Dalle Truppe Alpine
Ricerca contenuti più recenti della categoria Dalle Truppe Alpine:

  • News (20)

    La Julia celebra il 221° anniversario del Tricolore

    Lo scorso 10 gennaio gli ufficiali, i sottufficiali ed i graduati del Comando Brigata Alpina “Julia” si sono schierati in Piazza Libertà e, agli ordini del comandante di Brigata, il generale Paolo Fabbri, hanno cantato l’Inno di Mameli, eseguito dalla Fanfara della “Julia”, e issato la Bandiera Italiana sulla specola del Castello di Udine, per le celebrazioni del 221° anniversario della nascita del Tricolore.

    »»

    La Task Force Praesidium conclude il ciclo di addestramento delle Forze di Sicurezza irachene

    La Task Force Praesidium ha concluso il primo ciclo di addestramento a favore della Polizia irachena e dell’Unità del Counter Terrorism, impiegate dal Governo di Baghdad presso la Diga di Mosul. Due diverse tipologie di percorsi “training” sviluppate in funzione delle differenti capacità e nel rispetto degli standard impiegati dalla Coalizione, che hanno permesso di incrementare il coordinamento tra le differenti Unità impiegate a difesa della Diga.

    »»

    Collaborazione tra la Sezione di Varese e Taurinense per l'ospedale di Herat

    Si è svolta nei giorni scorsi a Camp Arena, sede del Train, Advise and Assist Command West su base Brigata alpina Taurinense, la donazione di importanti attrezzature mediche all’Ospedale Regionale e all’Ospedale Pediatrico di Herat.
    Le apparecchiature sanitarie consegnate all’Ospedale Regionale costituiranno un laboratorio molecolare in grado di effettuare la reazione a catena della polimerasi  comunemente nota con la sigla PCR. Il progetto, finanziato dalla Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) della Difesa italiana, consentirà al nosocomio pubblico di Herat di effettuare rapidamente diagnosi su patologie pericolose e molto diffuse in Afghanistan e si concluderà con un corso di formazione svolto dal contingente italiano per abilitare i medici e paramedici afghani all’uso della tecnica di PCR.

    »»

    Al generale Panizzi l'onorificenza di Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana

    “Per l’encomiabile senso del dovere, la professionalità e la responsabilità con le quali svolge le proprie delicate funzioni e per l’impegno dimostrato in molteplici operazioni internazionali di pace”. Questa la motivazione letta dal Commissario Governativo della Provincia di Bolzano Vito Cusumano, nel consegnare al generale di Divisione Massimo Panizzi, vice comandante delle Truppe Alpine per il Territorio, l'alta onorificenza.

    »»

    I bimbi afghani a scuola per imparare a difendersi dagli ordigni inesplosi

    Si è conclusa a Camp Arena la campagna informativa rivolta ai bambini della regione di Herat, dedicata ai rischi connessi con il ritrovamento di ordigni inesplosi (UXO – Unexploded Ordinance) ed improvvisati (Improvised Explosive Device - IED) condotta nei mesi scorsi nelle scuole dell’ovest.
    L’iniziativa ha visto militari e poliziotti afgani delle Afghan National Defence Security Forces (ANDSF), supportati dagli specialisti militari italiani della cellula Counter-Improvised Explosive Device (C-IED), spiegare ai più piccoli come riconoscere, evitare e segnalare questi ordigni alle forze di sicurezza, in modo da scongiurare incidenti. I militari delle ANDSF sono stati istruiti e addestrati dagli advisor italiani del Train, Advise, Assist Command West (TAAC W).

    »»

    Gli alpini donano libri e computer al Dipartimento della Cultura di Herat

    Gli alpini che stanno operando in Afghanistan hanno donato libri, computer e attrezzature al Dipartimento della Cultura e Informazione della Città di Herat. La donazione, che si inserisce nell’ambito dell’Executive Plan 2017 (Area “Amministrazione Civile” – Settore “Sport e Cultura”), consentirà al personale del Dipartimento di poter operare in maniera più efficace, dando la possibilità’ alla popolazione di poter fruire di centinaia di volumi incentrati sulla cultura, la storia e le tradizioni dell’Afghanistan.

    »»

    La Task Force Praesidium costituisce il primo team joint per la stabilizzazione

    ​Si è conclusa la prima settimana di attività del Mosul Dam Civil Affair Team, il gruppo cui partecipano la Task Force Praesidium e le Forze di Sicurezza Irachene presenti nell’area della Diga. Il Team nasce dalla volontà di implementare le attività legate alla stabilizzazione dell’area attraverso il supporto diretto alla popolazione ed è costituito dai rappresentati del Counter-Terrorism Service e del National Security Service, supportati da personale della Praesidium.

    »»

    Un simposio per sostenere le donne afghane nel mondo del lavoro

    Si è svolto presso Camp Arena, sede del Comando del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), il Simposio sul tema delle “pari opportunità in Afghanistan - le norme del domestic law e  del diritto internazionale che lo disciplinano”, per approfondire e dibattere argomenti relativi al quadro normativo vigente e individuare  le possibili azioni necessarie per migliorare e facilitare l’ingresso delle donne nel mondo del lavoro e delle istituzioni afghane.

    »»

    Esteso il controllo nel distretto di Shindand, grazie alla consulenza italiana

    Con l’ultimo “fly to advise” a Shindand presso la sede del posto comando delle forze di sicurezza afghane schierate contro le cellule terroristiche della Zeer-kho Valley, gli advisor italiani del Train, Advise and Assist Command West (TAAC W) concludono la terza fase dell’expeditionary advisory package. Circa  100 advisor italiani della Brigata Alpina Taurinense, hanno portato a termine la terza fase di consulenza e assistenza avanzata ai comandi delle forze di sicurezza afghane (ANDSF) impegnati contemporaneamente nella provincia di Farah e a Shindand nell’ambito della “Khalid” – la campagna messa a punto dal governo di Kabul per estendere e garantire la sicurezza nelle aree minacciate da formazioni terroristiche che osteggiavano la popolazione locale.

    »»

    Un “lungo filo rosso” che lega tra loro i fatti e la storia del nostro Paese attraverso il CalendEsercito 2018

    Si è tenuta lo scorso 15 novembre a Roma, nella Biblioteca Militare centrale di Palazzo Esercito, la presentazione del “CalendEsercito 2018”, quest'anno dedicato a 12 percorsi tematici della storia d’Italia e della Forza Armata. L’evento è iniziato con un video messaggio del Ministro della Difesa, Senatrice Roberta Pinotti, con cui è stato rivolto un indirizzo di saluto a tutti i presenti, tra cui il Sottosegretario di Stato alla Difesa On. Domenico Rossi, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano e il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico.

    »»

    Museo Nazionale Storico degli Alpini: firmata la convenzione tra Esercito e Associazione Nazionale Alpini

    Si è svolta, nel primo pomeriggio di oggi, la cerimonia ufficiale della firma della convenzione tra lo Stato Maggiore dell’Esercito e l’Associazione Nazionale Alpini (ANA) per la concessione in uso, la collaborazione nelle attività di custodia e la manutenzione del Museo Nazionale Storico degli Alpini di Trento. 
    All’evento erano presenti il Presidente della Provincia Autonoma di Trento Ugo Rossi, il Generale di Corpo d’Armata Federico Bonato, Comandante delle Truppe Alpine, il Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero, il direttore del Museo Nazionale Storico degli Alpini Generale di Brigata del Ruolo d’Onore Stefano Basset e il Presidente della Sezione ANA di Trento Maurizio Pinamonti. 

    »»

    Nasce il plotone dell’Esercito Afghano abilitato ai combattimenti in quota

    Si è concluso dopo tre settimane di addestramento il primo corso di tecniche di combattimento in quota dedicato ai kandak (battaglioni) ordinari del 207º Corpo d’Armata dell’Esercito Afghano, che ha permesso la formazione di un plotone organico e che continuerà con l’addestramento di unita similari.
    Il corso svolto presso Camp Arena, base italiana sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), è stato sviluppato dagli istruttori di alpinismo del 2° reggimento alpini di Cuneo nell’area di addestramento indoor inaugurata lo scorso ottobre.

    »»

    Presentazione del "CalendEsercito 2018" a Roma

    Il 15 novembre, alle ore 11, presso la Biblioteca Militare Centrale di Palazzo Esercito (in via Napoli 41/A, Roma), si terrà la presentazione del "CalendEsercito 2018". Quest’anno il tradizionale Calendario dell’Esercito, dal titolo “Il lungo filo rosso. Dall’Unità alla Vittoria”, mette a confronto nei dodici temi appositamente individuati, il periodo risorgimentale e quello della prima guerra mondiale. “Il lungo filo rosso” tra il risorgimento e la Grande Guerra è raccontato per evidenziare la forza, il coraggio e la determinazione degli italiani, un popolo che, anche nei momenti più tragici della propria storia, ha saputo risollevarsi e assurgere a nuova vita. 

    »»

    Militari italiani, ungheresi e sloveni alla "Clever ferret 2017"

    Lo scorso 10 novembre il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico, ha visitato gli oltre 1.000 militari italiani, ungheresi e sloveni che da fine ottobre, in Ungheria, presso il poligono di Varpalota, hanno preso parte all’esercitazione “Clever ferret 2017”. I soldati delle tre nazioni della “Multinational Land Force” della Brigata alpina Julia, hanno testato sul campo le loro capacità operative allo scopo di implementare la cooperazione tra eserciti alleati.

    »»

    Il generale Graziano eletto Presidente del Comitato Militare dell’Unione Europea

    Il Generale Claudio Graziano è stato eletto Presidente del Comitato Militare dell’Unione Europea (CEUMC) dai 27 Capi di Stato Maggiore della Difesa dei Paesi membri dell’Unione Europea, riunitisi a Bruxelles.
    “Sono onorato della nomina a Presidente dello European Union Military Committee e ringrazio tutti i Capi di Stato Maggiore della Difesa dei Paesi dell’Unione per la fiducia accordatami. Desidero esprimere la mia gratitudine al Governo, e in particolare al Ministro della Difesa, Senatrice Roberta Pinotti, per il pieno supporto alla mia candidatura", queste le prime dichiarazioni del gen. Graziano.

    »»

    Il contingente italiano forma i radiogiornalisti afghani

    Si è concluso oggi a Camp Arena, sede del contingente italiano, un corso di giornalismo a favore di militari e poliziotti impiegati nella Pubblica Informazione delle Afghan National Defense Security Forces (ANDSF), il primo dedicato alla gestione di trasmissioni radiofoniche.
    Con una breve cerimonia e con la consegna degli attestati di partecipazione da parte del Generale Antonio Bettelli, vice Capo di Stato Maggiore dei Supporti della missione Resolute Support - massima autorità militare italiana in Afghanistan - e del Comandante del Train, Advise and Assist Command West Generale Massimo Biagini si è dato formalmente il via ad una nuova capacità nell’ambito della pubblica informazione delle ANDSF.

    »»

    4 Novembre: l'Italia festeggia l'Unità e le Forze Armate

    Nell'ambito delle celebrazioni per il Giorno dell'Unita Nazionale e della Giornata delle Forze Armate, presiedute a Roma, dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico ha reso omaggio ai Caduti di tutte le guerre assistendo alla deposizione di una corona d’alloro sulla Tomba del "Milite Ignoto" all'Altare della Patria.
    Per l'occasione il Capo dello Stato, con il Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, ha insignito di Croce di "Cavaliere" dell'Ordine Militare d'Italia le bandiere del  6° reggimento Bersaglieri e del 7° reggimento Aviazione dell’Esercito “Vega” per l’ammirevole coraggio, dedizione e tenacia dimostrata dagli uomini e dalle donne dei due reparti dell’Esercito, che partecipando a numerose operazioni di supporto alla pace e soccorso umanitario sotto egida Nato e ONU, si sono sempre prodigati, mettendo a rischio anche la propria vita, per il raggiungimento degli obiettivi assegnati.

    »»

    Alpini e Schuetzen ricordano i Caduti di tutte le guerre

    Profondo rispetto e doverosa riconoscenza per coloro che hanno sacrificato la propria vita per la Patria sono valori da sempre condivisi da tutti i soldati. Con questo spirito anche quest’anno, nella prima domenica del mese dedicato ai defunti, alpini, Schützen ed una delegazione della Federazione Russa si sono ritrovati al cimitero militare di San Giacomo per rendere gli onori ai Caduti.

    »»

    La Task Force Praesidium incontra il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito iracheno

    ​Lo scorso 2 novembre il generale Othman al-Ghanimi, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Iracheno ha visitato la Diga di Mosul e si è recato presso gli uffici del Ministero delle Risorse Idriche, titolare dei lavori di messa in sicurezza dell’infrastruttura. In quella sede, alla presenza dei comandanti delle unità irachene e della coalizione - rappresentata dalla TF Praesidium - che operano nell’area, l’alto ufficiale iracheno è stato aggiornato sulla situazione operativa e di sicurezza. Dopo aver evidenziato l’importanza strategica del progetto, il generale al-Ghanimi ha rivolto parole di apprezzamento per quanto fatto dal contingente italiano per la sicurezza della diga e delle centinaia di lavoratori internazionali che vi operano.

    »»

    Aiuti per gli orfani di Herat

    Il contingente italiano del Train Advise Assist Command West (TAAC W) ha effettuato una cospicua donazione  in favore dell’orfanotrofio “Khaja Abdullah Ansari” di Herat, nell’ambito dei progetti di cooperazione civile e militare coordinati con il Dipartimento per le Politiche Sociali del governatorato di Herat.
    I materiali  richiesti dalla direzione dell’orfanotrofio e consegnati dagli alpini della Taurinense  sono una cucina completa di accessori per la preparazione del vitto agli orfani ospiti della struttura,  materiale per allestire due aree giochi per bambini, materiale informatico, abbigliamento scolastico e sportivo.

    »»
  • Pagine (2)

    Casta 2017 - Video e dirette streaming

    DIRETTE IN STREAMING

    Il programma delle dirette sarà il seguente:

    • Cerimonia di Apertura - lunedì 13 marzo dalle ore 15.00
    • Concerto Fanfare - martedì 14 marzo dalle ore 21.15

    • Fiaccolata - giovedì 16 marzo dalle ore 18.30

    • Atto tattico - venerdì 17 marzo dalle ore 10.45

    • Cerimonia di Chiusura - venerdì 17 marzo dalle ore 14.30
    »»

    Intervento Ana in Libano

    Dare un aiuto tangibile in Libano. È questo il senso della missione dell’Ana nella terra dei Cedri. Dal 16 al 31 marzo una squadra dodici volontari alpini, guidata dal Consigliere nazionale e Presidente della commissione Grandi opere Lorenzo Cordiglia, sarà impegnata nella riqualificazione del sito archeologico di Qana, nel Libano del sud, che ha un rilevante significato storico e religioso per la comunità cristiana maronita. 

    »»
  • Articoli Alpino (20)

    Il gen. Serra al Comfopnord

    Nuovo incarico per il generale C.A. (alpino) Paolo Serra che ha avvicendato alla guida del Comando Forze Operative Nord il gen. C.A. Bruno Stano. La cerimonia si è svolta nell’Aula Magna del Palazzo del “Bo”, sede dell’Università degli studi di Padova, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, gen. C.A. Danilo Errico che ha ringraziato il gen. Stano per l’impegno dimostrato nel portare a termine la costituzione del Comfopnord.

    »»

    Termina la missione della Taurinense in Afghanistan

    Lo scorso 14 dicembre, presso l’aeroporto di Herat, si è svolta la cerimonia di avvicendamento alla guida del Train Advise Assist Command West, il comando Nato multinazionale e interforze a guida italiana che opera nella regione Ovest dell’Afghanistan nell’ambito della Missione Resolute Support. La brigata alpina Taurinense, dopo sei mesi di addestramento, consulenza e assistenza a favore delle Afghan National Defence and Security Forces (ANDSF) dell’ovest, è stata avvicendata dalla brigata Sassari.

    »»

    Il col. Losavio nuovo comandante del Reggimento Logistico "Julia"

    Lo scorso 24 novembre, presso la Caserma “Cesare Battisti” di Merano, sede del Reggimento Logistico della Brigata Julia si è svolta la cerimonia di cambio del comandante: dopo quasi tre anni e mezzo il colonnello Roberto Cernuzzi ha passato le consegne al colonnello Michele Losavio.

    »»

    Il col. Mulciri alla guida del Comando Militare Esercito Piemonte

    Lo scorso 10 novembre presso il Circolo Ufficiali dell’Esercito di Torino di Palazzo Pralormo, alla presenza del vice comandante delle Truppe Alpine gen. D. Massimo Panizzi e di altre autorità civili e militari locali, si è svolta la cerimonia di avvicendamento al vertice del Comando Militare Esercito “Piemonte”. Il colonnello Fulvio Marangoni, che rimarrà nella storia come il primo comandante del Cme “Piemonte”, nato il 5 luglio 2016 dalla riconfigurazione del Comando Regione Militare Nord, lascia la guida del Comando territoriale piemontese, dopo poco più di 16 mesi, al suo parigrado colonnello Andrea Mulciri, proveniente dal Comando brigata alpina Taurinense, dove ha ricoperto l’incarico di Capo di Stato Maggiore.

    »»

    Mani tese per l'Afghanistan

    Alla Taurinense il generale Massimo Biagini è di casa. Non solo perché da luglio dello scorso anno ne è il comandante, ma soprattutto perché è la realtà dove ha mosso i suoi primi passi da ufficiale ed è nato e cresciuto professionalmente. Oggi dalla base di Herat, in qualità di comandante del “Train Advise Assist Command – West”, ci racconta l’Afghanistan e gli sforzi dei nostri militari e degli alpini in particolare per sostenere il Paese nello sviluppo della sicurezza, fondamentale per rafforzare le istituzioni civili e l’economia. Con un accenno anche all’Iraq e alla Libia, gli altri teatri in cui è impegnata la Taurinense.

    »»

    Sentieri eroici

    A conclusione di un intenso periodo di addestramento la brigata alpina Julia ha svolto una marcia in montagna sui “Sentieri eroici”, lungo le vie sulle quali cento anni fa sono passati gli alpini e le truppe austroungariche durante le fasi della Grande Guerra. Scenario le Alpi Carniche delle province di Udine e di Belluno, nel comprensorio delle sorgenti del Piave ai piedi del Monte Peralba a quota 1.830 e dei Monti Chiadenis e Lastroni, proprio lungo la linea del fronte, teatro di numerosi e sanguinosi scontri, atti d’eroismo e gesta d’alpinismo.

    »»

    Aiuto dalle Forze Armate

    L’operazione Sabina, iniziata nel novembre 2016 e conclusasi lo scorso 8 giugno, è stata una delle operazioni di soccorso alla popolazione più impegnative degli ultimi decenni. Per raggiungere l’obiettivo la Difesa ha messo in campo un dispositivo interforze che, nel momento di massimo sforzo, ha impiegato quasi 3.500 uomini e donne, oltre 1.400 mezzi e un ampio spettro di capacità ‘duali’. Si tratta di mezzi, materiali e competenze tipiche dello Strumento militare, che possono essere validamente impiegate anche per interventi di pubblica utilità e in caso di calamità naturali. 

    »»

    Il gen. Caruso al Comfose

    Il generale Ivan Caruso lascia Bolzano per andare a Pisa dove ricoprirà l’incarico di comandante delle Forze speciali dell’Esercito Italiano, il Comfose, che ha il compito di selezionare, formare e addestrare il personale destinato al comparto delle operazioni speciali dell’Esercito e a garantire l’addestramento delle unità alle sue dipendenze, integrandone e uniformandone anche la dottrina. Dipende direttamente dal comando delle Forze operative terrestri, comando operativo dell’Esercito con sede a Roma.

    »»

    Palestra di roccia

    Tra le Dolomiti ampezzane, patrimonio dell’Unesco e museo a cielo aperto della Prima Guerra Mondiale, si è svolta l’esercitazione “5 Torri 2017”, importante appuntamento internazionale per l’addestramento delle truppe da montagna. Ogni anno le attività diventano sempre più complesse e ricche di novità. 

    »»

    Nasce l’Orta

    Fiocco verde alla caserma Pasquali, sede del 9º Alpini. Lo scorso 29 maggio è nato il nuovo battaglione multifunzionale Orta che riprende la denominazione del 4º battaglione Genio pionieri, costituito nel novembre 1975 a Trento e sciolto nel 1993. Il nuovo reparto di circa 300 uomini è un battaglione specializzato nell’emergenza in caso di terremoto o di gravi eventi atmosferici ed entrerà in piena operatività entro un anno.

    »»

    Addestramento in Val di Susa

    Una giornata spettacolare sotto tutti i punti di vista. I monti dell’alta Valle di Susa, comunemente conosciuti come i monti della Luna, hanno vissuto uno dei momenti più belli degli ultimi anni. Un sole splendido, un cielo terso e dal blu intenso e poi loro, quei 1.128 uomini e donne tra alpini, artiglieri da montagna, genieri alpini, dragoni che lentamente e da vie diverse salivano al col Bousson a 2.155 metri di altezza. 

    »»

    Sfidarsi in montagna

    Era la memorabile estate del 1789. Mentre la Francia viveva il crollo della monarchia, il nobile trentanovenne Dèodat de Dolomieu, scienziato empirico e autodidatta, intraprese un viaggio in Tirolo. Camminò per oltre 1.300 chilometri lungo valloni, superando passi, oltre valichi inesplorati. E s’imbatté in una roccia nuova, diversa, capace di trattenere il bagliore dei raggi del sole, nell’ultima sera. Una pietra che, complice il destino, venne battezzata Dolomia perché figlia di monsieur Dolomieu, suo primo estimatore. Queste rocce hanno visto passare migliaia di alpini, in guerra e in pace. Monguelfo, Dobbiaco, San Candido, campi estivi e invernali, il 6º Alpini e il 2º artiglieria da montagna erano di casa qui. 

    »»

    Anni di pace

    Il decennale dell’ampliamento della United Nations Interim Force In Lebanon (Unifil) è stato il tema dell’incontro svoltosi presso l’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica di Milano, cui hanno partecipato anche il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano (già comandante e capo missione di Unifil dal 2007 al 2010) e il generale Franco Federici, già comandante della brigata alpina Taurinense in Libano tra il 2015 e il 2016. 

    »»

    Gli alpini vincono ancora

    Dal 2014 alla Scuola di Fanteria di Cesano (Roma) si svolge una competizione sportivo-militare in cui le rappresentative di tutti i reparti della Forza Armata si contendono il Trofeo “Capo di SME”. Scopo dell’attività è quello di accrescere la coesione tra le unità dell’Esercito ed esaltare le capacità fisiche e la preparazione tecnica del personale di ogni ordine e grado.

    »»

    “Da Caporetto alla Vittoria”

    Michele Pellegrino è un alpino piemontese di 17 anni, combattente sul fronte italiano nel 1917-’18. È il protagonista del libro a fumetti, disegnato da Luigi Piccatto e Giulia Massaglia e raccontato da Walter Riccio, attraverso il quale vengono narrate la Grande Guerra, le vicende degli alpini e più in generale quello che vissero in quel periodo gli uomini e le donne del nostro Paese. 

    »»

    Avvicendamento allo Sme

    Il generale di Corpo d’Armata Claudio Mora è il nuovo sottocapo di Stato Maggiore dell’Esercito. L’avvicendamento con il generale Giovanbattista Borrini, che lascia il servizio attivo dopo oltre 43 anni, è avvenuto lo scorso 3 novembre a Roma, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito gen. Danilo Errico. 

    »»

    Alte onorificenze

    Ci sono due alti ufficiali alpini tra i militari insigniti dell’Ordine Militare d’Italia dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, lo scorso 3 novembre. Sono il generale di Divisione Francesco Paolo Figliuolo già comandante della Taurinense, del contingente italiano in Afghanistan e delle Forze Nato in Kosovo, e il generale di Brigata Michele Risi che ha comandato la Julia in Patria e in missione in Afghanistan e attualmente è consigliere militare dell’ambasciatore italiano presso la Rappresentanza italiana della Nato di Bruxelles.

    »»

    Il gen. Caruso nuovo Capo di Stato Maggiore del Comando Truppe Alpine

    Il generale Ivan Caruso è il nuovo Capo di Stato Maggiore del Comando Truppe Alpine. Succede al generale Ornello Baron che ha ceduto il testimone dopo due anni. Per il Generale Caruso si tratta di un ritorno in Alto Adige, dove in passato ha ricoperto l’incarico di comandante del battaglione alpini Paracadutisti "Monte Cervino" e del 4° Alpini paracadutisti dal settembre 2002 al luglio 2007.

    »»

    Inaugurata l’Area della Memoria

    Nella caserma “Renato Arpaia”, sede del Comando per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, è stata inaugurata l’Area della Memoria, dedicata ai Caduti in servizio in Italia e all’estero. 

    »»

    In volo per il soccorso in montagna

    In occasione di una giornata dedicata all’addestramento alla ricerca e al soccorso in ambiente montano il 4º Altair ha ospitato nella base di Bolzano, gli elicotteri delle altre Forze Armate e le squadre di soccorso del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, del Bergrettungsdienst (Brd), delle Truppe Alpine e dei Carabinieri. 

    »»



RICERCA

Titolo
Testo
Autore
Argomento
Anno
Mese
 

2002/2018 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits