Sezioni e Gruppi
Ricerca contenuti più recenti della categoria Sezioni e Gruppi:

  • News (20)

    Breganze ricorda i Caduti di Nikolajewka

    Sabato 26 gennaio il gruppo alpini di Breganze commemorerà il 76° della battaglia di Nikolajewka al Tempietto di Santa Lucia. La cerimonia inizierà alle ore 10 e sarà accompagnata dal coro di Breganze.

    La locandina »

    »»

    La Giornata del ricordo a Basovizza

    Domenica 10 febbraio a Basovizza, frazione del comune di Trieste, a Nord-Est del capoluogo, sull'altopiano del Carso, sarà celebrata la cerimonia in ricordo dell’Esodo giuliano dalmata e della tragedia delle Foibe. La cerimonia si svolgerà tra le 10 e le 12. Le Sezioni che intendono partecipare devono comunicarlo a  burresi.dario@gmail.com oppure a trieste@ana.it.

    »»

    XV Concorso di poesia “Il Castello di Sopramonte”

    Il Gruppo alpini di Prato Sesia (Novara), in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Provincia di Novara, ha bandito il XV Concorso nazionale di poesia denominato “Il Castello di Sopramonte”, in memoria di don Antonio Guarneri e di Barbara Valsesia.
    Il Concorso è articolato su una Sezione Adulti, una Nuove penne ed una in Vernacolo. Le opere devono pervenire, in forma digitale o cartacea, entro il 1° giugno 2019.

    »»

    Premiati a Palazzo Lombardia i vincitori del concorso che racconta gli alpini

    Penne nere, autorità ed emozioni hanno invaso pacificamente, sabato 12 gennaio, l’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia per la cerimonia di premiazione del Concorso letterario nazionale Parole attorno al fuoco, che da oltre vent’anni celebra lo spirito e i valori, la solidarietà e l’amore per la montagna che caratterizzano gli Alpini. “La Montagna: le sue storie, le sue genti, i suoi soldati, i suoi problemi di ieri e di oggi” il tema cui dovevano ispirarsi gli scritti.
    Ideato e organizzato dalla Sezione ANA di Treviso e dal Gruppo Alpini di Arcade, con il patrocinio del COA (Comitato Organizzatore Adunata), il contributo di Regione Lombardia, il patrocinio di Regione Veneto e Regione Lombardia, Comune di Milano e Comune di Arcade, il concorso ha aperto il programma di Aspettando la 92a Adunata Nazionale di Milano.

    »»

    Concerto degli auguri al Teatro Villani di Biella

    Il 14 gennaio la Sezione di Biella organizza al Teatro Sociale Villani il tradizionale concerto degli auguri con la Fanfara alpina Valle Elvo. Da diversi anni il concerto non propone soltanto il classico repertorio alpino ma ha un’offerta musicale sempre più articolata, con musicisti e cantanti solisti che affiancano o si alternano alla Fanfara, nonché gruppi artistici e interpreti anche in altre discipline.

    »»

    A Milano le premiazioni del concorso letterario "Parole attorno al fuoco"

    Con gli Alpini parole e fatti vanno di pari passo. Così, la “marcia” verso l’Adunata del Centenario –in calendario il 10, 11 e 12 maggio prossimi a Milano, dove un secolo fa nacque l’ANA (Associazione Nazionale Alpini)- comincia proprio con le parole. Quelle capaci di esprimere lo spirito e i valori, la solidarietà e l’amore per la montagna che caratterizzano gli Alpini e che sono alla base di quella che potremmo definire, giocando appunto con le parole, ”alpinità”. Le parole, insomma, che partecipano al Concorso letterario nazionale Parole attorno al fuoco.

    »»

    Cerimonie in omaggio a don Gnocchi a Lezzeno

    Dal 10 al 13 gennaio presso il Santuario della Madonna delle Lacrime (frazione Lezzeno, a Bellano, Lecco) si terrà il triduo (tre giorni dedicati alla preghiera) in onore dell'alpino don Carlo Gnocchi, nel decimo anniversario della beatificazione.

    »»

    Concerto di Natale a Gallarate

    “Armi a terra, è Natale” è il titolo del concerto del coro Penna Nera al Teatro Condominio Gassman di Gallarate, il prossimo 22 dicembre, ore 21. Dirige Fabio Zambon su racconto di Lorenzo Canziani; presenta Manuel Principi.

    »»

    A Torino "Un Babbo Natale in F.O.R.M.A."

    Il 2 dicembre scorso, come promesso, davanti all’Ospedale Regina Margherita noi c’eravamo, e con noi circa ventimila Babbi Natale allegri, festosi e anche un po’… infreddoliti! Il sole e il cielo azzurro hanno regalato ai bambini ricoverati una giornata spettacolare: i prati davanti all’ospedale, di solito aiuole anonime tra i parcheggi delle auto, si sono trasformati in un enorme e brulicante distesa di Babbi Natale grandi e piccini. Uomini, donne, giovani e meno giovani, bambini, nonni e alpini, molti dei quali sono arrivati all'ospedale infantile a piedi dopo avere percorso i 3 km della 'camminata solidale'. Tutti hanno voluto così manifestare il loro affetto e la loro solidarietà per chi in questo momento soffre ed è malato.

    »»

    Donazioni per le chiesette alpine di Verona

    Soffice e dolce ma arruolata, quest’anno, per una causa particolarmente dura e ambiziosa: rimettere in piedi a tempi di record la chiesetta di Costabella. È questo il primo obiettivo della Pandora dell’alpino, ormai tradizionale iniziativa natalizia promossa dalle Penne Nere della sezione scaligera per raccogliere fondi destinati alle opere di solidarietà portate avanti dai duecento gruppi di tutta la provincia e del Mantovano.

    »»

    "Serata della riconoscenza" a Mombello di Laveno

    Sabato 1º dicembre, nel corso della “Serata della riconoscenza”, verrà consegnato il 39º Premio “Pà Togn” contestualmente alla premiazione del 32º trofeo “Presidente nazionale” della Sezione di Varese. L’appuntamento è alle ore 20,30 al Cinema Teatro “Franciscum”, in via Redaelli 13 a Mombello di Laveno.
    Per l’occasione l'attore Livio Perrucchetti presenterà “Gefanghen” (Catturato), ispirato al diario del capitano del btg. Val d’Adige Bini Giorgio Cima.

    »»

    La Grande Guerra in cento immagini, il libro presentato a Biella

    Il prossimo 9 novembre, alle ore 21, nella sede della Sezione di Biella (in via Ferruccio Nazionale 5) verrà presentato il libro “Grande Guerra un racconto in cento immagini”, edito dallo Stato Maggiore della Difesa.

    »»

    Raduno a Bologna per il 96° di fondazione della Sezione

    Il 18 novembre la Sezione Bolognese-Romagnola celebrerà, a Bologna, il 96° della fondazione, in occasione del raduno sezionale.

    »»

    Mostra storico-filatelica a Imola

    Il gruppo alpini di Imola Valsanterno a conclusione celebrazioni del centenario della Grande Guerra organizza una mostra storico-filatelica dove, dal 4 all'11 novembre, verranno esposti ex voto dedicati ad alpini rientrati dal fronte e dalla prigionia. La mattina del 4 novembre verranno emesse due cartoline con apposito annullo filatelico speciale di Poste Italiane, mentre la sera del 6 novembre l'argomento verrà illustrato con proiezioni da due studiosi presso la sala conferenze della biblioteca di Imola.

    »»

    Cerimonie per il 4 Novembre a Ginevra

    Il gruppo alpini di Ginevra celebrerà il 4 novembre con una Messa solenne nella Cappella funeraria del Cimitero di Saint-Georges, officiata dal Nunzio Apostolico, S.E. l’Arcivescovo Ivan Jurkovic (ore 10,30); a seguire il corteo, accompagnato dalla Musica della Città di Ginevra, si recherà al momunento per rendere omaggio ai Caduti.

    »»

    Concerto del Coro Ana Milano al Memoriale della Shoah

    Domenica 4 Novembre, alle ore 18, il Coro Ana Milano diretto dal Maestro Massimo Marchesotti sarà in concerto al Memoriale della Shoah (piazza Edmond J. Safra - via Ferrante Aporti, Milano), in occasione della chiusura della mostra “1915-1918 Ebrei per l’Italia”.
    Il concerto, intitolato “La mia bela la mi aspeta”, sarà un percorso dedicato ai canti degli alpini e dei militari della Prima guerra mondiale, con alcune esecuzioni di motivi militari del secondo conflitto mondiale e di alcune suggestive villotte friulane.

    »»

    Biella: iniziative per la conclusione delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra

    A conclusione delle celebrazioni per il centenario della Grande Guerra, il prossimo 26 ottobre, alle ore 20,45 presso il salone conferenze della sede (in via Ferruccio Nazionale 5 a Biella) andrà in scena “Anniversari di guerra – Speranze di pace”, un evento multimediale, fatto di immagini, canzoni e letture, ideato da Pier Salivotti nel 2014 nell'ambito delle iniziative culturali della Cooperativa di Favaro 1872 e già rappresentato con successo alcune volte sul territorio.

    »»

    Spettacolo musicale-teatrale sulla Grande Guerra a San Maurizio d'Opaglio

    La Sezione di Omegna nel centenario della Grande Guerra 1915-1918 ha ricordato con varie iniziative i soldati che hanno sacrificato la loro vita per il nostro paese. Il prossimo 20 ottobre, alle ore 16, presenta uno spettacolo musicale-teatrale nella Sala polivalente di San Maurizio d’Opaglio (p.za Unità d’Italia, via Bonetto) con la Banda musicale “Martinetti” di Gozzano, il coro Ana “Stella alpina” di Berzonno; voci narranti di Domenico Brioschi e Cesare Rasini. Direttore Maestro Riccardo Paracchini.

    »»

    Raduno degli alpini marchigiani a Cagli

    Dal 26 al 28 ottobre prossimi Cagli, in provincia di Pesaro e Urbino, ospiterà il 98° Raduno della Sezione Marche. L’evento assume un significato particolare poiché verrà commemorato, nel centenario della sua morte, il sottotenente del 7° Alpini Franco Michelini Tocci, Medaglia d’Oro al Valor Militare. Ragazzo del ’99, caduto eroicamente sul Monte Grappa, a Cima Valderoa, il 27 ottobre 1918, nativo e sepolto a Cagli il sten. Tocci è stimato dagli alpini marchigiani che gli hanno intitolato la Sezione.

    »»

    Un libro sui Caduti valsesiani della Grande Guerra: presentazione a Varallo il 27 ottobre

    Il 27 ottobre alle ore 11, presso la Sala conferenze della Biblioteca Civica di Varallo (Palazzo Racchetti, via Umberto I, 69), verrà presentato il libro di Aldo Lanfranchini “Ricordiamoli così…”, dedicato ai Caduti valsesiani della Grande Guerra.

    »»
  • Pagine (2)

    I “veci” del 32° Acs a Lastebasse, dopo 45 anni

    Una pagina da libro cuore, ma scritta con la penna d’alpino. Avevano vissuto assieme per cinque mesi da ventenni l’esperienza del servizio militare poi le tracce si sono perse, complici prima le diverse destinazioni e poi le priorità nella vita civile. Un vuoto durato ben quarantacinque anni, colmato però da un piccolo miracolo che ha permesso un rendez vous che sembrava solo un sogno. E’ la storia toccante che racconta l’incontro, dopo quasi dieci lustri, dei vicentini protagonisti nel 1971 del 32° Corso Allievi Sottufficiali alla Scuola Militare Alpina di Aosta.

    »»
  • Articoli Alpino (20)

    VALLECAMONICA - Una montagna di cultura

    Da nove anni l’estate di Ponte di Legno è vivacizzata da una rassegna promossa e curata da “Pontedilegno Mirella Cultura” che per un mese prevede attività concerti e incontri ad elevato tenore con uomini di cultura e di chiesa.

    »»

    L’alpino sedafricano

    Nella sua casa in provincia di Pordenone, dov’è nato il 9 marzo del 1967, Vittorio Dalla Cia aveva imparato da bambino a convivere con i sentimenti alpini. “Colpa” del papà, Sergio, e del suo cappello con la penna, con il quale Vittorio inizia a giocare, calzandolo in testa come un trofeo. Soprattutto sono i canti dei cori alpini a colpire i sentimenti e la fantasia del bambino. In primis il Testamento del Capitano. In quei canti c’è lo spettro di tutti i sentimenti umani: la gioia, il dolore, la pace, la guerra, l’amore, la Patria, le montagne…

    »»

    VALSESIANA - In ricordo del gen. Ragni

    Si è tenuto a Romagnano Sesia (Novara), organizzato dal locale gruppo alpini in concomitanza con il 50º anniversario di fondazione, il convegno “Grande Guerra: storie nazionali e storie locali intorno alla figura del generale Ottavio Ragni”. Il romagnanese generale Ragni fu un ufficiale che nel Regio Esercito esercitò diversi comandi nell’ambito delle Truppe Alpine, fu governatore della Tripolitania ed infine fu membro della commissione d’inchiesta sui fatti di Caporetto.

    »»

    SALUZZO - Novanta splendidi anni

    Il Gruppo di Racconigi ha ricordato il suo 90º anniversario di fondazione: nel 1928, tre reduci racconigesi nei loro incontri serali, probabilmente a “l’ostu ‘d Mareng”, decisero di creare il Gruppo di Racconigi, erano il capitano, poi maggiore, Luigi Camisassa e gli alpini Luigi Mo e Giacomo Mosca. Il nuovo Gruppo aderì alla Sottosezione di Saluzzo “Monviso” allora affiliata alla Sezione di Cuneo.

    »»

    MONZA - Rodolfo torna a baita

    È tornato a baita Rodolfo Beretta, 5º Alpini, btg. Val d’Intelvi, 244ª compagnia, nato a Besana Brianza il 13 maggio 1886 e morto l’8 novembre 1916 “perché travolto da valanga di neve mentre era comandato al trasporto dei viveri dal Passo Lares al Passo di Cavento (Adamello)”.

    »»

    Australia tricolore

    Gli alpini dell’Australia si sono ritrovati numerosi a Melbourne il 17 e 18 novembre scorso, per il loro raduno biennale, giunto ormai alla 31ª edizione. La manifestazione è stata ospitata nella bella e accogliente sede del Casa d’Abruzzo Club e ben organizzata dai Gruppi di Epping e di Melbourne, guidati rispettivamente da Giovanni Traglia e da Riccardo Meneguzzi, insieme al Presidente sezionale Aldo Zanatta.

    »»

    AOSTA - Una giornata speciale

    Come ogni anno il Gruppo di Saint-Pierre ha donato un libro ai ragazzi delle quarte e quinte elementari del paese. La scelta per questa edizione è ricaduta sul volume a fumetti “Da Caporetto alla Vittoria” di Riccio, Piccatto e Massaglia; dopo la lettura, compito dei ragazzi era di realizzare un disegno ispirato al volume. I migliori dodici elaborati comporranno il calendario degli alpini 2019. Durante la giornata di incontro i ragazzi hanno visitato, nella nuova sede del Gruppo, il museo dedicato agli alpini di Saint-Pierre che ricorda, attraverso oggetti e fotografie, i due conflitti mondiali. Si è trattato di un’anteprima in attesa della conclusione dell’allestimento. Contenti per la bellissima festa i ragazzi, le maestre e ancora di più gli alpini.

    Alessandro Carlin

    »»

    LECCO - Il Cristo degli Alpini

    Sono tanti gli appuntamenti nel calendario delle feste alpine, ma solo alcuni restano nel cuore più di altri per le emozioni che sanno suscitare e la particolare storia a cui sono legati. La cerimonia al Cristo degli alpini sullo Zucco Campelli è di certo una di queste. Fin dalla fondazione, decisa il 1º settembre 1963 al Rifugio Cazzaniga (ora Cazzaniga-Merlini) tappa obbligata ancor oggi per chi da Artavaggio sale allo Zucco, era nata fra gli alpini di Cremeno l’idea di legare il destino del Gruppo a quella montagna che domina l’altopiano della Valsassina, nota fin dall’inizio del secolo ai primi skiatori che proprio su quelle pendici avevano iniziato a cimentarsi.

    »»

    UDINE - L’8º ha un nuovo rifugio

    L’ex casermetta Monte Zermula è una costruzione militare, eretta nei primi anni ’30, che richiama da un punto di vista architettonico, un castello: corpo centrale e torri a forma pentagonale agli angoli. È stata sede della Guardia di Finanza fino al 1948, poi dal 1949 al 1969 è stata utilizzata solo nei periodi estivi e completamente abbandonata nel 1985.

    »»

    PADOVA - Fra la gente, per la gente

    Il desiderio è divenuto realtà: l’intitolazione del “Piazzale degli Alpini” e l’inaugurazione di un monumento agli alpini nel Comune di Ponte San Nicolò, grazie alla condivisione del sindaco Enrico Rinuncini, all’impegno profuso con grande passione dagli alpini del Gruppo e al supporto di molti sostenitori. Perché tanto onore agli alpini? Per ricordarli nel centenario della Grande Guerra con un segno tangibile quanto essi siano testimoni oggi dei valori della solidarietà. A dimostrazione di questo spirito anche le parole incise sulla targa affissa al monumento: “Alpini… fra la gente, per la gente…”.

    »»

    IVREA - Per il Val d’Orco e il Monte Levanna

    Due eventi a distanza di un mese per celebrare due Battaglioni alpini che hanno preso il nome da una vallata (Val d’Orco) e da una montagna (Monte Levanna), situati nella zona nell’Alto Canavese e in gran parte comprese nel Parco nazionale del Gran Paradiso.

    »»

    GEMONA - A Tolmezzo… o là o rompi!

    Si è svolto a Venzone (Udine) il 1º raduno del btg. Tolmezzo per celebrare i 110 anni della sua fondazione. La Sezione di Gemona, insieme all’8º Alpini e al Comune di Venzone, ha coordinato le fasi preparatorie per questo storico evento che ha richiamato migliaia di alpini che hanno svolto il servizio militare nel Tolmezzo, in uno dei borghi più belli d’Italia.

    »»

    Lunga vita alla Vecia

    A fine ottobre ha avuto luogo a Londra una serie di eventi per celebrare il 90º di fondazione della Sezione Gran Bretagna, la più “vecia”, la prima ad essere nata all’estero, nel 1928. La due giorni è stata aperta il 19 ottobre all’Istituto Italiano di Cultura in Belgrave Square. Coordinato dal generale Giovanni Gagliano, addetto per la Difesa presso l’Ambasciata d’Italia a Londra, si è trattato di un’interessante presentazione in inglese dal titolo “Italy and Great Britain together in the First World War” (ossia “Italia e Gran Bretagna insieme nella Prima Guerra Mondiale”).

    »»

    MASSA CARRARA - ALPI APUANE - Raduno in Lunigiana

    Si è tenuto a Fivizzano, antica città nobile della Lunigiana, il 20º raduno sezionale organizzato dalla Sezione Massa Carrara-Alpi Apuane, con il suo Presidente Gianni Romanelli e con il Capogruppo Paolo Brunetti. La manifestazione è iniziata il sabato a Carrara con la deposizione di una corona al monumento ai Caduti presso il cimitero monumentale di Marcognano, poi in serata, presso la chiesa prepositurale di Fivizzano, la rassegna corale con il coro Ana Monte Sillara di Bagnone, diretto dal Maestro Ivano Poli e il coro Lunigiana diretto dal Maestro alpino Primo Ceccarelli.

    »»

    TREVISO - L’Adunata del ricordo

    Le celebrazioni dell’Adunata sezionale trevigiana, che sono coincise con la commemorazione al Sacrario dove riposano le spoglie di 10.541 soldati, sono iniziate il sabato con l’inaugurazione della mostra itinerante “100 anni - 100 foto”, che attraverso un paziente lavoro dei curatori presso gli archivi di Vienna ha racconto cento scatti colti da fotografi “nemici” nelle terre italiane occupate in Veneto e Friuli.

    »»

    PADOVA - La cultura alpina

    Il progetto scuole 2017-2018 ha coinvolto oltre 4mila alunni di 183 classi, nei 138 incontri tenuti presso 59 scuole, primarie e medie delle province di Padova e Rovigo. Venticinque gli accompagnamenti di 61 classi e 1.365 alunni a sacrari, musei, trincee e luoghi della memoria: Caporetto, San Martino e San Michele del Carso sui luoghi di Ungaretti, il Monte Cengio, il Grappa e il Piave, il Museo del Tricolore di Reggio Emilia le mete più significative, precedute da incontri preparatori in classe.

    »»

    VALTELLINESE - Allo Scerscen

    Dopo la commemorazione del centenario dello scorso anno al “cimiterino”, quest’anno come da tradizione ci siamo ritrovati al monumento degli alpini eretto alla Bocchetta delle Forbici, da dove si staccò la valanga che travolse il drappello degli skiatori. Questo appuntamento è sempre emozionante. È bello vedere che anno dopo anno, grazie alle ricerche storiche che hanno ridato una vita ai ragazzi coinvolti in questa tragica vicenda (24 Caduti dello Scerscen, 1-2 aprile 1917), la partecipazione è sempre maggiore e sempre più sentita.

    »»

    GERMANIA - Il monumento di Augsburg

    Il 12 ottobre 1962 nella Theodor-Heuss- Platz di Augsburg fu inaugurato il monumento degli alpini, progettato e costruito dallo scultore Vittorio Piotti, capitano degli alpini. In seguito alla ristrutturazione della piazza nel 2015, il monumento fu ricollocato, sempre all’interno della piazza stessa. All’epoca, il sindaco in carica, Theo Gandenheimer, si era opposto con decisione alle pressioni di alcune forze politiche volte a rimuovere il monumento, facendo sì che esso rimanesse nella piazza principale di Augsburg.

    »»

    CANADA - Borse di studio

    In occasione della festa del Gruppo di Laval della Sezione di Montréal, è stata consegnata la borsa di studio Franco Bertagnolli alla studentessa di medicina Kristina Santilli nipote del vice Capogruppo Lamberto Cacchione. Congratulazioni da parte di tutti gli alpini. Nella foto da sinistra: Bruno Bertoldi Presidente della sezione di Montreal, Italo Sagnuolo Capogruppo di Laval, la studentessa Kristina Santilli e il nonno Lamberto Cacchione.

    Gino Vatri

    »»

    AUSTRALIA - Auguri Oreste!

    Oreste Salvestro, classe 1923, è l’alpino più anziano di Australia ed è uno dei soci fondatori della Sezione di Griffith, nel 1975. Nato a Cavaso Del Tomba (Vicenza) si è trasferito con la moglie Maria Ballestin nel lontano 1949. Ha fatto la naja a Belluno prima di essere mandato con il suo Battaglione al confine con la Slovenia. Dopo l’8 Settembre tornò a casa a piedi e decise di aiutare le truppe partigiane nella lotta contro l’invasore.

    »»



RICERCA

Titolo
Testo
Autore
Argomento
Anno
Mese
 

2002/2019 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits