Piacenza 2013
Ricerca contenuti più recenti della categoria Piacenza 2013:

  • News (20)

    Cappelli persi e trovati a Piacenza

    All'ultima adunata di Piacenza sono stati persi e trovati alcuni cappelli alpini e oggetti vari. Di seguito riportiamo la lista che sarà aggiornata regolarmente.

    »»

    E' di 120 milioni il giro d'affari

    #alpiniadunata2014

    Ammonta a 120 milioni di euro la ricaduta economica dell’Adunata degli alpini. E’ il dato più eclatante dello studio curato dai ricercatori del Laboratorio di Economia Locale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Piacenza) Paolo Rizzi (direttore del Laboratorio) e Antonio Dallara, che ha preso in esame l’Adunata che si è svolta a Piacenza lo scorso anno. Il modello di analisi con cui sono state fatte le stime degli impatti diretti ed indiretti è stato definito presso la Fondazione ITL (un centro di ricerca partecipato dall'Università Cattolica, da enti pubblici locali tra cui il Comune di Piacenza).

    »»

    L’Università Cattolica studia l’Adunata nazionale, presentazione il 17 gennaio

    “L’impatto economico e sociale dell’Adunata Nazionale degli Alpini” è il titolo della conferenza stampa in cui sarà presentato il progetto di ricerca dell’Università Cattolica sulla più grande manifestazione alpina. L’incontro è in programma venerdì 17 gennaio, alle ore 12, presso l’aula Maria Immacolata dell’Università Cattolica di Milano (in Largo Gemelli, 1).

    »»

    Consegnati i fondi raccolti alla Cittadella degli Alpini

    I 6.000 euro raccolti alla Cittadella degli Alpini, allestita in piazza Daturi in occasione dell’Adunata a Piacenza, sono stati devoluti all’Amop (Associazione Piacentina Malato Oncologico) per l’acquisto di un ecografo portatile e al laboratorio di immunogenetica dell’ospedale della città per l’acquisto di un congelatore che verrà utilizzato per lo stoccaggio del DNA.

    »»

    I giovani, nuovi emigranti

    Per un alpino all’estero il richiamo dell’Adunata è qualcosa di più della festa e della gioia di incontrare nuovamente i compagni lontani, perché i colori del cuore e del tricolore sono più accesi, perché ritornare con il cappello in testa per quanti sono emigrati tanti anni fa, in una parola, significa Italia.

    »»

    La Primogenita 165 anni dopo

    Non poteva che avvenire al Palazzo Gotico, cuore civico della città, luogo deputato alle assemblee del popolo, la celebrazione del 1650 anniversario dello storico 10 maggio 1848, giorno in cui la città di Piacenza, affrancandosi dal Ducato di Parma e Guastalla, sancì con un plebiscito l’annessione al regno di Sardegna. Stava ormai compiendosi la stagione di quell’anelito patriottico e di speranze - ma anche di delusioni e sconfitte che tuttavia non fiaccarono lo spirito risorgimentale - che avrebbe portato tredici anni dopo all’Unità d’Italia.

    »»

    In 400 mila a Piacenza, il grande abbraccio agli alpini

    È iniziata puntuale alle 9 la sfilata dell’86ma Adunata Nazionale degli alpini che si conclude questa sera a Piacenza. Presenti in Tribuna d’onore insieme al presidente dell’Associazione Nazionale Alpini,Corrado Perona, il Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli; il presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani; il Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Franco Gabrielli; il Sindaco della Città, Paolo Dosi; il Presidente della Provincia, Massimo Trespidi, il Comandante delle Truppe Alpine, gen. Alberto Primicerj; il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Gen. C.A. Claudio Graziano e il ministro della Difesa, Mario Mauro che delle Penne Nere ha detto: “Sono un esempio per uscire dalla crisi”. Poi, citando il beato Don Carlo Gnocchi, cappellano della Tridentina in Russia, il ministro ha detto: «Nel libro Cristo con gli alpini, don Carlo ha scritto: “Gli alpini sono uomini degni di Dio”; non esistono parole migliori».

    »»

    Info Point Bus

    Per acconsentire una facile e razionale collocazione di tutti gli autobus che trasportano persone che partecipano all'adunata di Piacenza occorre RECARSI ALL'INFO POINT BUS - tel. 335/7657343, posto in via Corselli con accesso dalla tangenziale sud (uscita stadio / corso Europa) dove riceverete le più opportune indicazioni per il parcheggio di pullman.

    »»

    Messaggio di saluto del Ministro della Difesa

    Il testo integrale del messaggio inviato dal Ministro della Difesa, sen. Mario Mauro, agli alpini riuniti a Piacenza per l’Adunata Nazionale:

    »»

    Alzabandiera... ed è subito Adunata

    La storica Piazza Cavalli si è trasformata in un suggestivo palcoscenico in occasione della cerimonia di apertura dell'86ª Adunata nazionale. Schierata la fanfara della brigata alpina Taurinense con una batteria del 1° reggimento artiglieria da montagna. Intorno, a quadrato nella piazza, vessilli e gagliardetti. Squilli di tromba annunciano l'ingresso dei gonfaloni dei Comuni della Provincia e poco dopo sulle note del Trentatré fa il suo ingresso il Labaro, scortato dal presidente Corrado Perona e dal Consiglio direttivo nazionale.

    »»

    Cariparma Crédit Agricole di nuovo al fianco degli Alpini

    Cariparma Crédit Agricole si conferma di nuovo al fianco degli Alpini in un evento importante per Piacenza: l’Adunata Nazionale 2013 che porterà in città oltre 200.000 persone nelle giornate dal 10 al 12 maggio. Banca del territorio, Cariparma Crédit Agricole non poteva mancare in questa occasione davvero unica per la città.

    »»

    Vicenza-Piacenza: marcia di avvicinamento all’Adunata

    Gli alpini delle sezioni di Vicenza, Padova e Reggio Emilia marceranno fino Piacenza per partecipare all’86ª Adunata nazionale. Partiranno da il 4 maggio da Vicenza per raggiungere la destinazione finale la sera dell’8 maggio; in ogni paese dove alloggeranno gli alpini celebreranno una piccola cerimonia al monumento ai Caduti.

    »»

    "Alpini piacentini" nelle edicole e nelle librerie

    In occasione dell’Adunata a Piacenza la rivista “L’urtiga - Quaderni di cultura piacentina” ha realizzato il libro “Alpini piacentini” in cui sono ricordati gli alpini della città Caduti nelle guerre, tra il 1896 e il 1945.

    Il volume, 224 pagine, 10 euro, riporta elenchi e schede biografiche approfondite. Sarà disponibile nelle edicole e nelle librerie di Piacenza ed è possibile anche prenotarlo compilando l’apposita scheda.

    Il volume si apre con i saluti del presidente della sezione di Piacenza Bruno Plucani e ha ottenuto il patrocinio del Comitato Organizzatore dell’Adunata.

    »»

    L’Adunata in TV e su internet

    Anche quest’anno sarà possibile seguire in televisione o su internet gli avvenimenti più importanti dell’Adunata. Ana.it, Rai Tv, e altre televisioni private seguiranno l’Adunata nazionale di Piacenza e, sopratutto domenica, offriranno agli spettatori un’ampia scelta di programmi, alcuni trasmettendo integralmente, altri solo in parte la sfilata.

    »»

    A che punto è la sfilata? Te lo diciamo su Twitter e Facebook

    A che punto è la sfilata? Quale sezione sta sfilando? Siamo ritardo? Siamo in anticipo? Quante volte abbiamo sentito frasi come queste durante la domenica della adunata, e chissà quante volte noi stessi le abbiamo pronunciate cercando di calcolare quando muoversi per raggiungere la propria sezione in zona ammassamento.

    »»

    Valdagno-Piacenza a piedi, 190 km alla sfilata

    Il gruppo podisti della sezione di Valdagno, accompagnato anche da alpini di Montecchio Maggiore, raggiungerà a piedi Piacenza per partecipare alla sempre emozionante sfilata in occasione dell’Adunata nazionale.

    »»

    Conferenza di presentazione dell'Adunata a Piacenza

    L’86ª Adunata degli alpini a Piacenza sarà presentata giovedì 18 aprile, alle ore 10.45, nel corso di una conferenza stampa all’Auditorium Sant’Ilario (in corso Garibaldi 17 a Piacenza).

    »»

    A Piacenza... camminando!

    Coprire i 30 km che dividono la casa natale del Beato don Gnocchi a San Colombano al Lambro e Piacenza... a piedi! E’ questa la sfida lanciata dalla Sezione di Milano per il 10 maggio, in occasione dell’86ª Adunata nazionale.

    »»

    Un concerto per ricordare le vittime e i soccorritori del Vajont

    Alle 22.39 del 9 ottobre 1963 parte del Monte Toc franò nell’invaso della diga del Vajont con una massa d’acqua di 270 milioni dimetri cubi che piombò sulla piana sottostante provocando la morte di 1917 persone dei comuni di Longarone e Castellavazzo (Belluno) e di Erto Casso (Pordenone).

    »»
  • Pagine (1)
  • Articoli Alpino (20)

    Sapore d’Adunata

    Un salto indietro nel tempo per respirare ancora l’aria dell’Adunata nazionale 2013. I piacentini lo hanno vissuto con l’inaugurazione del dono che il Comitato Organizzatore dell’Adunata, presieduto da Nino Geronazzo, ha voluto fare alla città. Un pannello in acciaio corten raffigurante il profilo di Alessandro Farnese (uno dei due monumenti equestri che campeggiano nella piazza principale di Piacenza), il simbolo dell’Adunata piacentina e il messaggio delle penne nere: “Gli alpini alla città. Grazie per aver vissuto insieme una splendida Adunata”.

    »»

    L'Adunata: una condivisione gioiosa

    Egregio direttore, a maggio c’è stata nella mia città, Piacenza, l’Adunata nazionale degli alpini. È stata un’esperienza meravigliosa, allegra, educativa. Gli alpini hanno lasciato la mia città migliore, più bella e più ordinata, ma soprattutto hanno migliorato noi piacentini facendoci scoprire doti che non sapevamo di avere e facendoci sperimentare la convivenza e la condivisione gioiosa.

    »»

    Grazie Piacenza!

    Grazie. Grazie ancora cittadini di Piacenza! Grazie per averci consentito giorni di serenità, di amicizia e buon'umore accomunando noi alpini a voi residenti. Grazie per avere sopportato il disagio inevitabile che vi abbiamo creato sperando che sia stato di bellezze della vostra città, nonché di farci apprezzare lo spirito padano che ci accomuna.

    »»

    I Rotariani alpini all’86ª Adunata

    Nello splendido clima di partecipazione dell’Adunata gli alpini rotariani, guidati dal presidente generale di C.A. Franco Cravarezza, hanno celebrato il secondo anniversario di costituzione della Amicizia (Fellowship) all’insegna di valori comuni, rotariani e alpini, e dei progetti di solidarietà e di collaborazione di mutuo interesse.

    »»

    Al “Gotico” con i soldati di montagna

    L’incontro istituzionale con le realtà all’estero è stato celebrato sabato mattina nello splendido salone del Palazzo Gotico di Piacenza. Presenti le delegazioni ANA provenienti da oltre trenta Paesi, i rappresentanti della International Federation of Mountain Soldier e i militari stranieri.

    »»

    Alpini nell’animo

    Sono di Piacenza, nato e cresciuto qui. Compio 50 anni tra pochi giorni e vi voglio ringraziare. Voi alpini mi avete fatto un bellissimo regalo di compleanno. Come quasi tutti i piacentini, alle ormai lontanissime visite militari risultavo alpino complementare, e così sarebbe stato se non fossi entrato in Polizia dove lavoro da tanti anni.

    »»

    Con le ali ai piedi

    Si cammina insieme al suono della fanfara e anche ai piedi spuntano le ali. Insomma, si vede che nella grande famiglia alpina l’amicizia e l’amore sono la medicina migliore.

    »»

    “Alzabandiera!” ed è già Adunata

    La storica Piazza Cavalli, cuore civico di Piacenza, si è trasformata in un suggestivo palcoscenico tricolore in occasione dell’alzabandiera, la cerimonia che venerdì mattina ha dato il via all’86ª Adunata nazionale degli Alpini. Sulla piazza erano schierate, davanti al palazzo del Comune, la Fanfara della brigata alpina Taurinense con una batteria del 1° reggimento artiglieria da montagna.

    »»

    Il direttore su Rai3

    Buonasera, sono un alpino che, per problemi di famiglia, non ha potuto partecipare quest’anno all’Adunata!

    »»

    Non è mai troppo tardi

    Si potrebbe credere che vista un’Adunata nazionale degli alpini si sono viste tutte, ma così non è. Ogni anno si tratta di un richiamo collettivo che raduna generazioni di alpini sempre più “veci” e sempre meno “bocia”, ma con lo stesso spirito goliardico ed allo stesso tempo pieno di quella umanità solidale di sempre, che contraddistingue stranamente questo Corpo rispetto ad altri.

    »»

    Gocce di generosità

    Sono arrivati di buon mattino. Tute gialle, pale in mano, hanno iniziato a lavorare nel giardino del quartiere. Dalle finestre dei palazzi i più curiosi si erano affacciati, mentre i passanti elogiavano l’intervento, perché da troppo tempo quel pezzo di verde circondato dagli edifici era lasciato a se stesso e all’incuria dell’uomo: arbusti cresciuti in modo incontrollato, vialetti resi invisibili dalle erbacce, fango ovunque.

    »»

    Alpini nuovi samaritani

    Monotoni e fieri. Gli alpini sono un po’ così e le loro celebrazioni, di conseguenza. Alcuni momenti hanno in sé la sacralità propria dei riti più antichi, come l’onore ai Caduti o la Messa. Un cerimoniale semplice che si ripete da quasi cento anni. Anche all’Adunata. Anche in questi giorni di incontri, di festa per non dire baldoria, c’è un momento dedicato all’ascolto, alla preghiera: è la Messa del sabato pomeriggio. Quest’anno a Piacenza celebrata nel duomo dal vescovo Gianni Ambrosio, stretto attorno a un cerchio di sacerdoti alpini.

    »»

    Promesse mantenute

    Vi scrivo da Piacenza. Volevo ringraziarvi di cuore a nome di tutti i piacentini per le giornate bellissime, meravigliose e indimenticabili che ci avete regalato.

    »»

    Le voci dell’adunata

    Passavano gli alpini del Veneto, per questo Nicola s’è lasciato prendere dall’entusiasmo. Stefani è una delle quattro voci dell’Adunata, le altre sono Manuel Principi e Guido Alleva, tutti e tre avvocati arruolati per lo speakeraggio dal loro maestro, l’avvocato Carlo Tricerri, andato avanti giusto un anno fa e che ci piace qui ricordare.

    »»

    Un lungo fiume dietro al Tricolore

    Sfilano con l’orgoglio alpino, le sue tradizioni e la sua forza. Sfilano con la loro storia, i sacrifici, la solidarietà di cui sono capaci, con la responsabilità e l’amor patrio che li animano. Sfilano per quanti non sono tornati.

    »»

    L’Adunata? Bella, ma con qualche disagio

    Sabato notte alle quattro del mattino, avendo nelle vicinanze un gruppetto di alpini che ancora cantava, suonava, brindava e alla frase di mia moglie: “...stanno esagerando!” mi è venuto in mente un articolo sul quotidiano “Libertà”: “...Una grande festa che coinvolge il centro storico della città era una buona idea, ma forse sarebbe stato meglio organizzarla in modo più adeguato... Bella la musica, l’allegria e i cori anche fino a tarda notte, ma chi vive in quel centro-famiglie con bambini e anziani, persone che al mattino si devono alzare presto per andare al lavoro e se decine di alpini e simpatizzanti si concentrano sotto i gazebo dei bar cantando a squarciagola accompagnati da tamburi e trombe, e se tutto va avanti per diverse ore consecutive fino alle cinque del mattino, è un vero incubo.

    »»

    In 80mila alla Cittadella degli Alpini

    A Piacenza la Cittadella degli Alpini ha segnato un nuovo record di affluenza, con oltre 80.000 visitatori in quattro giorni. Nata a Cuneo nel 2007, l’esposizione dinamica di tutto quanto riguarda gli Alpini in armi – dalla montagna alle missioni estere, passando per tutte le specialità delle Truppe Alpine – è ormai diventata un appuntamento fisso di ogni Adunata.

    »»

    E a mezzanotte… "Silenzio"

    Buongiorno direttore, la presente per delle brevi considerazioni sull’Adunata appena conclusa. Sappiamo perfettamente che oramai purtroppo nell’Adunata confluiscono elementi che poco a che fare hanno con noi.

    »»

    Mai vista tanta allegria

    Gli alpini hanno lasciato Piacenza ma il Tricolore fatica a lasciare i balconi. È come se, facendo sventolare la nostra bandiera, si potesse risentire l’eco delle fanfare nelle strade e rivivere una festa grandiosa.

    »»

    Un “amico” importante

    Spaghettata condita con la bagna cauda, a Buones Aires, dagli alpini. Ed un ospite particolare che sarebbe entrato nella storia pochi mesi dopo: il cardinale Jorge Mario Bergoglio, l’attuale papa Francesco. “Un amico”, dice Fernando Caretti, presidente della Sezione Argentina, venuto a trovarci all’ufficio stampa nei giorni dell’adunata di Piacenza con il figlio Aldo.

    »»



RICERCA

Titolo
Testo
Autore
Argomento
Anno
Mese
 

2002/2019 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits