo di Sant’Agapito (Isernia). Dopo Parma, Latina, Torino, Pordenone e L’Aquila ho partecipato con gioia anche all’Adunata di Asti nei giorni scorsi. Sono anche un componente della fanfara della Sezione Molise e pur non essendo impegnato ufficialmente come fanfara, sono salito ad Asti portando con me il mio strumento (un sax tenore Selmer S.A.).

    »»

    Le solite mandrie selvagge

    Sono un iscritto all’Ana da diversi anni e volevo complimentarmi per lo spessore morale della rivista. Ho partecipato all’Adunata di Asti mi congratulo per l’organizzazione della sfilata che si è svolta in modo corretto. 

    »»

    Memoria e spirito positivo

    Se l’Associazione avesse una capitale morale, quella sarebbe la memoria. E non solo legata ai fatti bellici di cento e più anni fa, ma che s’allaccia a un presente vicino. Nel lungo elenco compare la grande alluvione del 1994 quando il Tanaro esondò provocando 70 vittime e danni enormi.

    »»

    Forza comunicativa

    Partiamo dalla fine. Domenica mattina, sfilata in pieno svolgimento, la situazione era la seguente: Rai3 stava trasmettendo in diretta, come fa da diversi anni, la sfilata, arricchendo la trasmissione con servizi e interviste; TgCom24 era in diretta con le immagini provenienti dal nostro service tv in una ampia finestra in alto a destra, la conduzione in studio e le interviste raccolte dagli inviati. 

    »»

    Tornate presto!

    Ve ne state già andando? Rimanete ancora un po’. Tornate presto. Siamo stati bene con voi. In sintesi: “Grazie alpini!”. Questo era il senso dei titoli e dei commenti che sono apparsi sui giornali locali e sui siti on line. Gli astigiani si sono risvegliati il 16 maggio più ottimisti e fiduciosi. C’è chi ha definito l’Adunata nazionale degli alpini “una ciucca allegra” dalla quale si esce con il sorriso.

    »»

    Colori alpini

    Gli amici de L’Alpino mi han chiesto un pezzo “di colore” sull’Adunata. Per pezzo di colore, tecnicamente si intende un articolo che esca dalla semplice cronaca, per concentrarsi su impressioni, immagini, sensazioni legate all’evento. Però, per curiosa assonanza, mi è venuta in mente un’altra cosa: ma che colore ha un’Adunata degli alpini? 

    »»

    Mostra in grigioverde

    L’89ª Adunata nazionale di Asti ha rappresentato, per noi alpini in armi, un momento molto significativo: è stato il 10º anniversario della “Cittadella degli alpini”. Nata nel 2007 in occasione del raduno di Cuneo, dopo due lustri la sua presenza costituisce ormai un momento irrinunciabile di ogni Adunata. Personalmente vi avevo partecipato una sola volta, a Bassano nel 2008, con uno stand dedicato alle missioni all’estero. 

    »»



RICERCA

Titolo
Testo
Autore
Argomento
Anno
Mese
 

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits