Conclusa con l'ammainabandiera la 78ª Adunata nazionale

Undici ore: tanto è durata la sfilata degli alpini convenuti a Parma per la loro 78ª Adunata nazionale. E’ stato un tripudio di bandiere, vessilli, gagliardetti. Ma è stata soprattutto, come ha sottolineato il presidente nazionale Corrado Perona, la dimostrazione di unità e compattezza di una associazione fedele alle tradizioni e sorretta da valori che le consentono di guardare con fiducia al futuro.
Sul palco, con Perona, c’erano il ministro della Difesa Martino, dei Rapporti con il Parlamento Giovanardi, dei Trasporti Lunardi. E poi i capi di Stato Maggiore dell’Esercito, della Difesa e dell’Aeronautica. Applausi scroscianti hanno accolto le varie sezioni e i tanti personaggi, trascinanti sono state le parole dei tre commentatori Guido Alleva, Manuel Principi e Nicola Stefani che nelle ultime ore, infaticabili, parlavano più col cuore che con la voce, entusiasmando le migliaia di spettatori.
Al termine della sfilata il Labaro, preceduto dalla fanfara e da una compagnia in armi, con il presidente Perona, il ministro Giovanardi, il generale Iob comandante delle Truppe alpine e presenza eccezionale – il vescovo di Parma monsignor Bonicelli, alpino, ha raggiunto piazza Garibaldi dove è stata effettuata l’ammainabandiera. Ultimo atto solenne di un’adunata che ha trasformato per tre giorni Parma e lasciato un ricordo indelebile.»»

Il grande spettacolo: la sfilata degli alpini.

E' iniziato, grandioso e suggestivo, lo spettacolo degli alpini, convenuti a Parma per la 78ª Adunata nazionale. Dopo la serata di grande festa di ieri, stamattina il centro di Parma si presentava deserto, in attesa dell'inizio della sfilata, che è iniziata alle 8.30.
Il ministro Carlo Giovanardi ha passato in rassegna i reparti in armi e, subito dopo, preceduta dalla Fanfara della brigata alpina Taurinense, ha sfilato la Bandiera di guerra del 3º reggimento Alpini scortata da due compagnie in armi, fra i palazzi imbandierati e due ali di gente che applaudiva. Quindi lo sfilamento, con una rappresentanza di ufficiali, sottufficiali e truppa e i Gonfaloni della Regione, della Provincia e del Comune e infine il Labaro dell'Associazione alpini, con le sue 207 medaglie d'Oro al Valor Militare che ha preso posto alla testa della tribuna d'onore per ricevere l'omaggio delle migliaia di alpini in sfilata. Sul palco, oltre al presidente nazionale Corrado Perona e al ministro Giovanardi, c'erano il sindaco Elvio Ubaldi, il presidente della Provincia Bernazzoli e della Regione Errani. C'erano le massime autorità militari, con il capo di Stato Maggiore dell'Esercito generale Fraticelli, della Difesa ammiraglio Di Paola e dell'Aeronautica, Leonardo Tricarico. Infine una persona molto cara agli alpini, il vescovo di Parma monsignor Bonicelli, sottotenente al battaglione Edolo.»»

Onori ai Caduti e arrivo della Bandiera di Guerra

Mattinata dedicata al ricordo, a Parma, mentre entra nel vivo l'Adunata nazionale degli alpini. Corone sono state deposte al cippo dedicato ai Caduti della prima e seconda guerra mondiale, è stata scoperta una targa dedicata ai parmensi decorati di medaglia d'Oro al Valor Militare. Una terza corona è stata deposta al monumento del Partigiano. Nel pomeriggio c'è stato l'incontro del Consiglio direttivo nazionale con i presidenti delle sezioni alpine all'estero. Alle 18,30, il solenne arrivo della Bandiera di guerra del 3º reggimento Alpini, scortata da due compagnie in armi. Da Piazzale Santa Croce, preceduta dalla fanfara della brigata alpina Taurinense e seguita dal Labaro dell'ANA, la Bandiera di guerra ha sfilato fino in piazza Garibaldi, dove ha ricevuto gli o­nori finali. In serata decine di concerti di cori e fanfare si sono svolti in città e in tutta la provincia.

»»

Il messaggio del ministro Martino agli alpini

Leggi il messaggio agli alpini a Parma del ministro della Difesa Antonio Martino.»»

2002/2018 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits