Sezioni e Gruppi
Ricerca contenuti più recenti della categoria Sezioni e Gruppi:

  • News (20)

    Gli alpini in cattedra per il Centenario della Grande Guerra: coinvolti 15 mila studenti in Veneto

    Alpini nelle scuole, come maestri e testimoni della storia e dei valori sui quali si fonda l’Italia. Questo il senso del progetto “Ricordami…nelle trincee verso Trento e Trieste nasce l’Italia”, elaborato dall’Ana e dalla Regione Veneto, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e la Direzione scuola, che coinvolge le scuole dell’obbligo e secondarie delle sette province venete negli anni scolastici 2016-17 e 2017-18, in contemporanea alla conclusione del centenario della Grande Guerra. Un progetto biennale, finanziato con 50 mila euro l’anno dalla Regione Veneto, che rappresenta l’ultima tappa di un percorso educativo e didattico intrapreso dalle penne nere del Veneto nel 2011, con le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, e che ha già coinvolto in quattro anni 120 scuole di ogni ordine e grado e 15 mila alunni.

    »»

    Festa del gruppo di Lugagnano

    Il prossimo 12 marzo il gruppo alpini di Lugagnano Val d’Arda organizza la festa di gruppo con il seguente programma: ore 10 ritrovo presso la sede degli alpini per i saluti; ore 11 Messa all’Eremo di Montezago; ore 12,15 deposizione corona di alloro al Monumento ai Caduti; ore 12,30 pranzo sociale presso il ristorante “Collina delle Fate” (per adesione contattare Luigi Faimali 3402272246, Biagio Biasini 3357890936, Leonardo Bonacorsi 0523891559, Stefano Follini 3478179667).

    »»

    Celebrazioni a Novara per il centenario della morte del gen. Ricotti Magnani

    Dal 25 marzo al 2 aprile prossimo la Sezione di Novara ricorderà il generale Cesare Francesco Ricotti Magnani, nel centenario della morte. Le celebrazioni sono in programma a Novara e a Borgolavezzaro, suo paese natale.

    »»

    A settembre in Romania il 2° raduno degli alpini in Europa

    Dal 21 al 24 settembre Petroșani (Romania) ospiterà il 2° raduno degli alpini in Europa, nel 3º anniversario della costituzione dei gruppi alpini “Valenii de Munte” e “Jiul-Piave di Petroşani” e nel 9º anniversario dell’inaugurazione della “Casa Pollicino”, un centro per bambini disabili e con grave disagio sociosanitario.

    »»

    Nuove date per Isola del Gran Sasso

    Perdurando le note condizioni ambientali, il Consiglio della Sezione Abruzzi ha deliberato di rinviare al prossimo anno la manifestazione solenne in memoria dei Caduti di Selenyj Yar, prevista il 18 e 19 marzo a Isola del Gran Sasso. Al contempo è stato deciso che quest'anno la manifestazione avrà luogo in forma non solenne il prossimo 25 e 26 marzo.

    »»

    Biella: assemblea sezionale e consegna premi de “Il Milite... non più Ignoto”

    Domenica 19 febbraio, nel salone convegni di via F. Nazionale 5, si terrà l’assemblea dei delegati dei 73 Gruppi della sezione di Biella.
    L’ordine del giorno prevede in particolare la relazione morale del Presidente e quella finanziaria del tesoriere, le relazioni dei coordinatori delle commissioni sezionali e dei revisori dei conti, l’elezione di nuovi consiglieri e di altre cariche.

    »»

    “Leggevamo ad Albate”, 5ª edizione

    Lettura e ascolto sono i due elementi attorno al quale ruota “Leggevamo da Albate”: ci si porta un libro da leggere e si ascoltano gli altri. La 5ª edizione è programmata in cinque appuntamenti che inizieranno il 17 febbraio, ore 21, presso la sede del gruppo alpini (via S. Antonino, 35 ad Albate) e si concluderanno a fine maggio.

    »»

    In ricordo del gen. Antonelli

    Nel secondo anniversario della scomparsa il 3 e 4 marzo prossimo gli alpini ricordano il generale Giancarlo Antonelli con una cerimonia ad Ornavasso e a Migiandone (Verbania).

    »»

    Presentazione della biografia ufficiale di Rigoni Stern a Brugnato

    Sabato 11 febbraio, alle ore 15, presso il Centro Congressi “Carlo Vitale” di Brugnato, Giuseppe Mendicino presenta il suo libro "Mario Rigoni Stern – Vita, guerre, libri", dedicato alla biografia ufficiale di Mario Rigoni Stern, tra i massimi scrittori del Novecento italiano.

    »»

    Slalom gigante a Champorcher

    Il prossimo 12 marzo la Sezione ANA di Vercelli organizza una gara di slalom gigante sulle nevi di Champorcher (Val d’Aosta), valida per il 9° trofeo sezionale e per il 25° trofeo “Gruppo alpini Porta Torino”. La quota d’iscrizione è di 8 euro per concorrente.

    »»

    Candidature per il premio “Alpino dell’anno”

    Domenica 11 giugno ad Alassio (Savona) verrà consegnato il premio “Alpino dell’Anno”. La Sezione di Savona intende premiare un alpino in congedo e uno in armi che, nel corso del 2016 o negli anni precedenti, si siano distinti per un’azione morale, eroica o di umana solidarietà degna di menzione. 

    »»

    Colico ricorda il 74° di Nikolajewka

    Domenica 5 febbraio gli alpini di Colico ricorderanno il 74° della battaglia di Nikolajewka. Alle ore 9 ammassamento in piazza Roma a Colico e alzabandiera in piazza 5° Alpini; la Messa in suffragio ai Caduti (ore 10,30) sarà celebrata dal cardinale Francesco Coccopalmerio e accompagnata dal coro “Musica Viva”.

    »»

    Cuneo: presentazione del libro "Un orologiaio sul Don"

    Giovedì 2 febbraio, alle ore 17,30 nel Salone d'Onore del Comune di Cuneo (via Roma 28), il Comitato Memoriale Divisione Alpina Cuneense delle Sezioni ANA di Ceva, Cuneo, Mondovì e Saluzzo, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Cuneo presenterà il libro "Un orologiaio sul Don - Storia d'amore e di guerra di un alpino", di Decimo Lucio Todde e Gianfranco Zurlo.

    »»

    74° di Nikolajewka a Biella

    Sabato 28 gennaio, alle ore 18, presso la chiesa di San Giacomo al Piazzo, il gruppo ANA Biella Piazzo organizza l’annuale ricordo della battaglia di Nikolajewka, l'ultima battaglia della ritirata di Russia che iniziò all'una di notte del 26 gennaio 1943.

    »»

    Nuova biblioteca per gli alpini valsesiani

    Venerdì 27 gennaio, alle ore 20,30, nella sede della Sezione Valsesiana (in via Baraggia a Roccapietra di Varallo) verrà inaugurata la nuova biblioteca sezionale intitolata alla Medaglia d’Argento al V.M. Mario Tancredi Rossi, nato a Fobello Sesia (Vercelli), caduto sul Monte Ortigara il 16 giugno 1917.

    »»

    “La marcia dell’ultima notte” in ricordo del sacrificio dell’Armir

    Il prossimo 11 febbraio il gruppo di Castiglione D’Adda organizza la seconda edizione de “La marcia dell’ultima notte”, in ricordo del sacrificio dell’Armir durante la ritirata di Russia e del Beato don Carlo Gnocchi, cappellano della Divisione Tridentina.

    »»

    Aspettando l’Adunata: oltre 600 alpini al Bosco delle Penne Mozze

    #alpiniadunata2017

    Oltre 600 alpini hanno partecipato alla cerimonia natalizia nel Bosco delle Penne Mozze, a Cison di Valmarino. Un appuntamento tradizionale, giunto alla 21a edizione, che quest’anno ha assunto un tono più solenne, in quanto preparatorio alla grande Adunata del Piave, in programma a Treviso dal 12 al 14 maggio 2017. L’evento infatti è stato patrocinato dal Comitato Organizzatore dell’Adunata e organizzato dalle quattro Sezioni ANA di Vittorio Veneto (in primis poiché il bosco rientra nel territorio di competenza), Conegliano, Valdobbiadene, Treviso. Accanto al presidente nazionale Sebastiano Favero erano presenti tutti e quattro i presidenti sezionali: Francesco Introvigne, Giuseppe Benedetti, Valentino Baron, Raffaele Panno insieme al presidente del Comitato del Bosco Claudio Trampetti. 

    »»

    Biella: concerto degli auguri al teatro Villani

    L'anno associativo della Sezione di Biella inizia, come da tradizione, con il grande concerto degli auguri al Teatro sociale Villani (Piazza Martiri della Libertà 2), lunedì 9 gennaio alle ore 21.

    »»

    Grigioverde dal telaio alla trincea: le fabbriche biellesi nella Grande Guerra

    Gli autori Danilo Craveia e Marcello Vaudano, presentano “Grigioverde dal telaio alla trincea”, dedicato al contributo allo sforzo bellico nazionale del territorio biellese che ha offerto migliaia di uomini e di vite ma ha anche prodotto gran parte del tessuto con cui furono confezionati l’abbigliamento e l’equipaggiamento dell’esercito.

    »»

    Casale Monferrato: consegna dei distintivi d'oro 2016

    Sabato 3 dicembre la Sezione di Casale Monferrato conferirà i distintivi d’oro 2016 ad alpini che si sono particolarmente distinti nei vari settori delle attività sociali e professionali.

    »»
  • Pagine (2)

    I “veci” del 32° Acs a Lastebasse, dopo 45 anni

    Una pagina da libro cuore, ma scritta con la penna d’alpino. Avevano vissuto assieme per cinque mesi da ventenni l’esperienza del servizio militare poi le tracce si sono perse, complici prima le diverse destinazioni e poi le priorità nella vita civile. Un vuoto durato ben quarantacinque anni, colmato però da un piccolo miracolo che ha permesso un rendez vous che sembrava solo un sogno. E’ la storia toccante che racconta l’incontro, dopo quasi dieci lustri, dei vicentini protagonisti nel 1971 del 32° Corso Allievi Sottufficiali alla Scuola Militare Alpina di Aosta.

    »»
  • Articoli Alpino (20)

    GRUPPO SLOVACCHIA - Nuovo Gruppo, belle iniziative

    Il Gruppo autonomo della Slovacchia, costituito lo scorso anno, ha organizzato una sorta di presentazione degli alpini nella bella piazza di Poprad, nell’ambito dell’evento “Viva Italia”, organizzato dalla Pro Loco cittadina, gestita da un italiano da lungo residente in Slovacchia e socio del Gruppo. 

    »»

    BELLUNO - Alpini di Tambre, braccia e cuore

    La cerimonia per l’80º anniversario di fondazione è stata un’enorme soddisfazione per il Gruppo e in particolare per il nuovo Capogruppo Enzo Bortoluzzi - in carica da solo un mese - grazie anche alla partecipazione del Presidente nazionale Sebastiano Favero e del vescovo emerito Giuseppe Andrich della diocesi di Belluno-Feltre. Accanto a loro il Consigliere nazionale Michele Dal Paos, il Presidente sezionale Angelo Dal Borgo con il vessillo sezionale e alcuni consiglieri, il sindaco di Tambre Oscar Facchin e il comandante dei carabinieri stazione dell’Alpago.

    »»

    BRASILE - Il Tricolore italiano a Belo Horizonte

    Durante la parata sulla Avenida Afonso Pena di Belo Horizonte in occasione della festa dell’Indipendenza del Brasile, oltre alle Forze Armate brasiliane ha sfilato anche il tricolore italiano, grazie alla presenza di alcuni rappresentanti (giunti da tutto il Paese) della Sezione Brasile.

    »»

    CREMONA-MANTOVA - Per Battisti, da Mantova a Trento

    Con un pellegrinaggio a Trento, nel centenario del martirio di Cesare Battisti, il Gruppo di Mantova ha voluto rendere omaggio all’indimenticabile figura dell’eroe trentino, impiccato dagli austriaci il 12 luglio 1916 nel Castello del Buonconsiglio, per mano del boia viennese Lang. L’iniziativa ci ha portato prima a visitare il Museo nazionale storico delle Truppe Alpine al Doss Trento.

    »»

    GRUPPO SLOVACCHIA - Il 4 Novembre in Slovacchia

    Nella giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate italiane, si è svolto il ricevimento presso la Residenza dell’ambasciatore italiano in Slovacchia Roberto Martini, alla presenza di diverse autorità militari italiane e straniere. L’ambasciatore ha ricordato nel suo intervento, in italiano e in slovacco, le vittime del terremoto nel Centro Italia. 

    »»

    SICILIA - In memoria del generale Sapienza

    A Sant’Agata Li Battiati, Comune limitrofo alla città di Catania, è stata intitolata una importante piazza del centro, all’alpino generale di Brigata Luigi Sapienza, eroe della Grande Guerra. Nella sala consiliare del municipio, alla presenza del prefetto di Catania Maria Guia Federico, del sindaco Carmelo Galati, delle autorità civili e militari e delle Associazioni d’Arma è stata ricordata la figura del Generale quale soldato e uomo libero che, pur obbedendo agli ordini dei superiori, considerava i suoi alpini non come soldati da mandare allo sbaraglio, ma come uomini da proteggere dal fuoco nemico. 

    »»

    ABRUZZI - Una clessidra, monito di pace

    In occasione della 24ª Edizione della “Fiaccolata del Ricordo”, il Gruppo di Pietransieri, ha voluto realizzare un’opera nel giardino del Sacrario che ospita le vittime dell’eccidio nazista del 1943 (128 i Caduti, oltre 10 per scoppio di mine).

    »»

    VARESE - Alpini, bambini e maestre

    Sono ormai sette anni che il Gruppo di Porto Ceresio organizza un incontro con i bambini della prima elementare della locale scuola Benigno Bossi. Anche quest’anno gli alpini hanno consegnato agli alunni il Tricolore, hanno cantato insieme a loro l’Inno d’Italia e recitato la Preghiera dell’Alpino: tre simboli che, insieme al nostro spirito di Corpo, contribuiscono a tenerci uniti.

    »»

    FIRENZE - Grande entusiasmo per la nuova sede

    Il 2016 è stato un anno importante per la Sezione e il Gruppo di Firenze: nel 95º anno di fondazione, hanno avuto l’onore di inaugurare un ponte dedicato agli alpini nella propria città e dopo quasi 25 anni, hanno lasciato la caserma Cavalli, sede storica del reclutamento fiorentino, per la nuova sede nella caserma Morandi, sempre nel centro di Firenze. 

    »»

    HAMILTON - Una storia incredibile

    Mi chiamo Pasquale e vivo a Hamilton (Canada) dal 1961. Sono l’orgoglioso figlio di Antonio Di Perso, alpino classe 1913 di Brittoli (Pescara). Ricordo che mio padre mi raccontava sempre l’esperienza terribile della guerra, quando da Gorizia partì per l’Albania. Durante una notte di battaglia, il suo superiore morì tra le sue braccia.

    »»

    VENEZIA - Fiume d’Italia

    La festa annuale del gruppo alpini di Fiume è stata l’occasione per riunire attorno al monumento ai Martiri delle Foibe di Pisogne (Brescia) gli alpini del Gruppo Fiume, sparsi in tutta Italia, gli amici del Gruppo alpini di Pisogne, quelli dell’Associazione Fanti, i rappresentanti fiumani dei bersaglieri e degli artiglieri e il sindaco del paese. Il Gruppo Fiume, intitolato a Mario Angheben è piccolo, ma attivissimo e gode di discreta salute

    »»

    BRESCIA - Sulla vetta del Cimone

    Tonale, Ortigara, Cortina, Pocol, Falzarego, Redipuglia, Cargnacco, Monte Grappa, Montello, Isola dei Morti, Fagaré, Rovereto e Trento: alla lunga lista dei luoghi simbolo della Grande Guerra raggiunti dai giovani alpini bresciani percorrendo dal 2008 il sentiero della Memoria; lo scorso anno si sono aggiunti l’Ossario del Monte Cimone, il cimitero dei Crosati e il Sacrario del Pasubio. 

    »»

    BRESCIA - Sul Maniva per fare memoria

    L’operazione Maniva è nata per “fare memoria”, missione assunta dall’Ana a tutela del patrimonio storico del nostro Paese, a vantaggio soprattutto delle nuove generazioni. Si tratta del restauro dei manufatti della Grande Guerra nella zona dell’omonimo Passo, in Alta Valle Trompia. L’iniziativa è della Sezione di Brescia, in collaborazione con quella di Salò (sul territorio della quale si trovano alcuni dei siti interessati), a cui hanno aderito direttamente o come patrocinatori, il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Brescia, il Sistema dei Beni culturali e ambientali, la Comunità montana della Valle Trompia, l’Ateneo, la Provincia e la Prefettura di Brescia, il Comitato provinciale di coordinamento per il Centenario della Grande Guerra e i Comuni di Collio, Bovegno e Bagolino.

    »»

    BRESCIA - Sul sentiero dei Padri

    Le valli e le vette che fanno da corona al Monte Grappa e che quasi cent’anni fa videro i soldati italiani fermare l’avanzata austro-ungarica dopo la rotta di Caporetto, sono state lo scenario dell’annuale operazione di recupero delle testimonianze della Grande Guerra, organizzata dai bocia della Sezione di Brescia. Una quarantina di alpini con mezzi, tende e attrezzature, ha raggiunto Casara Andreon, già comando del 38º Gruppo obici pesanti campali durante la Grande Guerra e ora campo base per i volontari impegnati nel ripristino delle innumerevoli postazioni belliche presenti nell’area. 

    »»

    BIELLA - Nuovo monumento a Occhieppo

    Le penne nere di Occhieppo Superiore hanno inaugurato il nuovo monumento agli alpini, nell’omonima piazza. Già nel 2001, in occasione del 70º anniversario di fondazione del Gruppo, era stato posato un cippo; a 15 anni di distanza si è voluto dare una nuova collocazione e un maggior risalto a un’opera che onora e ricorda “gli alpini di sempre”, come recita la targa posta sopra al granito. 

    »»

    ABRUZZI - Il Capitano degli alpini abruzzesi

    Gli alpini del Gruppo “Michele Jacobucci” de L’Aquila, il primo costituitosi in terra d’Abruzzo, si sono ritrovati intorno al monumento dedicato alla memoria del capitano Jacobucci, nel 50º dalla sua scomparsa.

    »»

    SALUZZO - Novant’anni di alpinità

    Due giornate limpide e soleggiate per il 90º anniversario della costituzione del Gruppo di Barge e il 40º della posa del monumento all’Alpino “che non è tornato”. Una cerimonia semplice che ha avuto inizio con l’alzabandiera e l’Inno nazionale, cantato da tutti. Numerosi i gagliardetti protagonisti della sfilata che ha percorso le vie centrali di Barge, fino al monumento per l’onore ai Caduti sulle note del Piave e del Silenzio. Ultimo atto, la consegna del piastrino ai parenti dell’alpino Giuseppe Perotti di Barge, caduto nella Campagna di Russia. 

    »»

    NOVARA - Gioia e orgoglio per la nuova baita

    Dopo settimane di intenso lavoro è finalmente arrivato il gran giorno dell’inaugurazione della nuova baita. Abbiamo avuto il piacere di salutare, uno dopo l’altro, tutti gli ospiti intervenuti tra i quali, oltre alle vicine Sezioni di Biella, Acqui Terme e Casale Monferrato, anche quelle dell’Australia e del Sud Africa, i Gruppi della nostra Sezione e quello gemello di Paspardo, la Protezione Civile della Sezione di Novara, il Gruppo cinofilo di Soccorso Laika e i ragazzi che hanno partecipato al campo scuola “Anch’io sono la Protezione Civile”. Tutti gli alpini, gli amici e i loro familiari. 

    »»

    TORINO - Longarone e Nichelino, amicizia alpina

    In occasione dell’inaugurazione della nuova sede del Gruppo di Longarone si è formalizzato il gemellaggio con il gruppo alpini di Nichelino, Sezione di Torino (nella foto). Un percorso di crescita dei comuni valori alpini e il ricordo della terribile tragedia del 1963, sono alla base dei rapporti di amicizia, solidarietà e fratellanza tra le due realtà; inoltre la sede di un gruppo alpini rappresenta un’oasi di serenità e amicizia per l’intera comunità. La Messa e la deposizione di una corona al monumento ai Caduti, alla presenza dei gagliardetti di tutta la zona, le note dell’Inno di Mameli, del Piave e del Silenzio hanno reso emozionante la cerimonia. Il taglio del nastro per inaugurare la nuova sede, alla presenza delle autorità locali, ha dato il via alla festa alpina che è proseguita fino a sera. Una giornata carica di emozioni, ricordi e buoni propositi. 

    »»

    VERONA - Per il papà dei mutilatini

    Davanti alla baita degli alpini di Borgo Nuovo (Verona) è stata inaugurata l’opera dedicata al Beato don Carlo, per volontà degli alpini locali, guidati dal Capogruppo Adriano Residori, con il contributo del consorzio Zai. Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco di Verona Flavio Tosi, l’assessore comunale Antonio Lella, il Consigliere sezionale Flavio Melotti e una rappresentanza del 4º Alpini paracadutisti. Il parroco Giorgio Fainelli ha benedetto l’opera: un medaglione in bronzo su una stele di marmo. Luigi Gelmini, allievo di don Gnocchi, presente alla cerimonia, ha ricordato che don Carlo, nelle visita a Roma, gli domandava sempre: «Caro Luigi cosa posso fare io per te?». Il Santo degli alpini, con la sua tenerezza, dava speranza ai ragazzi meno fortunati alleviando le loro sofferenze. 

    »»



RICERCA

Titolo
Testo
Autore
Argomento
Anno
Mese
 

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits