Il saluto alla Taurinense di rientro dall'Afghanistan

Giovedì 25 gennaio, presso la Caserma “Monte Grappa” di Torino, si è svolta la cerimonia di rientro della Brigata Alpina “Taurinense”, unità dell’Esercito Italiano che, dal mese di giugno al mese di dicembre ha avuto il comando del Train Advise Command.  La “Taurinense” si è schierata nella regione ovest dell’Afghanistan nell’ambito della missione a guida NATO Resolute Support con un contingente costituito da unità tratte dal 2° Reggimento Alpini di Cuneo, dal 32° Reggimento Genio Guastatori di Fossano e dal Reggimento Logistico “Taurinense” di Rivoli integrato da altre unità specialistiche dell’Esercito.»»

Termina la missione della Taurinense in Afghanistan

Lo scorso 14 dicembre, presso l’aeroporto di Herat, si è svolta la cerimonia di avvicendamento alla guida del Train Advise Assist Command West, il comando Nato multinazionale e interforze a guida italiana che opera nella regione Ovest dell’Afghanistan nell’ambito della Missione Resolute Support. La brigata alpina Taurinense, dopo sei mesi di addestramento, consulenza e assistenza a favore delle Afghan National Defence and Security Forces (ANDSF) dell’ovest, è stata avvicendata dalla brigata Sassari.»»

I bimbi afghani a scuola per imparare a difendersi dagli ordigni inesplosi

Si è conclusa a Camp Arena la campagna informativa rivolta ai bambini della regione di Herat, dedicata ai rischi connessi con il ritrovamento di ordigni inesplosi (UXO – Unexploded Ordinance) ed improvvisati (Improvised Explosive Device - IED) condotta nei mesi scorsi nelle scuole dell’ovest.
L’iniziativa ha visto militari e poliziotti afgani delle Afghan National Defence Security Forces (ANDSF), supportati dagli specialisti militari italiani della cellula Counter-Improvised Explosive Device (C-IED), spiegare ai più piccoli come riconoscere, evitare e segnalare questi ordigni alle forze di sicurezza, in modo da scongiurare incidenti. I militari delle ANDSF sono stati istruiti e addestrati dagli advisor italiani del Train, Advise, Assist Command West (TAAC W).»»

Collaborazione tra la Sezione di Varese e Taurinense per l'ospedale di Herat

Si è svolta nei giorni scorsi a Camp Arena, sede del Train, Advise and Assist Command West su base Brigata alpina Taurinense, la donazione di importanti attrezzature mediche all’Ospedale Regionale e all’Ospedale Pediatrico di Herat.
Le apparecchiature sanitarie consegnate all’Ospedale Regionale costituiranno un laboratorio molecolare in grado di effettuare la reazione a catena della polimerasi  comunemente nota con la sigla PCR. Il progetto, finanziato dalla Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) della Difesa italiana, consentirà al nosocomio pubblico di Herat di effettuare rapidamente diagnosi su patologie pericolose e molto diffuse in Afghanistan e si concluderà con un corso di formazione svolto dal contingente italiano per abilitare i medici e paramedici afghani all’uso della tecnica di PCR.»»

Gli alpini donano libri e computer al Dipartimento della Cultura di Herat

Gli alpini che stanno operando in Afghanistan hanno donato libri, computer e attrezzature al Dipartimento della Cultura e Informazione della Città di Herat. La donazione, che si inserisce nell’ambito dell’Executive Plan 2017 (Area “Amministrazione Civile” – Settore “Sport e Cultura”), consentirà al personale del Dipartimento di poter operare in maniera più efficace, dando la possibilità’ alla popolazione di poter fruire di centinaia di volumi incentrati sulla cultura, la storia e le tradizioni dell’Afghanistan.»»

Esteso il controllo nel distretto di Shindand, grazie alla consulenza italiana

Con l’ultimo “fly to advise” a Shindand presso la sede del posto comando delle forze di sicurezza afghane schierate contro le cellule terroristiche della Zeer-kho Valley, gli advisor italiani del Train, Advise and Assist Command West (TAAC W) concludono la terza fase dell’expeditionary advisory package. Circa  100 advisor italiani della Brigata Alpina Taurinense, hanno portato a termine la terza fase di consulenza e assistenza avanzata ai comandi delle forze di sicurezza afghane (ANDSF) impegnati contemporaneamente nella provincia di Farah e a Shindand nell’ambito della “Khalid” – la campagna messa a punto dal governo di Kabul per estendere e garantire la sicurezza nelle aree minacciate da formazioni terroristiche che osteggiavano la popolazione locale.»»

Una palestra di roccia per l'addestramento alpinistico delle Forze afghane

Presso la base di Camp Arena in Herat, alla presenza di numerose rappresentanze delle componenti militari locali e di Coalizione, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione del nuovo Afghan Special Security Forces Warfare Training Center  (ASSFF –WTC) realizzato dai Ranger del 4° Reggimento Alpini Paracadutisti e  dagli Alpini della Taurinense attualmente alla guida del Train Advise Assist Command West (TAAC W).»»

Afghanistan: poliziotte abilitate a lotta agli ordigni esplosivi improvvisati

Si è concluso dopo circa 10 giorni di attività teoriche e pratiche il corso di  “Counter IED Awareness Train the Trainers” dedicato alle agenti della Polizia di Herat, che d’ora in poi potrà contare su 6 poliziotte abilitate al contrasto e all’insegnamento delle procedure necessarie alla lotta agli ordigni inesplosi ed improvvisati a favore del personale delle forze di sicurezza locali.»»

Afghanistan, simposio sul contrasto alla corruzione nella pubblica amministrazione

​Si è svolto presso Camp Arena, sede del Comando del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), il 1° Simposio sul tema del “Contrasto alla corruzione nella Pubblica Amministrazione” tenuto a favore delle forze di sicurezza afgane di Herat per approfondire e dibattere argomenti relativi al quadro normativo vigente finalizzato a realizzare le possibili e necessarie misure atte ad ostacolare il fenomeno della corruzione.»»

I Mangusta raggiungono le 12.000 ore di volo in Afghanistan

Con una missione di “fly to advise” a Shindand, destinata al trasporto degli advisor italiani del Train, Advise and Assist Command West presso le sedi di battaglioni (kandak) afghani a sud di Herat, gli elicotteri italiani da Esplorazione e Scorta (EES) Agusta AH129 “Mangusta” hanno raggiunto oggi le 12.000 ore di volo in dieci anni di presenza in Afghanistan. E’ dal mese di giugno 2007, infatti, che i Mangusta sono stati rischierati da Kabul ad Herat effettuando oltre 6.700 missioni di volo.»»

2002/2018 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits